Recensione Xiaomi Redmi 4X Internazionale: uno smartphone per tutti

Recensione Xiaomi Redmi 4X Internazionale: uno smartphone per tutti
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/06\/xiaomi_redmi_4x_recensione_copertina.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/06\/xiaomi_redmi_4x_recensione_copertina-460x259.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/06\/xiaomi_redmi_4x_recensione_copertina-635x357.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/06\/xiaomi_redmi_4x_recensione_copertina.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/06\/xiaomi_redmi_4x_recensione_copertina.jpg"}, "title": "Recensione Xiaomi Redmi 4X Internazionale: uno smartphone per tutti" }

Recensione Xiaomi Redmi 4X Internazionale – Pensando a Xiaomi, solitamente la prima associazione che salta alla mente è l’assenza della banda 20 del 4G LTE. Ma non è questo il caso quando si parla delle versioni internazionali dei suoi prodotti.

Ringraziando GrossoShop.net per il sample, scopriamo dunque insieme nel dettaglio tutti i vantaggi di questa versione nella nostra recensione di Xiaomi Redmi 4X.

Video recensione di Xiaomi Redmi 4X

Hardware & Connettività

Xiaomi Redmi 4X monta un hardware adeguato al suo prezzo: SoC Snapdragon 435 – octa-core a 64 bit con frequenza massima di 1,4 GHz, accompagnato dalla GPU Adreno 505, 3 GB di RAM e 32 GB di memoria interna espandibili tramite microSD, sacrificando lo slot Nano SIM.

VEDI ANCHE

Xiaomi Redmi 4X

Parte Telefonica & Antenne

La connettività è curata con WiFi 802.11 b/g/n e supporto al Dual SIM Dual Standby con uno slot Micro SIM e uno Nano SIM. Come ha detto a inizio recensione c’è il supporto alla banda 20 del 4G LTE. L’unica mancanza è NFC, poiché sono presenti il trasmettitore ad infrarossi, la radio FM e anche il Bluetooth 4.2.

In quanto a geolocalizzazione c’è il supporto ad A-GPS, Glonass e BDS, anche se il fix a volte è leggermente lento.  La ricezione è buona, con solo qualche minima incertezza quando in movimento . Buono anche l’audio in chiamata dalla capsula auricolare.

Ergonomia, Design & Materiali

Xiaomi Redmi 4X si presenta in un corpo compatto e ben assemblato. Li linee ricordano un po’ un mattoncino, con però i bordi stondati. Questo, unito alle dimensioni contenute, gli dona un’ergonomia molto buona, visto anche il peso di soli 150 grammi, per nulla eccessivo.

I materiali però non sono di altissimo livello: benché la scocca centrale sia in alluminio, al tatto non sembra di elevatissima fattura. Per il prezzo a cui viene proposto però la qualità costruttiva è più che sufficiente.

La disposizione degli elementi vede il tasto di accensione e il bilanciere del volume a destra, il carrellino delle SIM a sinistra, il jack da 3,5mm e il trasmettitore ad infrarossi in alto e, per finire, in basso si fan posto due griglie per microfono e altoparlante a contornare il connettore centrale. Due sono i difetti principali: i tasti capacitivi sotto il display non sono retroilluminati e il connettore è ancora un microUSB.

Sul retro, al centro, trova posto anche un lettore di impronte digitali è preciso e mediamente veloce. Il vetro frontale gode invece di una stondatura 2.5D.

Display, Audio & Multimedia

Il display è un punto della recensione di Xiaomi Redmi 4X in cui il prezzo contenuto ha imposto un compromesso: il pannello è un 5 pollici HD (294 ppi) con neri poco profondi, una luminosità massima leggermente carente e soprattutto con supporto massimo a 5 tocchi contemporanei. D’altro canto però si tratta di un pannello discreto se collocato nella sua fascia di prezzo, visti i colori brillanti e i buoni angoli di visuale.

Il comparto audio invece lascia un po’ a desiderare: il volume non è particolarmente elevato e la sonorità dall’altoparlante singolo di sistema sul fondo è parecchio chiusa.

Fotocamera

Nel comparto fotografico Xiaomi Redmi 4X monta un sensore da 13 megapixel f/2.0 sul retro, mentre sul fronte si ferma a 5 megapixel f/2.2. Il software prevedere una grande varietà di filtri in tempo reale e modalità di scatto particolari, fornendo una buona esperienza utente.

La qualità degli scatti però è quella che ci si può aspettare da uno smartphone dal costo contenuto. Di giorno gli scatti sono abbastanza buoni per dettaglio, nonostante il contrasto sia troppo elevato, ma non appena la luce si affievolisce i dettagli vanno ad impastarsi e il rumore prende il sopravvento. Di notte poi gli scatti lasciano molto a desiderare. E un discorso similare vale anche per i selfie.

