Samsung Italia chiarisce la situazione per il mercato italiano riguardo a Galaxy Note 7

Samsung Galaxy Note 7 ha dato il suo definitivo addio al mercato, dopo una serie di pericolose esplosioni che lo hanno visto protagonista; Samsung Italia ha rilasciato un comunicato ufficiale che, oltre a riportare le raccomandazioni fatte nella giornata di ieri, chiarisce la situazione per gli utenti italiani.

Stop a vendite, produzione e sostituzione dei dispositivi, con il caldo invito ai possessori di spegnere il proprio Note 7 e riconsegnarlo al punto vendita dove è stato acquistato. In particolare per il mercato italiano, dove ricordiamo il phablet non è mai stato ufficialmente in commercio tranne che per la prima fase di pre-ordine, Samsung Electronics Italia ha messo a disposizione il servizio di ritiro del prodotto e un numero verde dedicato all’assistenza (800 025 520).

Per tutti coloro i quali avessero effettuato il pre-ordine, Samsung garantisce immediato risarcimento dell’intera cifra sborsata, oltre alla spedizione dei premi a cui i clienti avevano diritto al momento del pre-ordine (ovviamente dopo la restituzione del Note 7).

Samsung continua quindi a cercare di sistemare la situazione, cercando di non perdere la fiducia nei propri clienti dopo questa triste vicenda.

Fonte, Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Giuseppe Provenzani

    Il mio va benissimo oltre le aspettative. Sinceramente mi viene difficile consegnarlo per una rottamazione. Non surriscalda minimamente e nantiene una temperatura semi fredda anche a reggimi firti. Sono molto rammaricato.

    • Walter

      Il problema è che non è ancora chiaro il motivo per i surriscaldamenti e le conseguenti “esplosioni”. Ciò vuol dire di fatto rischiare a tenerlo. Senza contare che se dovesse darti problemi in un prossimo futuro, dopo che dovesse finire il piano di rientro, potresti trovarti nella paradossale situazione che Samsung non ti riconosca la garanzia…

      • Giuseppe Provenzani

        Grazie Walter, hai proprio ragione. 👍

      • Storm937

        Inoltre direi che non verrà neanche aggiornato

  • Walter

    Non potevano fare altrimenti, evidentemente il difetto progettuale è tale da non poter essere corretto, se non a costi insostenibili. Avranno un bel da fare a recuperare il danno di immagine e sopratutto il buco finanziario enorme… per il futuro aspettatevi nuovi “salassi” per recuperare. I prossimi top di gamma dovranno includere nel prezzo anche i costi per recuperare la debacle… tutto questo per uscire prima degli altri…. e ora vi prego, non santificate Samsung definendo esemplare la scelta…

    • M-Redstone

      Mah, non è mica detto che le debacle debbano essere recuperate… per un paio di trimestri ti tieni la perdita e basta. Secondo me poi non saranno i 17 miliardi di $ di cui si parla perché probabilmente compenseranno almeno in parte con più S7 ed S7 Edge venduti. Per recuperare volumi e fiducia non puoi alzare troppo il prezzo… anzi, la legge di mercato funziona all’opposto. Vale a dire chr alzi i prezzi da posizioni di forza, non di debolezza. E cmq per un’azienda che in totale di miliardi ne fattura quasi 400 è una batosta sì pesante ma sopportabile. Fosse successo ad HTC avrebbe chiuso

  • Al3xI98O

    :O

Top