Scudi AXA e nuove medaglie, le ultime novità del gioco Ingress di Google

axa-ingress

Nelle ultime ore il famoso gioco a realtà aumentata Ingress, acquisito da Google qualche tempo fa, ha ricevuto due novità rilevanti, una più dell’altra.

La meno importante, ma che comunque può risultare gradita, è l’introduzione di 3 nuove medaglie all’interno del gioco permettendo così agli agenti di raggiungere livelli più elevati in minor tempo.
La medaglia più apprezzabile è “Trekker” che si basa sui km percorsi durante l’attività di gioco: con soli 10 km si guadagna la medaglia di bronzo, con 100 di argento, con 300 d’oro e così via. Le altre due medaglie invece si riferiscono rispettivamente a “SpecOps” ovvero al numero di missioni compiute (5, 25, 100, 200, 500) e “Engineer” ovvero al numero di mod installati sui vari portali. Quest’ultima medaglia avrebbe potuto regalare almeno un oro quasi certo agli agenti più anziani tuttavia il conteggio è partito dal 1° di Dicembre 2014 e di conseguenza il numero che vi comparirà sarà sicuramente più basso rispetto alle aspettative.

La seconda importante novità è l’introduzione nel gioco di un nuovo Mod e di circa 20.000 nuovi portali a marchio AXA.
AXA è un importante gruppo operante nel settore dell’assicurazione e dell’asset management che ha stretto una collaborazione con Google per avere il marchio all’interno del gioco. Per gli agenti i frutti di questa collaborazione sono: la presenza di 20.000 nuovi portali ognuno collocato presso un’agenzia AXA e l’introduzione del nuovo AXA Shield che si colloca come il mod di difesa più forte del gioco. Raccogliere gli scudi AXA non sarà facile ma si potranno trovare facendo hack su qualsiasi portale, ma se l’hack avverrà su un portale AXA si avrà una probabilità maggiore.

Per individuare i portali AXA il nostro consiglio è cercare AXA su Google o su Google Maps e presso ogni agenzia troverete il relativo portale. Al momento i portali AXA sono già presenti in Italia, Spagna, Germania, Svizzera, Polonia e Indonesia mentre solamente nel 2015 saranno disponibili in altri paesi tra cui Stati Uniti e Giappone.

Non mi resta che augurarvi dei fortunati hack!

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Maury

    Ingress è stata la più grande delusione mai riposta in un gioco. Aveva promesso così tanto bene che quando finalmente ho ricevuto l’accesso mi è caduto da un grattacielo: non c’è un vero e proprio obbiettivo. Sei lì che cerchi di diventare più forte e passi tempo ad attaccare portali che dopo un po’ (a roma quasi subito) vengono ripresi, li riprendi, li riperdi, li riprendi, li riperdi… BOH! Eppure il concetto del gioco in movimento per la città era qualcosa di assolutamente innovativo! Tralasciamo la grafica che ok, fa schifo ma è una scelta stilistica e posso passarci su… ma zero interattività! Cavolo voglio poter vedere i puntini di tutti sulla mappa, voglio davvero capire chi sta attaccando così posso andare là e spaccargli la faccia ahahahaha no davvero… Ottime potenzialità lasciate al caso. Si tiene in piedi per il riciclo tra chi lo prova e chi lo lascia. Daje così!

  • Walter

    Ingress aveva bisogno di un modello di business che ne sostenesse i costi, e sinceramente se questo dovesse funzionare, non ci trovo nulla di male. Anche perché se l’alternativa fosse pagare una sorta di abbonamento per giocare a molti la cosa sembrerebbe scandalosa e abbandonerebbero il gioco.

    Io parto dal presupposto che nulla sia dovuto a nessuno e capisco la necessità di monetizzare, anche perché Niantic è “parte di Google”, ma non è Google.

    Detto questo, giocare a Ingress costa “caro”, specie se si decide di partecipare alle anomaly in giro per l’Europa o se si vuole girare un numero congruo di portali per le medaglie e le missioni… perciò ben venga la pubblicità, purché non sia esageratamente invasiva.

    Per esempio, a Barcellona per Darsana un waypoint della missione dedicata pubblicizzava una società di noleggio veicoli. A me così può andare bene, non rovina l’esperienza di gioco complessiva.

    • federico columbanu

      Bhe, essendo il mio primo gioco di realtà aumentata lo trovo molto avvincente, forse perche abito in sardegna ed i giri sono limitati, comunque ben vengano tutte le novità, rendono il gioco piu avvincente.
      p.s. sembra solo a me che questi shield Axa non siano nulla di che? Anzi mi pare che siano peggio dei VR…….

Top