Solo provando con attenzione tutti i top di gamma del 2016 si riescono a percepire le piccole differenze tra uno e l’altro: HTC 10, Galaxy S7 Edge, Xiaomi Mi5, LG G5, Huawei P9, sono tutti prodotti eccellenti ognuno con le sue peculiarità e piccoli peccati veniali. Poi arriva Huawei P9 Plus, una fuoriserie super accessoriata che raccoglie il meglio della tecnologia attuale e lo racchiude in un corpo in alluminio e vetro con una super batteria. E’ lo smartphone definitivo? Tutti i dettagli nella nostra recensione.

Unboxing di Huawei P9 Plus

Nella curatissima confezione troviamo un caricabatterie fast charge 9V/2A, un cavetto USB – USB Type C e un paio di cuffiette non in-hear di buona fattura.

Video recensione di Huawei P9 Plus

Hardware & Connettività

A spingere Huawei P9 Plus c’è un potente processore Kirin 955 della succursale HiSilicon. Si tratta di un octa core in configurazione big.LITTLE con quattro core Cortex A72 da 2,5 GHz e 4 core Cortex A53 operanti a 1,8 GHz. La GPU è una Mali T880MP4, abbiamo inoltre 4 GB di RAM LPDDR4 e 64 GB di memoria interna.

VEDI ANCHE

Huawei P9 Plus

La connettività LTE arriva alla sesta categoria (300 Mbit in donwload, 50 in upload), lo scambio dati bluetooth avviene tramite lo standard 4.2 e il WiFi supporta il protocollo ac dual band. Manca la Radio FM, mentre sono presenti NFC e GPS.

P9Plus_tta3

A bordo del terminale troviamo una serie completissima di sensori, dai classici di luminosità e prossimità fino all’emettitore laser per l’autofocus e la porta infrarossi. Una particolare menzione va riservata per l’ottimo sensore di impronte digitali, il migliore sul mercato, che non sbaglia un colpo e offre maggior sicurezza grazie al riconoscimento tridimensionale dell’impronta.

Quasi scontata la presenza di accelerometro, barometro, giroscopio e magnetometro.

Prestazioni

Sul fronte delle prestazioni Huawei P9 Plus non teme rivali, è sempre velocissimo in ogni situazione di utilizzo, compresi la navigazione web e il gaming prolungato. Nei momenti particolarmente stressanti abbiamo rilevato una tendenza al surriscaldamento non troppo marcata ma comunque presente.

Parte telefonica e antenne

Si tratta del fiore all’occhiello di Huawei P9 Plus, un device che fa dell’affidabilità, della qualità di ricezione e scambio dati la sua arma vincente. Prende benissimo, gode di un preciso fix GPS e di un’ottimo audio in capsula durante le chiamate e in vivavoce. Buona anche la portata del WiFi, così come lo scambio dati via bluetooth.

Ergonomia, Design & Materiali

I materiali di Huawei P9 Plus sono di prim’ordine. Abbiamo una monoscocca in alluminio con finitura lucida sulla parte posteriore, aspetto che lo rende meno scivoloso rispetto al fratello minore P9. Sul fronte il vetro protettivo Gorilla Glass 4 ha conformazione 2.5 d e anche sul retro troviamo una piccola banda in vetro che protegge le due fotocamere.

Le finiture lucide esaltano i dettagli costruttivi veramente notevoli con cui è realizzato,  non c’è un millimetro che non sia curato e pregiato.

Le dimensioni non sono adatte a tutti (152.3 x 75.3 x 7 mm) e anche il peso di 162 grammi si fa sentire. Tuttavia,  considerando la dimensione del display, possiamo considerare P9 come uno dei migliori in quanto a ottimizzazione degli spazi.

Display, Audio & Multimedia

Il display è un pannello Amoled da 5,5 pollici con risoluzione FullHD (1920 x 1080 pixel). E’ il tipico Amoled, con tutti i pregi e difetti insiti nella tecnologia con cui è realizzato. Ritroviamo quindi neri assoluti, colori sgargianti ma poco reali e ottimi angoli di visuale. Certamente è un display di impatto ma se cercate la riproduzione fedele della realtà non è il device adatto a voi.

C’è da considerare che nelle impostazioni possiamo calibrare temperatura e tonalità della riproduzione cromatica,  ma difficilmente riusciremo a trovare una configurazione perfetta. Si tratta comunque di uno schermo accattivante e piacevole da utilizzare, ben visibile sotto il sole e con una grande escursione della luminosità.