I video invece arrivano fino al 1080p, ma manca la stabilizzazione e i dettagli non convincono.

Batteria & Autonomia

Un punto da non sottovalutare in questa recensione di Xiaomi Redmi 4X è la batteria, che ha una capienza di ben 4100 mAh. L’autonomia che ne risulta è molto buona: con un uso medio-intenso sono sempre arrivato a due giornate complete di utilizzo con più di 6 ore di display attivo, non il miglior risultato su smartphone ma sicuramente più che soddisfacente.

Una pecca non da poco è però la mancanza di ricarica rapida, dato che con l’alimentatore da 5V / 2A compreso in confezione di vogliono più di 2 ore per ricaricare completamente lo smartphone.

Software

A bordo di Xiaomi Redmi 4X troviamo MIUI 8.2, basata su Android 6.0.1 Marshmallow. Si tratta però della versione Global, che integra il supporto completo alla lingua italiana in tutto il sistema, comprende tutti i servizi di Google fin dalla prima accensione ed è priva dei servizi di MIUI pensati solo per la Cina. Per il resto però non si distacca dalla classica MIUI, il drawer è sempre assente e molte sono le impostazioni rapide nel pannello delle notifiche.

Così come permangono le tante modalità d’uso: con la modalità semplificata l’interfaccia viene ingigantita per accontentare i più anziani, mentre con la modalità bambino si può restringere l’uso dello smartphone a sole alcune app selezionate. In modalità non disturbare è invece possibile impostare degli orari di quiete dalle notifiche programmandoli a determinate ore in selezionati giorni della settimana. Per finire la modalità ad una mano permette tramite uno swipe dal pulsante home di ridurre la porzione di schermo attiva per operare più facilmente in mobilità, nonostante le dimensioni già contenute non la rendano così necessaria.

Tante sono anche le funzioni presenti nel sistema, come ad esempio un’ottima gestione delle modalità di notifica, il doppio tocco per risvegliare lo schermo o ancora un cerchietto flottante chiamato Quick Ball con cui avere sempre a portata di mano varie scorciatoie. Il lettore di impronte può essere invece sfruttato per bloccare l’accesso ad alcune app selezionate tramite Blocco app.  Ovviamente non possono mancare Secondo Spazio, che permette di avere un secondo utente completamente separato dal primo, e App Clonate che consente di utilizzare due istanze di una stessa app – molto comoda per avere due utenti nelle app di messaggistica.

A bordo ci sono molte app preinstallate, ma in questa versione Global sono tutte utili e parte di una suite ben realizzata. Nonostante la versione pensata per i mercati internazionali del software, comunque, permane la necessità di alcuni passaggi per ricevere tutte le notifiche da una certa app. Dall’app Sicurezza è infatti necessario garantirle il permesso di avvio automatico, per poi spostarsi nelle impostazioni energetiche e disattivare per tale app ogni ottimizzazione di MIUI.

Prestazioni

Xiaomi Redmi 4X non è un campione di performance: i tempi di caricamento non sono fulminei, la navigazione su siti pesanti ha qualche lieve incertezza e in generale non si tratta di uno smartphone pensato per uso molto intenso. Ciò nonostante, comunque, le prestazioni sono sempre costanti, cioè non hanno picchi di cali elevati o crash di sistema. Nonostante tutto è comunque possibile giocare a Real Racing 3, accontentandosi di non avere i dettagli al massimo, senza alcun problema di framerate.

Durante i giorni di test una volta questo smartphone ha presentato un avviso di surriscaldamento eccessivo, mentre usato sotto il sole di mezzogiorno per giocare a Pokemon GO, ma oltre a tale episodio non ho mai notato altri episodi di surriscaldamento. Di seguito potete visionare i risultati dei benchmark.

In conclusione

Per concludere questa recensione di Xiaomi Redmi 4X, si tratta di uno smartphone dal rapporto qualità/prezzo molto elevato e che nella versione internazionale testata può essere consigliato davvero a chiunque, dato che è completamente ottimizzato per l’uso nel nostro Paese fin dalla prima accensione. Se però siete un po’ smanettoni e la mancanza della banda 20 del 4G non vi spaventa, forse lo Xiaomi Redmi 4 Pro (recensione) è una scelta migliore ad un prezzo leggermente più alto.

Potete trovare Xiaomi Redmi 4X Internazionale su GrossoShop.net ad un prezzo di circa 150€.

Pagella

7.4
Display
8.6
Ergonomia
7.2
Hardware
8.5
Software
8.8
Batteria
7.2
Fotocamera
9.2
Qualità/prezzo
7.8
Materiali
7.0
Audio
8.3
Esperienza Utente
8.0