Google pensa ad Android Silver

android silver

Come avviene nella maggior parte dei casi, anche stavolta trapelano nuove informazioni su Android grazie a delle immagini scattate da personaggi anonimi molto vicini a Google. Recentemente sono state infatti recapitate delle slide e fornite delle informazioni ad Android Police riguardo un nuovo programma che Google starebbe valutando di mettere in atto: Android Silver.

Android Silver è molto probabilmente il nome interno di questo nuovo programma che Google avrebbe intenzione di lanciare, e non rappresenta una nuova versione del sistema operativo mobile che tutti conosciamo: rappresenta infatti un insieme di servizi atti ad offrire all’utente un’esperienza premium con il proprio dispositivo. Nonostante la fonte di queste informazioni che stiamo per darvi sia abbastanza affidabile, vi invitiamo comunque a considerare il fatto che Google, molto spesso, aggiorna, cambia, rinvia e/o modifica i suoi piani, per cui non è possibile sapere con certezza cosa davvero ci riserverà.

Google, con Android Silver, si prefiggerebbe 6 obiettivi principali:

  • Semplificare la scelta: diventeranno dispositivi Android Silver i 5 migliori dispositivi Android prodotti dalle aziende più importanti
  • Migliorare l’esperienza utente: ci accerteremo che su tali dispositivi vi sia a bordo l’ultima versione di Android senza alcuna personalizzazione (o con una personalizzazione molto limitata)
  • Ridurre il “prezzo da pagare” al passaggio ad un altro dispositivo: renderemo più facile per gli utenti passare ad un dispositivo Android Silver permettendo il trasferimento delle applicazioni, delle impostazioni, delle configurazioni e dei dati
  • Dare tranquillità: daremo tranquillità agli utenti con dei servizi progettati esclusivamente per Android Silver
  • Rendere semplice l’acquisto dei dispositivi: renderemo disponibili i dispositivi nei negozi degli operatori telefonici in una sezione dedicata degli store e spingeremo nelle vendite del robottino argentato
  • E rendere desiderabili tali dispositivi: infine metteremo a punto campagne di marketing per creare hype sul robottino che identifica Android Silver e stimoleremo la domanda di Android Silver

Questi 6 punti ci dicono chiaro e tondo una cosa: Google starebbe almeno pensando di dare agli utenti che scelgono Android Silver la possibilità di avere un’esperienza premium sotto ogni punto di vista, dagli aggiornamenti software all’assistenza vera e propria. E appunto parlando di assistenza giungono informazioni su un nuovo servizio che Google avrebbe pensato per gli utenti possessori di un dispositivo Android Silver: un servizio attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7, che consiste in Hangout con personale specializzato di un particolare operatore telefonico, che aiuterà l’utente a risolvere qualsiasi tipo di problema con il proprio dispositivo. Gli Hangout si potranno effettuare anche dal proprio smartphone o tablet Android.


Dovrebbe poi esservi anche un ulteriore servizio, chiamato Never Lost, con il quale si potrà praticamente utilizzare il proprio dispositivo a distanza. Con Never Lost, infatti, si avrebbe la possibilità di:

  • cercare e tracciare il proprio dispositivo da qualsiasi posto
  • sospendere i propri servizi
  • rinominare, bloccare e resettare il dispositivo
  • ricevere un telefono in prestito almeno fin quando non si sarà riusciti a rintracciare quello perso
  • effettuare un backup di tutti i dati
  • far riprodurre al dispositivo un suono anche quando è in modalità silenziosa
  • ottenere informazioni sulla navigazione stradale per raggiungere il proprio dispositivo perso
  • pensare alla durata della batteria

Probabilmente dopo queste informazioni sarete riusciti a comprendere meglio cosa dovrebbe e potrebbe essere Android Silver, e cioè un programma che racchiude un insieme di servizi messi a disposizione da parte di Google per fidelizzare al massimo gli acquirenti. I dispositivi Android Silver, inoltre, potranno essere anche provati negli store degli operatori dove saranno presenti.

