Samsung Australia ha presentato un nuovo dispositivo indossabile progettato per la ricerca sulle commozioni cerebrali negli sport, in particolare quelli di contatto: si chiama BrainBAND ed è il risultato di una collaborazione tra il Dr. Alan Pierce (neuroscienziato) e il designer industriale Braden Wilson. Il progetto fa parte del programma “Launching People” della casa sud-coreana.

Il prototipo è in grado di monitorare gli impatti alla testa in tempo reale e i dati ottenuti possono rivelarsi utili per comprendere al meglio le commozioni e il loro impatto sul cervello; la fascia che potete vedere nel dettaglio qui in basso presenta infatti alcuni sensori sul retro atti a misurare la forza dei colpi subiti.

samsung brainBAND2

Sono presenti una serie di LED colorati che indicano la gravitĂ  dell’impatto (giallo, arancio e rosso) utili a indicare se il giocatore abbia urgente bisogno di cure mediche e non possa assolutamente rientrare sul terreno di gioco.

I dati sono registrati e possono essere sincronizzati in tempo reale tramite app con il medico, l’arbitro e l’allenatore (su dispositivi Samsung). Il dottor Alan Pearce sostiene che “l’obiettivo sia comprendere al meglio i pericoli di ripetuti traumi, e BrainBAND può aiutare a prevenire lesioni in ogni ambito di gioco e a proteggere le future generazioni di atleti“.

Se volete saperne di piĂą potete dare un’occhiata al filmato di presentazione qui in basso.

Via