Durante l’atteso evento Unpacked dell’11 febbraio 2020, Samsung presenterà la nuova gamma di smartphone Galaxy S20 e forse anche il Samsung Galaxy Z Flip, ovvero lo smartphone pieghevole pensato per contrastare l’hype generato da Motorola con l’annuncio del nuovo RAZR.

Secondo gli ultimi rumor il Samsung Galaxy Z Flip potrebbe avere un range di prezzo che si aggirerà attorno agli 800-1200 euro. Il prezzo “basso” sarebbe dato dalla scelta di fare affidamento ad una componente hardware “inferiore” rispetto ai nuovi Samsung Galaxy S20, puntando così sul più economico Qualcomm Snapdragon 855 per quanto riguarda il processore e ad un modulo LTE per la connettività.

Il Samsung Galaxy Z Flip potrebbe avere un prezzo più basso per via di un hardware “vecchio”

Per quale motivo Samsung dovrebbe sfruttare un hardware “vecchio” all’interno di uno smartphone nuovo? Per lo stesso motivo per cui il Motorola RAZR non presenta l’ultima generazione di SoC Qualcomm: contenere il prezzo di listino.

Dalle ultime indiscrezioni sappiamo che molto probabilmente Samsung utilizzerà una nuova tecnologia di display, il che avrà certamente un suo peso sul prezzo finale. Offrire un prodotto con ad esempio il nuovo Qualcomm Snapdragon 865 potrebbe far schizzare il prezzo fuori scala, il che rappresenterebbe una sorta di autogol per Samsung.