Attualmente non è ancora possibile sapere se questo programma sarà lanciato globalmente oppure se, almeno all’inizio, sarà destinato solamente ad una fetta ristretta di utenti. Fatto sta che con Android Silver (o come si chiamerà in maniera definitiva) molto probabilmente si riceveranno aggiornamenti ufficiali alle nuove versioni di Android non appena Google le rilascerà, un po’ come avviene con i dispositivi Google Play Edition. In questo modo, oltre ad offrire un nuovo servizio – che non si sa quanto potrebbe costare agli utenti – atto alla fidelizzazione dell’acquirente, si metterebbe anche una piccola (ma pur sempre gradita) pezza al problema della frammentazione.

Android Silver: cosa ne pensate? Secondo voi sarebbe una mossa giusta questa di Google?

Via

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Google: addio a Nexus? | Halfblood Blog()

  • Giorgio

    Se guadagnerà di più sarà la mossa giusta altrimenti no.
    Quello che gli utenti pensano in fatto di os aperto o altro non fa testo a mio parere, tanto chi fa modding sono una percentuale ad una cifra.

  • Comi

    Per me Android Silver significa la fine dei dispositivi Nexus e la sempre più ascesa dei dispositivi Google Play Edition.
    Non realizzando direttamente i dispositivi, Google non ha particolare interesse ad incentivare sul mercato la vendita dei Nexus stessi. Almeno questa è l’idea che mi sono fatto.

  • Giacomo

    Android è nato per essere un os aperto a tutti e eseguibile sulla maggior parte deibxellulari e… BOOM. Premium. Che grande delusione

    • Francesco

      L’epoca di android open è finita dopo Jelly Bean, anzi già con JB si sono cominciate a vedere le prime limitazioni sul tethering via wifi o bth, quando Google ha deciso di accogliere le lamentele dei gestori di telefonia mobile andando contro gli utenti che condividevano le loro connessioni in 3G.. e puff.. menu tethering bloccato sulle impostazioni volute dai gestori..

      • Giacomo

        Che tristezza… Pensavo di comprare un nexus ma passerò a windows phone… Google ci hai delusi!!

      • lovoglio

        Non è google che accoglie, semplicemente nei telefoni brand possono modificare l apk delle impostazioni o l xml di internet per loccarti il tethering… Io ho un nexus 4 ovviamente nobrand e con TIM uso voip tethering e quelo che mi pare…

  • Il fatto che scelgano i primi 5 top di gamma delle aziende più famose mi sta bene, avere un android puro su un hardware top di gamma è un qualcosa di eccezionale, come ad esempio nexus 5. Farlo pagare anche di meno come è stato per l’ultimo nexus ci sta bene anche. Alla fine questo Android Silver è come avere un nexus e ottenere per primi gli update dell’os sempre aggiornati prima di tutti gli altri device. Non vedo quale differenze ci siano con la situazione di oggi. Vi lamentate che non è più open source ma a me sembra che in queste slide non c’è scritto che avrà delle limitazioni ne il terminale e ne l’os in se. Ovviamente bisogna aspettare nuove notizie, perchè secondo me vi state allarmando inutilmente xD E come c’è scritto nell’articolo è solo una versione di android con delle cose in più rispetto a quella standard, un pò come la google edition :v

  • Apple 2.0 ? A me pare strano mah

  • Luca

    Speriamo che sta cosa sia una bufala perché l’idea è proprio contro il principio di open source, del quale android è il portabandiera nell’ambito mobile.

  • Davide Fabretti

    Farebbe piacere se google offrisse questo servizio sui loro dispositivi ( nexus 4,5,7, 7 2013 ecc ecc)

  • Andrea Marino

    Spero sia un pesce d’aprile in ritardo

  • Francesco

    Google vuol far diventare il suo robottino verde sempre più Apple-stile. Un sistema nato aperto, personalizzabile al massimo è diventato in pochi anni molto simile al giardino recintato in stile Apple, e la cosa non mi piace affatto.
    E poi noto un evidente contraddizione, prima Google si lamenta della frammentazione e poi propone un servizio che, di fatto, la aumenterà ancora di più dividendo i clienti android di serie A da quelli di serie B che continueranno ad arrangiarsi con il modding (quando possibile)

    • Oblivius

      mah… finché danno la possibilità di sbloccare il cellulare per me
      possono fare quello che vogliono con android XD

      • Francesco

        Si ma se compri oggi un S4 auguri, prova a rootare un 4.4.2 senza attivare il Knox se ci riesci..

