Magnetized, un gioco fisico e fluo per Android

Magnetized (1)

La game review di questa sera appassionerà soprattutto coloro che apprezzano i vecchi titoli, non possiamo non notare lo “stampo retro” di questo nuovo videogioco recentemente arrivato sul Play Store: stiamo parlando di Magnetized. Il suo titolo già ci anticipa molto di questo game che riuscirà letteralmente a magnetizzare la vostra attenzione.

Gameplay

La casa sviluppatrice non solo riesce ad ipnotizzarci con l’interfaccia grafica, che risulta incredibilmente fluorescente, ma ci cattura con una tecnica di gioco interessante ed avvincente. Non vi aspettate, però, un game semplice: Magnetized vi proporrà livelli sempre più complessi, ma ognuno risulterà particolare e coinvolgente.

Che cosa dovrete fare nelle tante missioni di Magnetized? Il protagonista del gioco è un pixel di colore nero che correrà lungo dei corridoi. L’oggetto non avrà la possibilità di spostarsi facilmente, infatti, per gestirlo dovrete agganciarlo a dei magneti presenti al di fuori delle piattaforme del gioco e per far scattare il collegamento non dovrete far altro che tappare sullo schermo. Il pericolo maggiore sarà quello di toccare i bordi dei vari corridoi che causeranno l’immediata  esplosione del quadratino nero e, automaticamente, scatterà il game over. Le varie piattaforme di gioco saranno di differenti forme e, di conseguenza, le curve risulteranno sempre più difficili da effettuare.

Lungo i tunnel saranno situati dei quadrati bianchi che dovrete toccare ed inglobare per completare la missione con il massimo punteggio. Solo catturando tutti gli elementi potrete sbloccare le altre missioni di Magnetized.

Come vi abbiamo già detto, il gioco è incredibilmente fluorescente ed i colori differenzieranno i vari capitoli: dovrete superare le missioni della zona azzurra (anzi, ciano), la rosa e infine quella gialla. L’unica differenza saranno le tinte delle varie piattaforme? Assolutamente no, il game diventerà sempre più complesso ed introdurrà degli altri elementi che renderanno l’avventura decisamente più ardua.

Arriveranno piattaforme mobili che renderanno estremamente difficile il passaggio del quadrato nero da una piattaforma all’altra, i tunnel che teletrasporteranno il box black da una zona all’altra. Dobbiamo ammettere che, ad un certo punto, il game risulterà sin troppo difficile e anche sin troppo “abbagliante”. Quando i tunnel inizieranno a muoversi, anche i nostri occhi potrebbero incominciare a “ballare”. Magnetized vi metterà a disposizione ben 80 livelli che risulteranno sempre più difficili da completare.

Magnetized (3)

La tecnica di gioco ci ricorda quella utilizzata nel gioco Slingshot Racing, sviluppato da Crescent Moon, ma l’ambientazione sarà completamente differente.

Grafica e suoni

Un’avventura che oltre ad essere fluorescente ci ricorderà anche i giochi retro. Semplici pixel da gestire, conquistare e agganciare a degli oggetti magnetici tramite raggi fluo. La grafica del gioco sfoggia uno sfondo nero che entra in contrasto con i colori brillanti delle piattaforme (azzurre, gialle e rosa). Come vi abbiamo già detto, a lungo andare la grafica potrebbe leggermente infastidirvi, soprattutto quando arriveranno le animazioni che faranno muovere i corridoi di Magnetized.

Conclusione

Un gioco particolare e graficamente coinvolgente che merita un posto sul vostro dispositivo Android, ma dobbiamo ammettere che il download non è molto economico. Per scaricare il titolo dovrete pagare ben 2,19 €. Prima di spendere questi soldi, vi consigliamo la visione del video che vi mostrerà Magnetized.

[pb-app-box pname=’com.CloudMacaca.Magnetized’ name=’Magnetized’ theme=’discover’ lang=’it’]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top