HTC vs Apple: Apple vince contro S3, HTC ne “rivaluta” l’acquisizione

La notizia dell’acquisizione di S3 Graphics da parte di HTC risale a Luglio: dopo che Apple è stata giudicata colpevole dell’infrazione di 4 brevetti di S3 che potevano consentire ad S3 di chiedere il bando dei prodotti della Mela (dagli iPod fino alla linea Mac), HTC aveva dichiarato il suo interesse nell’acquisto della compagnia di proprietà di VIA iniziando l’acquisizione per una somma di 300 milioni di dollari. Una somma certamente significativa, per la quale il CEO Peter Chou aveva rassicurato gli investitori dichiarando che il valore di S3 Graphics per HTC era superiore al prezzo pagato. HTC è stata dichiarata colpevole dell’infrazione di alcuni brevetti di Apple e sperava di poter far leva sui brevetti di S3 per contrastare Cupertino e arrivare ad un compromesso.

Un vecchio detto recita “non si possono fare i conti senza l’oste”, ma evidentemente a Taiwan il detto non è noto. HTC ha acquisito S3 Graphics da VIA senza attendere il risultato dell’udienza d’appello, recentemente tenutasi, in cui Apple è stata completamente scagionata dall’accusa di infrazione dei brevetti di S3. Il motivo è semplice e segue quel buon senso che spesso manca in queste vicende: i brevetti che Apple avrebbe dovuto infrangere riguardano aspetti tecnici come la compressione di texture e l’elaborazione di triangoli nei rendering 3D – ma Apple non ha sviluppato prodotti propri che implementano queste tecniche senza pagare le licenze ad S3, poiché la Mela impiega schede video prodotte da terzi (ad esempio AMD e nVIDIA) i quali pagano le licenze ad S3. Proprio per questo motivo Apple non può essere ritenuta colpevole: utilizza prodotti di terzi che vengono implementati sui suoi prodotti, ma non è direttamente responsabile della progettazione e produzione delle schede video e, dunque, del pagamento delle licenze.


La notizia della scagionatura  di Apple ha fatto crollare il titolo in borsa di HTC, che ha perso il 7% in un solo giorno. Contemporaneamente, sono state tagliate le previsioni di crescita anno-su-anno dal 25% allo 0% ed è stato dichiarato che la compagnia sta conducendo una “rivalutazione complessiva dell’acquisizione di S3 Graphics” (la dichiarazione completa, in lingua inglese, è presente in fondo all’articolo). Il tempo per HTC sta per scadere, poichè l’udienza in cui verrà deciso se bandire i prodotti dal mercato statunitense verrà tenuta il 6 Dicembre – e nonostante l’intervento di Google e di alcuni tra i principali operatori telefonici statunitensi, i pronostici non sono a favore della compagnia taiwanese.

Spoiler Inside: Dichiarazione di HTC (in inglese) SelezionaMostra

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top