        • Oblivius

          e tu perchè compri samsung!? asd

          • Francesco

            Da dove lo capisci che avrei comprato un S4 sfigatissimo con su il Knox a mò di cane da guardia?

          • Oblivius

            tu era per il generico compratore di samsung s4 (te compreso, nel caso), scusa l’ambiguità D:

          • Francesco

            Me compreso, purtroppo, con un S4 4.3 firmware ML6 praticamente unrootable e con il Knox in agguato aaarrrrggg! :(

    • Stefano Dell’anna

      secondo mè sara come per i google edition, ci saranno quei 4 o 5 dispositivi che puoi scegliere se comprarli normali o google edition, secondo mè è un nuovo nome per chiamare questa nuova gamma

  • Bitace

    il mio sogno sarebbe una versione android che consenta agli utenti, al momento del primo avvio, di scegliere se avere un OS android classico o un OS apple-like per così dire, cioè un sistema chiuso e chic che attiri i meno smanettoni e tecnolesi. Dovrebbe inoltre imporre ai major brand di garantire il funzionamento pieno e stabile di tutti i loro device, anche quelli di fascia bassa. Al momento i terminali più acquistati ed economici sono il cancro di android, sfido ciascuno di voi ad usare un Galaxy mini 2 per rendervi conto del motivo per il quale la gente passa da android a apple.

    • Francesco

      A leggere il tuo commento mi è venuta l’orchite

    • Giacomo

      Se passano da un galaxy di fascia bassa a un’iphone c’é qualcosa che non va

      • Bitace

        ma infatti il dramma è proprio questo! comprano un terminale di fascia bassa anzi nana e poi dicono “eh ma android fa ca*are! la qualità di iphone non ha prezzo!!” e poi si vendono un polmone per comprare un pezzo di vetro e metallo che non può essere per nulla paragonato a un android decente

    • Massimo A. Carofano

      Beh confrontare un Galaxy Mini 2 con un Apple iPhone è un sacrilegio, ma non per la qualità indiscussa del prodotto Apple, bensì per l’ignoranza delle persone che confrontano un prodotto che costa poco con uno che costa un rene.
      Lasciali passare ad Apple, non meritano punizione peggiore.

      • Bitace

        la sola cosa che mi consola…

    • Matteo

      Io possiedo un galaxy mini 2 e installando la cyano 10.1 va più che bene, a parte la navigazione ma quello è un problema dovuto al costo del terminale

  • The Viper

    non capisco perchè si voglia a tutti i costi imitare la Apple che è in discesa calante da quando non c’è più un certo Steve. Se attuassero questo nuovo programma , la gente sarebbe costretta a passare a un silver altrimenti addio aggiornamenti e assistenza bah la vedo alquanto preoccupante come cosa

    • Bitace

      apple in discesa calante? ma che c….

      • The Viper

        ios 7.1 inutilizzabile se non hai un 5s o 5c e parlo per esperienza personale.Apple ti costringe a comprare un nuovo dispositivo ogni anno altrimenti resti appeso e android si vuole incamminare su questa strada , non mi sembra tanto intelligente come scelta

        • Bitace

          sono d’accordissimo (in casa i miei familiari hanno iphone 4, 4s, ipad 2 tutti con ios7) la apple è una porcata. Ma VENDE VENDE VENDE VENDE altro che discesa calante. Alla apple i profitti non sono legati alla qualità dei prodotti ma alla stupidità di chi compra.

