Almeno 10 tablet con processori Intel in mostra al Computex

Intel, principale produttore di processori per il mercato PC con più del 90% di quota di mercato, ha proposto ormai da diversi anni le sue soluzioni a basso consumo Atom. Queste, tuttavia, non possono competere per efficienza energetica con le architetture ARM: il rapporto prestazioni/consumi è tuttora a vantaggio della casa inglese con sede a Cambridge. Proprio a causa di questo, gli utenti scelgono sempre più soluzioni basate su architetture ARM, lasciando Intel nel “piccolo cantuccio” del mercato netbook (che, voglio ricordare, sta subendo un notevole calo di vendite a causa dei tablet). Nonostante questo, Intel si prepara a presentare more than ten new tablets (“più di dieci nuovi tablet”) al Computex di quest’anno – che si terrà dal 31 Maggio a Taiwan. Otellini, CEO di Intel, aveva già detto che avremmo visto nuovi prodotti con processori Intel entro un anno – ed ecco le prime dimostrazioni. Navin Shenoy, general manager per l’Asia ed il Pacifico, ha aggiunto che “più di 35” tablet arriveranno sul mercato quest’anno con processori Intel. Questi tablet avranno Android Honeycomb ottimizzato per architettura x86, cosa sicuramente positiva. La buona notizia è che assieme ad Android ed a Windows, i nuovi tablet saranno dotati anche di Meego, sistema operativo basato su Linux.

[Via Engadget.com]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • MaxArt

    Non capisco perché far uscire con MeeGo se tanto anche Intel presto getterà la spugna con quel SO (che potenzialmente poteva avere un buon successo).

    • Chi te lo ha detto, un uccellino? Guarda che non è che solo perché Nokia si è venduta a Microsoft adesso Meego è scomparso… di certo si è ridimensionato, ma non è ancora morto

      • MaxArt

        È una questione di partner commerciali. Il fatto è che, al di là di questi pochi tablet, non mi risultano particolari importanti progetti con MeeGo. Soprattutto nel mondo della telefonia non ce n'è traccia, dopo che che Nokia si è gettata tra le braccia di Microsoft. Da allora, nessuna novità sul fronte.

        Intel potrà andare avanti da sola, non le mancano le risorse. Non chiuderà di certo il progetto nel 2011, forse non lo farà nemmeno nel 2012 ma se non trova partner commerciali adeguati (e Nokia lo sarebbe stato, se non fosse stato per l'inettitudine dei suoi vertici) alla fine risulterà solo in un ramo morto, commercialmente parlando, e lasceranno tutto alla comunità oper source. Cioè, sarà praticamente finito, roba per gli ultra-smanettoni.
        Ho l'impressione che all'interno di Intel stiano già da tempo pensando: "Ma chi ce lo fa fare se già c'è Android?" E che anzi ci stiano lavorando da tempo. MeeGo sarà servito loro per fare esperienza.

        A me interessava assai il progetto, ma un terminale di buon livello con MeeGo sarebbe dovuto uscire già 6 mesi fa, invece non si sa se ne vedremo uno ancora nel 2011.
        La versione 1.2 dovrebbe uscire proprio oggi, secondo la roadmap.

Top