La famiglia OnePlus Nord si allarga con N10 5G e N100, due smartphone che segnano l’entrata della casa cinese sulla fascia medio bassa degli smartphone. Una scelta un po’ inaspettata, soprattutto considerando la storia di OnePlus, segno di un ulteriore cambiamento iniziano nella prima metà dell’anno.

OnePlus Nord N10 5G non è il più economico della famiglia, si posiziona subito sotto OnePlus Nord (recensione) sia nel prezzo che nelle caratteristiche tecniche. Vediamo di che pasta è fatto in questa recensione.

Confezione di OnePlus Nord N10 5G

All’interno della confezione di OnePlus Nord N10 5G è presente il caricabatterie Warp Charge a 30W, il cavo per ricarica e trasferimento file Type-C e la spilletta per estrarre il cassettino della SIM e MicroSD.

Video recensione di OnePlus Nord N10 5G

Design & Ergonomia

OnePlus Nord N10 5G si presenta come il classico smartphone di fascia medio bassa. È brutto definirlo così ma esteticamente e la sensazione al tatto è quella, niente di diverso rispetto a uno Xiaomi o un Samsung da 200€. Anche la colorazione, dove OnePlus solitamente osa di più, è abbastanza banale, un blu scuro che sta sempre bene e nulla più.

La più “grave” lacuna però è il tipico slider meccanico laterale per attivare o disattivare la modalità silenziosa per cui anche in questo, non si differenzia rispetto alla mole di prodotti in circolazione, davvero un gran peccato, insieme a una vibrazione economica e rumorosa.

Frontalmente il display, da 6,49 pollici con risoluzione FHD+, è a tecnologia LCD IPS, per questo la cornice inferiore è più pronunciata e il sensore di impronte collocato posteriormente, e anche qui fa un po’ storcere il naso dato che OnePlus si è sempre fatta grossa con display OLED di grande pregio. Della OnePlus che conosciamo resta solo l’alto refresh rate che arriva fino ai 90 Hz, magra consolazione.

In termini dimensionali misura 163 x 74.7 x 8.95 mm e ha un peso di 190 grammi, nella media. Apprezzata la porta audio da 3,5 mm sulla parte inferiore e la presenza di un audio stereo in altoparlante che sfrutta la capsula auricolare come secondo speaker, di discreta fattura.

Funzionalità

OnePlus Nord N10 5G arriva sul mercato con Android 10 e OxygenOS 10, davvero un peccato che l’azienda non abbia scelto di approdare già con Android 11 come fatto su OnePlus 8T, questo vuol dire che sarà supportato per un ulteriore major update oltre ad Android 11.

Le funzionalità restano le solite e da questo punto di vista non ha niente di meno rispetto ad esempio a un OnePlus Nord. Ad esempio c’è anche il Display Ambient la cui utilità tuttavia viene meno a causa della tecnologia del display che, essendo LCD, non ha il beneficio di consumare meno mentre riproduce il colore nero come gli OLED.

Presente tutta la sezione dedicata alla personalizzazione per modificare il colore principale, stile icone e quant’altro, la possibilità di attivare le gesture o la barra di navigazione o, alla voce Utilità delle impostazioni, la funzione di App parallele per avere più account delle stesse applicazioni, App locker per bloccare con un codice l’accesso a determinate app e Shelf, la dashboard in OnePlus che si può attivare tenendo premuto sulla HomeScreen.

In termini di privacy e sicurezza c’è un sensore di impronte sul retro dello smartphone che funziona bene seppur sia posizionato un po’ eccessivamente in alto, oltre alla possibilità di attivare lo sblocco del volto 2D, pratico ma poco sicuro.

Ulteriori informazioni sulla OxygenOS 10 le trovate nel nostro approfondimento dedicato:

Prestazioni

OnePlus Nord N10 5G è il primo, e al momento l’unico, smartphone sul mercato ad adottare il nuovo Qualcomm Snapdragon 690, un processore particolare per il fatto che sia rivolto verso una fascia di prezzo medio-bassa ormai però dominata dal più valido Snapdragon 765G che, un po’ come il prezzemolo, lo si trova ormai su smartphone da poco più di 200 Euro (Xiaomi Mi 10 Lite) fino a 1200 Euro (LG Wing).

Fra i due la differenza c’è, sia sulla carta dove i core dediti alle prestazioni sono due che girano 2 GHz contro 1 core da 2.4 Ghz ed un secondo a 2.2 GHz dello Snapdragon 765G, senza considerare anche una piccola differenza sui 6 core a bassa frequenza pari a 100 MHz e soprattutto del processore produttivo a 8 nm invece che 7 nm. Insomma, fin dal lancio di questo processore avevamo dubbi sulla sua utilità e qui ne abbiamo un po’ la conferma, utile quasi solo a Qualcomm per farsi bella producendo un processore 5G di serie 6 senza però guardare a un mercato che, visti gli importanti cali di prezzo degli smartphone, è cannibalizzata in toto dalla serie 7.