        • Matt Dragone

          In realtà con iOs 7.1 hanno migliorato drasticamente la fluidità su smartphone meno recenti (iPhone 4). Il 4S non era malaccio con iOs 7, ma ora con 7.1 hanno migliorato notevolmente e gira che è una meraviglia :)

  • pippuss

    evviva…comincia pure google a fare figli e figliastri..che schifo

    • Francesco

      Il passaggio al mondo Windows Phone sarà inevitabile, finalmente tornerò ad un hardware SERIO come quello Nokia, e dirò finalmente addio a certa plasticaccia coreana

      • Davide Fabretti

        Se confondi android con Samsung, sei messo male!

        • Francesco

          Non confondo affatto, dimmi da cosa lo hai desunto perché il tuo modo di ragionare è curioso.
          Anche perché non mi risulta che Samsung abbia fatto successo con altri sistemi operativi al di fuori di android, e Tizen non mi pare che sia ancora decollato

          • Davide Fabretti

            “Il passaggio al mondo Windows Phone sarà inevitabile, finalmente tornerò ad un hardware SERIO come quello Nokia” = WP, “dirò finalmente addio a certa plasticaccia coreana” = Android samsung
            Comunque sono d’accordo con te, ma mi infastidisce sentir il termine samsung legato con android solo perché ha monopolizzato il mercato android in ogni fascia, con prodotti-cancro

  • Emanuele

    Ok, aggiornare e progettare costa , questo è un dato di fatto.

    Ma possibile che a nessuna casa di produzione di smartphone sia mai venuto in mende di chiedere tipo 30 euri per aggiornare uno smartphone?
    Non mi sembra una cosa scandalosa, paghi il servizio non di certo il software.
    Ovviamente questo poi prevede che quello che mi vendi almeno funzioni correttamente.

  • Eugex8.9

    Questa è una notiziona e come al solito, (quasi tutti) gli altri siti l’hanno ripresa dopo.. probabilmente facendo un giretto qui su TuttoAndroid. Comunque, mi sa che dovrò rileggere l’articolo a mente più lucida perché stamattina ho grosse difficoltà di connessione neuronale :)

    • Dany

      Semmai su AndroidPolice, visto che arrivanoi sempre da li le notizie

      • Eugex8.9

        Ehm.. Ok, ma Police non mi pare sia un sito italiano :) Qui da noi ad esempio, chi ha pubblicato i primi screen di KitKat? Giusto per citarne una importante tanto quanto recente..

        • Dany

          Si perché di solito uno guarda solo i siti in italiano vero? E nessuno guarda Android Pomice…
          La storia dei KitKat è in effetti l’eccezione che conferma la regola

          • Eugex8.9

            Abito in Italia, prescindendo dai vari traduttori il mio è un inglese prettamente scolastico e mi va bene così. Premesso ciò, se seguo queste cose lo faccio per passione, non per lavoro e nemmeno perché mi reputo un “malato” da scoop estero. Tanto se sono notizie serie, vengono riportate nel giro di qualche ora, spesso minuti.. quindi mi domando, che senso ha? Facciamo fare “visite” agli altri? Con i bravi blogger che abbiamo qui?? Parli come se la maggior parte degli utenti fanno quello che fai tu. Lungi da me criticarti, ognuno è libero di agire come crede..

          • Dany

            Veramente sei tu che parli come se tuti facessero come te. Non tutti leggono solo i siti in italiano eh, anzi…

  • Bigons

    Ma cosa firmiamo a fare i consensi per la privacy se poi accettiamo di farci ” pedinare ” elettronicamente 24 ore al gg. con software che ci dicono cosa desideriamo fare o dove vorremmo andare prima ancora che a noi vengano quelle idee ?

    • Stefano

      Cosa c’entra questa cavolata con l’articolo?

      • pippuss

        ha detto comunque una cosa sacrosanta

        • Stefano

          A parer mio è una cazzata..

          • pippuss

            visita un prodotto su amazon..poi vai su qualsiasi sito con tanta pubblicita..noterai che meta delle pubblicita hanno il prodotto che hai visitato poco fa..se hai un’altra spiegazione illuminaci..quelli a casa mia si chiamano cookie..

Top