Samsung Galaxy A12 è una delle alternative più economiche della casa coreana di questo 2021. Un prodotto che cerca di offrire completezza a un prezzo accessibile e, seppur non abbia una scheda tecnica da strapparsi i capelli, nella pratica può soddisfare determinate esigenze. Uno smartphone da valutare e forse da far maturare, tanto nel prezzo quanto nel software. Scopriamolo più nel dettaglio in questa recensione.

Video recensione di Samsung Galaxy A12

Design & Ergonomia

Esteticamente si presenta totalmente in plastica fatto salvo per il fronte che ovviamente è in vetro a protezione dello schermo. Posteriormente la plastica è zigrinata per 2/3 e questo facilita l’impugnatura e scongiura possibili problemi di scivolamento dalle mani.

Sul fianco destro c’è il sensore di impronte digitali che offre un metodo di sblocco sicuro e sufficientemente rapido, in alternativa allo sblocco col volto 2D che seppur sia presente sconsiglio di utilizzarlo in quanto poco affidabile.

Il display è molto ampio da 6,5 pollici con tecnologia LCD e risoluzione HD+, sulla carta potrebbe risultare da buttare ma in realtà Samsung riesce sempre a utilizzare pannelli di qualità e, per la fascia di prezzo in cui ci ritroviamo, si tratta di un buon schermo ben visibile anche sotto la diretta luce del sole. Le cornici attorno poi sono sufficientemente ottimizzate al netto della parte inferiore con logicamente un mento più pronunciato del solito.

Superiormente, nel notch a forma di goccia, c’è la fotocamera frontale e la capsula auricolare con un audio di discreta qualità. In altoparlante invece a riprodurre il suono ci pensa il singolo speaker mono posto inferiormente.

Oltre alla porta USB Type-C c’è da segnalare la presenza del foro da 3,5 mm per collegare cuffie cablate, di due slot per le nano SIM e di uno slot dedicato per espandere la memoria tramite MicroSD. Manca invece il supporto alla connettività 4G+ e alle reti WiFi a 5 GHz.

Non è ovviamente dotato di certificazioni IP o protezione contro acqua e polvere, seppur il corpo in plastica lo faccia sembrare comunque resistente. Non male la vibrazione, non troppo secca da risultare fastidiosa.

Funzionalità

In controtendenza con quanto fatto nel 2020, questo Galaxy A12 non arriva con a bordo l’ultimo update (Android 11) bensì con Android 10. La versione 11 dovrebbe comunque arrivare con un prossimo aggiornamento ma per lo meno le patch di sicurezza sono comunque aggiornate a Gennaio 2021 e con molta probabilità verranno aggiornate ogni 3 mesi.

L’interfaccia grafica è la One UI 2.5, anche qui siamo un po’ indietro rispetto alla 3.0 e 3.1  presente sui più recenti modelli di punta.

Poco male però perché comunque a livello di funzionalità ci siamo, è uno smartphone completo con una gestione di batteria, memoria interna e ram nella sezione Assistenza delle impostazioni, la presenza del Game Launcher per avere un’area dedicata al gioco, la possibilità di sdoppiare applicazioni come WhatsApp e social network per utilizzare più account e la condivisione di file con altri smartphone nelle vicinanze.

Manca invece nel launcher un qualsiasi feed di notizie sul lato sinistro, la Homescreen è pulita e priva di fronzoli. Essenziale dunque e forse anche troppo.

1 consiglio

Per chi vuole qualcosa di più completo ma al tempo stesso comunque leggero consigliamo di installare il launcher Lawnchair, disponibile gratis sul Play Store, contiene più impostazioni di personalizzazione e la possibilità di avere il feed di notizie di Google Discover.

Abilitarlo è molto semplice: è sufficiente tenere premuto su un’area vuota dello schermo, cliccare impostazioni e poi Plugins, a questo punto cliccare “Mostra App Google Feed” scaricare e installare il Lawnchair Feed. Una volta fatto basta tornare sulla schermata Plugins e attivare effettivamente la voce indicata sopra.

Prestazioni

Samsung Galaxy A12 non è perfetto e dove lo dimostra maggiormente è proprio sulle prestazioni dove non riesce a garantire un’esperienza d’uso scattante e fluida. Ricordandoci della fascia di prezzo cui viene proposto rasenta l’accettabile ma indubbiamente lo sconsigliamo come regalo a un ragazzo o a chi cerca un minimo di velocità nel compiere le varie azioni. Aprire le app a volte richiede un secondo di troppo e la gestione del multitasking non è particolarmente efficace, tende infatti a chiudere molto repentinamente le applicazioni perdendo ciò che stavamo facendo precedentemente.

Il processore è un MediaTek Helio P35 octa-core (4×2.35 GHz Cortex-A53 + 4×1.8 GHz Cortex-A53) affiancato da 4 GB di memoria RAM e 64 o 128 GB di memoria interna, appunto espandibile.

Quello che preoccupa di più però è la tecnologia della memoria interna: eMMC, invece delle più recenti UFS. Questo significa che a lungo andare, nel corso dei mesi, c’è un elevato rischio che il problema di lentezza peggiori, peccato.

Fotocamera

Il comparto fotografico è così composto:

  • 48 megapixel, f/2.0, 26mm (grandangolare), con messa a fuoco automatica;
  • 5 megapixel, f/2.2, 123˚ (ultra grandangolare);
  • 2 megapixel, f/2.4, (macro);
  • 2 megapixel, f/2.4, (per la misurazione della profondità);
  • 8 megapixel selfie camera.

La qualità delle immagini è sufficiente di giorno ma scarsa non appena la luce comincia a diminuire. In condizioni ottimali le foto migliori si otterranno con soggetti ravvicinati, mentre nei panorami manca dettaglio, con un po’ di rumore di disturbo nelle zone d’ombra.

Insomma, il panorama non è dei migliori, bisogna accontentarsi, tuttavia la qualità non è peggiore rispetto alla maggior parte dei competitor, questo è ciò che offre la fascia bassa.

Batteria & Autonomia

Punto di forza di Samsung Galaxy A12 è indubbiamente la batteria, così come molti altri smartphone di questa fascia di prezzo. Grazie alla 5000 mAh di cui è dotato può garantire fino a 3 giorni di utilizzo con un utilizzo blando oppure la giornata piena con un utilizzo intensivo con fino a 7-8 ore di schermo acceso.

Supporta la ricarica rapida a 15 W e questo vuol dire che impiega poco più di 3 ore per la ricarica completa da 0 a 100.

In conclusione

Samsung Galaxy A12 è disponibile in Italia da gennaio 2021 al prezzo di 179,90 per la variante 4/64 GB e 199,90 Euro per la variante 4/128 GB. Online, come ad esempio su Amazon.it, non è difficile però trovarlo a partire da 130/140 Euro facendolo risultare più interessante rispetto al prezzo di listino.

Prezzi comunque ancora troppo alti rispetto a cosa si può comprare a poche decine di Euro in più restando in casa Samsung, come ad esempio Galaxy A41 che è decisamente più completo e reattivo, o sullo stesso prezzo guardando altrove come Redmi Note 9 o Realme 6.

In conclusione dunque non reputiamo Samsung Galaxy A12 un best buy al prezzo attuale, sicuramente può essere un’alternativa interessante una volta che scivola sotto i 120 Euro, con tutti i ma del caso sottolineati in questa recensione.

Pagella

7.5
Design
7.0
Funzionalità
6.2
Prestazioni
6.0
Fotocamera
8.4
Batteria
6.8