Nell’uso pratico le performance che offre questo smartphone sono decisamente inferiori rispetto a un OnePlus Nord, non tanto nella scorrevolezza d’uso dove il software fluido e l’alto refresh rate riescono ad ingannare i nostri occhi, bensì nell’utilizzo presentando spesse volte incertezze anche di qualche secondo o chiudendo frettolosamente le app in sospeso nel task manager. Probabilmente i 6 GB di memoria RAM (LPDDR4X) non sono sufficienti a garantire una permanenza in memoria mentre la memoria interna da 128 GB di tipo UFS 2.1 è espandibile tramite MicroSD.

Niente di cui lamentarsi invece sul fronte connettività dove prende bene e non ci sono problemi da segnalare, anzi è presente il supporto alla connettività 5G SA e NSA ma non il supporto alle mmWave; non manca il WiFi a doppia banda, l’NFC per i pagamenti tramite Google Pay, Bluetooth 5.1 e sensori di geo-localizzazione quali GPS (L1+L5 Dual Band), GLONASS, Galileo, Beidou, A-GPS.

Fotocamera

Il comparto fotografico di OnePlus Nord N10 5G è così composto:

  • 64 megapixel con apertura f/1.79 e pixel grandi 0,7 μm (non stabilizzato otticamente ma digitalmente);
  • 8 megapixel ultra grandangolare f/2.25 con ampiezza di campo da 119°;
  • 2 megapixel macro f/2.4;
  • 2 megapixel monocromatica f/2.4.

La fotocamera frontale selfie invece è da 16 megapixel f/2.05.

La qualità in genere non sorprende né in positivo né in negativo, si tratta di un comparto fotografico nella media per la fascia di prezzo dei 300 Euro che soffre i forti contrasti e mostra il fianco appena cala la luminosità ambientale. L’applicazione fotocamera OnePlus non riesce ancora a valorizzare i sensori di cui è dotato e anche qui pecca degli stessi difetti dei suoi fratelli.

In ambito video riesce a registrare alla qualità massima di 4K a 30 fps o 108p a 60 fps, purtroppo si fa notare eccessivamente l’assenza di una qualsiasi stabilizzazione dell’obiettivo, fortuna che c’è la stabilizzazione digitale che migliora la situazione.

Batteria & Autonomia

La batteria è il vero cavallo di battaglia di questo OnePlus Nord N10 5G dove non spicca per il numero in sé del modulo, 4300 mAh, bensì per la durata dove si può notare che il processore è davvero ben poco energivoro e così anche le restanti specifiche tecniche votate al risparmio energetico.

Permette di arrivare a circa 7 ore di display acceso lungo la giornata, di conseguenza arrivare a sera è una certezza con questo smartphone.p

Interessante, e un po’ inaspettata, la ricarica rapida Warp Charge 30T che permette di ricaricare da 0 a 100 in circa 35-40 minuti ma, ovviamente, non ha ricarica wireless.

In conclusione

Insomma OnePlus Nord N10 5G è lo smartphone che decreta, insieme a N100, lo sbarco dell’azienda sulla fascia bassa del mercato, fascia fin dalla nascita scartata in quanto contrastante rispetto agli impegni presi con la community. Si nota come OnePlus voglia allargare gli orizzonti e cercare di offrire qualcosa di più anche su fasce inferiori tuttavia arriva un po’ tardi, giusto qualche mese dopo gli assi calati da Xiaomi come Mi 10 Lite 5G o Poco X2 NFC che di fatto hanno rovinato i giochi un po’ a tutti essendo ora disponibili a prezzi super competitivi.

OnePlus Nord N10 5G è un prodotto un po’ inatteso e, per ciò che offre, eccessivamente costoso. I 349 Euro richiesti sono troppo alti soprattutto considerando che a soli 50€ in più c’è OnePlus Nord che è fatto di tutta un’altra pasta, quella della vera OnePlus. Scelta di prezzo strana, tra l’altro, considerando che il fratello minore OnePlus Nord N100 viene invece venduto a 199 Euro, che l’azienda voglia scontarlo a 299 Euro in occasione del Black Friday di fine novembre? In ogni caso, il suo prezzo più adatto è intorno ai 229/249 Euro.

Altre offerte

Pagella

7.0
Design
8.5
Funzionalità
6.5
Prestazioni
6.8
Fotocamera
9.0
Batteria
7.0