La nuova famiglia X3 di Oppo è arrivata sul mercato e si propone di ben 3 alternative con precisi posizionamento di prezzo. Dopo aver visto la punta di diamante, Oppo Find X3 Pro (recensione), analizziamo in questa recensione di Oppo Find X3 Neo, il fratello intermedio con un prezzo di listino di 799 Euro ma che, se acquistato entro la fine di aprile 2021, vi dà diritto ad un interessante bundle regalo.

Scopriamolo più nel dettaglio.

Unboxing di Oppo Find X3 Neo

La confezione di Oppo Find X3 Neo non ha alcuna mancanza anzi, è bella completa. All’interno oltre allo smartphone è infatti presente l’alimentatore da parete da 65W, il cavo USB Type-C per la ricarica e trasferimento file e una cover trasparente???

Video recensione di Oppo Find X3 Neo

Design & Ergonomia

Il design di Oppo Find X3 Neo è particolare se lo si analizza nel dettaglio, grazie a un gioco di contrasti sulle forme. Il display infatti ha angoli stondati ed è inserito all’interno di una scocca decisamente più squadrata con i bordi superiore e inferiore così piatti da stare in piedi tranquillamente su un tavolo. In parte mi ha ricordato piacevolmente l’iconico Nokia N9 e nel complesso ha un suo perché. Anche posteriormente però ha una caratteristica decisamente vistosa ovvero una scocca posteriore in vetro, ruvida, con un’accentuata iridescenza tale da non far capire di quale colore sia in quanto continua a cambiare non appena lo si muove. Non si può certo dire che anche questo smartphone, così come Oppo Find X3 Pro non abbia un suo carattere.

Sa farsi notare sia esteticamente che a livello di dimensioni non rappresentando una soluzione compatta, bensì un classico smartphone di generose dimensioni (159.9 x 72.5 x 8 mm). Per lo meno il peso è contenuto, 184 grammi, ben equilibrato lungo il telefono, ma l’ergonomia non è delle migliori, non tanto per le sue misure quanto per una eccessiva scivolosità per cui una cover protettiva è caldamente consigliata.

Sempre a proposito dell’esperienza al tatto una nota dolente è il feedback di vibrazione che possiamo considerare da fascia media, un po’ eccessivamente rumoroso.

Frontalmente il display, leggermente curvo ai bordi, è di tipo AMOLED da 6,55” molto luminoso con 1100 nits di luminosità massima, risoluzione FHD+ e refresh rate a 90 Hz. Si tratta di un ottimo pannello sotto tutti i frangenti, poco inferiore ma praticamente solo sulla carta rispetto a quello di Find X3 Pro. A completare l’aspetto multimediale c’è un audio di buona qualità con un effetto stereo offerto dallo speaker principale più la capsula auricolare.

Sotto allo schermo invece è collocato il sensore di impronte sotto al display, anche questa volta un po’ troppo in basso per cui all’inizio può risultare leggermente scomodo ma a cui ci si può fare l’abitudine.

Funzionalità

Il sistema operativo di Oppo Find X3 Neo è Android 11 con interfaccia grafica ColorOS 11.1 e nel complesso possiamo definirla l’antagonista numero uno della Samsung One UI di Samsung. In termini di funzionalità è davvero completa e in quanto a reattività non è seconda a nessuno grazie a zero tentennamenti e una fluidità della transizioni accelerata dall’alto refresh rate dello schermo.

Altra novità è l’applicazione pre-installata Oppo Relax 2.0, un set di suoni e armonie appositamente studiate per ricreare ambienti attraverso l’ausilio dell’audio, ad esempio è possibile catapultasi su una spiaggia estiva, in un bosco, in un campeggio, in un tempio buddista e tanto altro.

Fra le impostazioni della Privacy non mancano la possibilità di clonare il sistema impostando due password diverse oppure accedere alla cassaforte privata per nascondere file importanti, mentre fra gli strumenti pratici un set di funzionalità utili come il registratore schermo, la gestione del multiwindow, la possibilità di attivare la barra laterale intelligente per avere dei collegamenti rapidi a portata di tap oppure la modalità ad una mano dove basta fare un legger swipe up laterale per raggruppare le applicazioni della home screen e raggiungerle più velocemente.

Non manca anche una sezione avanzata di modifica delle foto con possibilità di creare filtri sulla base di altre fotografie, aggiungere elementi o testo o rimuovere oggetti di disturbo.

Qui la variante Find X3 Pro ha una versione leggermente migliorativa della ColorOS ma le mancanze sono davvero risicate.

Prestazioni

All’interno dello smartphone il cuore pulsante è composto dal processore Qualcomm Snapdragon 865, ovvero il chip di fascia alta dello scorso anno ma che possiamo tranquillamente definire più che attuale dal punto di vista delle prestazioni e gestione dei consumi.  Un aspetto particolarmente apprezzabile di Oppo poi è la pratica di inserire sempre un quantitativo importante di memoria interna, ben 256 GB di tipo UFS 3.1 (invece di UFS 2.1 di Find X2 Neo), oltre a 12 GB di memoria RAM. È dotato poi di NFC, GPS, Wi-Fi 6, bluetooth 5.2 e ovviamente anche di connettività 5G oltre che 4G+ e 4G.

