Vodafone e TIM hanno annunciato, con un comunicato stampa congiunto, l’intenzione di avviare una partnership che porti alla condivisione della componente attiva delle rispettive reti 5G. Le due compagnie hanno sottoscritto un Memorandum d’intesa, non vincolante, allo scopo di negoziare in maniera esclusiva la possibile collaborazione su alcune attività.

Il primo progetto riguarda la possibilità di velocizzare l’implementazione delle reti 5G sul territorio italiano grazie a uno sviluppo congiunto, che passerebbe per la possibilità di installare insieme i propri apparati attivi 5G. Vodafone e TIM vogliono inoltre valutare la possibilità di condividere gli apparati attivi anche per quanto riguarda le reti 4G esistenti, adeguando le reti di trasmissione mobile con l’ausilio della fibra ottica ad alta capacità.

L’accordo potrebbe essere esteso a quello attuale relativo alle infrastrutture passive di rete, che attualmente riguardano 10.000 siti e che porterebbe all’aggregazione delle 22.000 torri di comunicazione delle due società. Le infrastrutture d Vodafone verrebbero aggregate a quelle di Inwit, controllata per il 60% da TIM, con la possibilità di aggregare anche le apparecchiature attualmente ospitate sulle torri di terzi.

Vodafone e TIM avrebbero pari diritti e la stessa partecipazione nel capitale di Inwit, per evitare un’offerta pubblica per l’acquisizione delle sue azioni. L’attuazione dei progetti descritti nel memorandum è subordinata alla sottoscrizione di accordi vincolanti tra le parti, che intendono perfezionare uno o più progetti entro la fine del 2019.

Aldo Bisio, Amministratore Delegato di Vodafone Italia, ha commentato:

Questa partnership ci consente di creare rilevanti benefici per i nostri clienti e per i soggetti coinvolti, che potranno vivere la migliore esperienza 5G, resa disponibile in anticipo e su una piuÌ€ ampia area geografica. Il 5G rappresenta una discontinuitaÌ€ tecnologica con un impatto sociale profondo, che richiede investimenti, efficienza e rapiditaÌ€ realizzativa. Questo ci ha portato ad ampliare l’ambito della positiva esperienza di cooperazione attuale.”

Dal canto suo Luigi Gubitosi, Amministratore Delegato del Gruppo Telecom Italia, ha affermato:

Questa partnership permetteraÌ€ ai nostri clienti di entrare piuÌ€ rapidamente nella rivoluzione del 5G consentendo, allo stesso tempo, a entrambe le aziende un uso piuÌ€ efficiente delle risorse dedicate a questa nuova sfida. Siamo convinti che la condivisione della rete sia un elemento chiave per offrire un servizio piuÌ€ esteso, migliore ed efficace a vantaggio del Paese, dei clienti e di tutti gli stakeholder.”