Chromebook: Sony e Lenovo i prossimi produttori?

acer_c7_1

Dopo l’uscita sul mercato USA e su quello della Gran Bretagna dei primi due modelli di chromebook prodotti da Samsung e Acer, iniziano a circolare dei rumor che riguardano l’arrivo di ulteriori modelli che andranno ad ampliare la gamma offerta da Google. Questi rumor sono stati parzialmente confermati da Linux Upson, ingegnere Google, che ha rilasciato un intervista alla rivista Focus dicendo:”Siamo solo all’inizio. Presto vedrete sul mercato nuovi Chromebook, migliori per diversi aspetti”. Le società candidate alla produzione di questi nuovi modelli sono: Sony e Lenovo.

Entrambe sono due buone società, soprattutto la prima la quale è già affermata nel mondo dei PC grazie ai suoi ottimi prodotti. Al livello hardware ancora non è noto che cosa monteranno ma potrebbero avere entrambi un display da 11.6 pollici essendo già la dimensione degli schermi adottati dagli altri chromebook. Sicuramente ci aspettiamo un prezzo in linea con quelli dei vecchi prodotti, cioè circa 200 dollari ovvero 200 euro.

In questi anni questo sistema operativo è migliorato molto, sia al livello software che è stato ottimizzato e sono state implementate alcune mancanza come un interfaccia similare agli altri OS oppure la navigazione offline (visto che era richiesta sempre la connessione attiva per poter essere utilizzato), ma anche al livello di marketing visto che inizialmente i prodotti erano proposti ad un prezzo elevato mentre ora ci troviamo di fronte a dei prezzi molto concorrenziali. Questa strategia in alcuni punti è molto similare a quella adottata con i Nexus Android, cioè ottimi prodotti con prezzi accessibili e relativamente bassi.

In un futuro non ci sorprenderemo se la battaglia per il sistema operativo per PC più utilizzato invece di combattersi a due come avviane ora, cioè solamente tra Apple e Windows , si combatta a tre con in mezzo anche Google come avviene per gli OS per smartphone e tablet.

[Via]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • diord

    Mi sa che i produttori asiatici sono pronti ad utilizzare chrome OS come seconda opportunità nel caso Windows 8 dovesse fallire. Microsoft sta proprio vivendo una transizione molto delicata…Windows è nato per i PC “rinchiusi nel loro case” ma ora c’è internet e la “nuvola”. La stessa Microsoft ci sta provando ma.. tutti siamo utili, nessuno è necessario. Chi vivrà,vedrà. :)

Top