Come ricezione siamo praticamente sullo stesso livello tra Find X3 Pro e Find X2 Neo ma rispetto a quest’ultimo è supportato non solo il 5G non standalone, ovvero quello che si basa sul 4G per agganciarsi alla rete, ma anche il 5G standalone ovvero lo standard che verrà sempre più usato in futuro.

Difficile trovargli dei difetti sotto l’aspetto tecnologico quindi, l’hardware è rodato e si posiziona di fatto a un livello leggermente superiore al modello dello scorso anno, X2 Neo che invece ha lo Snadragon 765G, e un gradino sotto rispetto a Find X3 Pro con Snapdragon 888. Se però col primo una leggera differenza si nota, col secondo sono davvero risicate al minimo. Anzi, da un certo punto di vista riesce a gestire in modo migliore la dissipazione del calore surriscaldandosi meno nei momenti di maggior stress.

Fotocamera

Sul comparto fotografico siamo praticamente allo stesso livello del portabandiera Oppo Find X3 Pro in quanto questa versione Neo è dotata degli stessi sensori fotografici ad eccezione della microscopio, in questo caso abbiamo un più semplice sensore macro, e della fotocamera ultra-grandangolare che non è da 50 megapixel bensì da 16 megapixel ma con un angolo di campo maggiore: 123° invece di 110°.

Come è normale che sia è proprio la fotocamera ultra-grandangolare a soffrire maggiormente e tipicamente nelle condizioni intermedie o di bassa luminosità ambientale. Si tratta di un miglioramento rispetto alla 8 megapixel di Find X2 Neo dello scorso anno ma è comunque presente un po’ di rumore d’immagine, non male invece in ottime condizioni di luce. Stesso giudizio del Find X3 Pro invece per il sensore fotografico principale che riesce a realizzare sempre degli scatti gradevoli con anche un aiuto da parte dell’HDR, della fotocamera teleobiettivo e della fotocamera anteriore, anche questa molto buona per il compito che deve svolgere.

Piccolo downgrade invece sui video dove la fotocamera ultra-grandangolare può essere utilizzata in video solo per la registrazione a 30 fps ma non a 60 fps, ed è possibile passare da un sensore all’altro durante la ripresa.

Per ricapitolare:

  • 50 MP, f/1.8, 24mm (grandangolare), 1/1.56”, 1.0µm, omnidirectional PDAF, OIS;
  • 13 MP, f/2.4, 52mm (teleobiettivo), PDAF, 2x zoom ottico;
  • 16 MP, f/2.2, 123˚ (ultra grandangolare);
  • 2 MP, f/2.4, (fotocamera macro).

Batteria & Autonomia

La batteria di Oppo Find X3 Neo è da 4500 mAh complessivi suddivisi in due moduli da 2250 mAh ciascuna con supporto alla ricarica rapida SuperVOOC da 65W permettendogli così di ricaricarsi da 0 a 100 in poco più di 30 minuti. del 15% in 2 minuti e del 50% in 10 minuti.

Nell’utilizzo tipico giornaliero riesce a portare tranquillamente a sera con una durata tra le 5 e le 5 ore e mezza di schermo acceso con tutte le funzionalità al massimo e nessun utilizzo del risparmio energetico. È possibile quindi allungare un poco la batteria riducendo il refresh rate a 60 Hz, impostando la modalità scura e attivando il risparmio energetico all’occorrenza.

In conclusione

Oppo Find X3 Neo è disponibile di listino a partire dal mese di marzo a 799 Euro, una cifra importante che viene parzialmente ribilanciata dalla promozione lancio che vede come regalo l’Oppo Watch da 41 mm e le Cuffie True Wireless Enco W51 pari a un valore complessivo di 349 Euro (ulteriori informazioni).

Si tratta di uno smartphone concreto, senza particolari rinunce ma anche senza peculiarità per cui rappresenta una buona soluzione per chi vuole provare un approccio con l’azienda Oppo acquistando al tempo stesso un prodotto di fascia alta ed entrando nel suo piccolo ma in espansione ecosistema (grazie allo smartwatch e alle cuffie), il tutto senza svenarsi come richiederebbe invece il Find X3 Pro. (inutile dire che su questi prezzi si può acquistare in alternativa un OnePlus 9 o uno Xiaomi Mi 11, che però non vi darebbero alcun regalo aggiuntivo)

Ecco, sarebbero stati apprezzabili e avrebbero fatto maggiormente la differenza rispetto alla concorrenza la presenza di una ricarica wireless e/o una certificazione contro acqua e polvere avrebbero fatto la differenza.

Altre offerte

Pagella

7.7
Design
8.5
Funzionalità
9.0
Prestazioni
8.0
Fotocamera
8.0
Batteria
8.4