Xiaomi Mi Band 3 ufficiale: economica e come l’avete sempre voluta, con display OLED

Xiaomi Mi Band 3 ufficiale: economica e come l’avete sempre voluta, con display OLED
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/xiaomi-mi-band3-tta-460x307.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/xiaomi-mi-band3-tta-635x423.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/xiaomi-mi-band3-tta.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/xiaomi-mi-band3-tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/xiaomi-mi-band3-tta.jpg"}, "title": "Xiaomi Mi Band 3 ufficiale: economica e come l’avete sempre voluta, con display OLED" }

Ancora un paio di giorni e avremmo raggiunto i due anni esatti dal lancio del precedente modello, avvenuto il 2 giugno 2016, ma così non è stato e quindi vi parliamo oggi di Xiaomi Mi Band 3.

Nessuna sorpresa dall’evento di presentazione perché Xiaomi Mi Band 3 è esattamente come descritta dalle indiscrezioni degli ultimi giorni e cioè una versione migliorata, sotto molti aspetti, della Xiaomi Mi Band 2, dalla quale riprende grossomodo anche il design.

Ciò che salta subito all’occhio, soprattutto rispetto al modello precedente, è il bel display OLED da 0,78 pollici e con risoluzione di 128 x 80 pollici posizionato nella parte alta del dispositivo. Non solo consente la visualizzazione delle notifiche, e anche dei messaggi di testo, ma supporta pure le gesture, utili per muoversi all’interno dei menù.

Il tasto circolare posizionato subito sotto e leggermente incavato svolge una duplice funzione: serve per risvegliare la smartband dallo stand-by e per confermare, tramite una pressione prolungata, le scelte all’interno dei menù. La batteria è da 110 mAh e, secondo le stime dichiarate da Xiaomi, dovrebbe garantire un’autonomia di ben 20 giorni d’uso intenso, grazie anche al Bluetooth 4.2 con cui si collega allo smartphone. Presente la resistenza all’acqua fino a 50 metri di profondità.

Il software è in linea di massima quello visto con il modello precedente e ciò significa che Xiaomi Mi Band 3 dà la possibilità, oltre che di leggere i messaggi di testo, di ricevere le notifiche, di contare i passi, di misurare i battiti cardiaci tramite il cardiofrequenzimetro, di registrare il sonno e i chilometri percorsi, di impostare sveglie, di visualizzare le calorie bruciate e le previsioni del meteo, di monitorare le attività fisiche e, ovviamente, di visualizzare data e ora.

Xiaomi Mi Band 3 sarà disponibile all’acquisto in Cina nei prossimi giorni in blu, nero e arancione al prezzo di 169 yuan, cioè poco meno di 23 euro; c’è anche una versione dotata di NFC per i pagamenti sul territorio cinese venduta a 199 yuan, circa 27 euro. Nessuna informazione, per ora, sull’arrivo in Italia, ma ne riparleremo non appena avremo qualcosa al riguardo. E’ come l’avete sempre voluta, no?

Condividimi!