Con UrbaNext una normale bici diventa elettrica in 60 secondi

Si chiama UrbaNext ed è un interessante progetto alla ricerca di fondi su Indiegogo (piattaforma sempre ricca di idee curiose) che sembra avere le carte in regola per conquistare tanti utenti: il suo obiettivo è trasformare una normalissima bicicletta in una sorta di bici elettrica.

Si tratta, infatti, di una ruota anteriore elettrica che può essere montata su circa il 99% delle biciclette in appena 60 secondi (lo stesso tempo sarà sufficiente per tornare alla ruota “tradizionale”).

Disponibile in sei dimensioni, UrbaNext offre agli utenti tre modalità (completamente elettrica, pedalata assistita, utilizzo tradizionale), selezionabili rapidamente tramite un apposito tasto.

La modalità con pedalata assistita permette di stabilire quanto aiuto si desidera ricevere dalla batteria (ci sono tre livelli) e più si pedala, più si allungherà l’autonomia.

Per quanto riguarda la velocità massima che UrbaNext è in grado di raggiungere, si va dai 30 Km/h ai 50 Km/h negli Stati Uniti mentre in Europa bisogna accontentarsi di circa 25 Km/h.

Per ulteriori informazioni su UrbaNext vi rimandiamo alla pagina dedicata su Indiegogo.

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Federico Garsia

    non trovo recensioni di acquirenti o tester italiani

  • Vincent Ammattatelli

    Non ho mica capito. Per quale stra m@l3dett0 motivo noi in Europa dovremmo avere la versione “depotenziata”?!?

  • Manciu

    Secondo me il problema è che va ad aggiungere peso la dove meno ce ne vorrebbe, ovvero nelle masse non sospese.

  • Anto71

    ok apro un 3rd “modding UrbaNext”

    • Roberto Simonelli

      “sbloccare la velocità del UrbaNext in pochi semplici passi”

Top