Huawei P9 Plus è dotato anche di tecnologia press touch, che permette al device di percepire la pressione esercitata sul vetro protettivo. Grazie a questa caratteristica potremo agire su diversi shortcut premendo sulle icone di alcune applicazioni, avremo la possibilità di rendere invisibile la navigation bar con i comandi che verranno recepiti con una pressione nella parte bassa del display, infine è possibile attivare una lente di ingrandimento premendo su una fotografia nella galleria di default, il comportamento è simpatico in quanto a maggiore pressione corrisponde un maggiore ingrandimento.

P9Plus_tta2

Il comparto multimediale è eccellente, senza mezzi termini. Come specificato poco sopra il display compie egregiamente il suo lavoro, ma è il reparto audio a rappresentare il valore aggiunto. L’altoparlante mono è posizionato sulla parte bassa del frame ed è calibrato sulle medie e basse frequenze, la capsula auricolare può fungere anche da secondo emettitore audio, garantendo quindi la stereofonia. Su quest’ultimo vengono privilegiate le frequenze alte.
Il risultato è sorprendente per qualità e immersività del suono, grazie anche al software che modifica dinamicamente l’emissione sonora in base all’orientamento del device.

Fotocamera

Huawei P9 Plus è dotato di ben 3 fotocamere. Sulla parte frontale abbiamo un sensore da 8 mega pixel con apertura F/1.9 mentre sulla parte posteriore trovano posto due unità da 12 mega pixel non stabilizzate con apertura F/2.2 e sensore Sony.

P9Plus_tta1

I due “occhi” posteriori funzionano come su P9, quello posizionato esternamente cattura immagini in bianco e nero, mentre quello più interno è un classico RGB. Il sensore monocromatico manca del filtro Bayer, caratteristica che lo rende particolarmente sensibile alla luce e capace di catturare un’ ampia gamma dinamica.

Secondo quanto dichiarato dall’azienda, le due fotocamere dovrebbero lavorare insieme per ricreare foto di qualità superiore. Dai nostri test non è emerso un reale vantaggio nello scattare con entrambi i sensori attivi, rispetto ad uno scatto con sensore b&w coperto.

La presenza di due sensori permette anche una regolazione in post produzione delle immagini per quanto riguarda il punto di fuoco. Abbiamo una simulazione software dell’apertura e una reale variazione del punto di fuoco senza che vengano unite più immagini scattate da diverse angolazioni, questo grazie alla visione leggermente non allineata che hanno i due obiettivi.

In diurna e nelle condizioni con buona illuminazione, P9 Plus si comporta egregiamente. Restituisce immagini gradevoli, sempre leggermente calde rispetto alla realtà, ben definite e sempre accurate nel punto di fuoco.
Con il diminuire della luce ambientale la qualità fotografica scende rapidamente attestandosi su un livello inferiore rispetto ai principali competitor di mercato.

I selfie sono di buon livello, forse un po’ troppo freddi ma sempre utilizzabili anche nelle situazioni difficili.

Video quasi disastrosi considerata la caratura del device, non si può arrivare al 4K e la registrazione in FullHD perde la stabilizzazione digitale se realizzata a 60 fps. Chiaramente mancando la stabilizzazione ottica non possiamo aspettarci un granchè, tuttavia abbiamo già provato prodotti, Sony Xperia Z5 su tutti, che pur essendo privi di questa soluzione hardware riescono a restituire video eccellenti. Quindi la mancanza è più di natura software e rappresenta il punto più critico per questo device.

Batteria & Autonomia

Huawei P9 Plus è equipaggiato con una batteria da 3400 mAh, una capacità elevata che porta a soddisfacenti risultati nella prova sul campo, anche se sarebbe lecito aspettarsi qualcosa in più visto il vantaggio offerto dallo schermo FullHD rispetto al QHD della maggior parte dei competitor. Si riesce a portare a termine una giornata di stress intenso senza problema con circa 4h15 min di schermo acceso.

In altri termini, con un utilizzo normalizzato, non avrete difficoltà ad arrivare a sera con ancora un buon 20% di carica residua.

Software

Huawei P9 Plus è animato da Android 6.0.1 Marshmallow con personalizzazione EmotionUI 4.1. E’ lo stesso software di P9 con l’aggiunta delle impostazioni sul press touch.

La ROM ha ormai raggiunto una grande maturità e offre una completa suite di applicazioni preinstallate. Di queste si distinguono positivamente l’app musica, il calendario, la bussola e il tool di backup. Ancora un po’ debole la sfera legata alla produttività, dove si sente la mancanza di soluzioni software per finestre flottanti o multiview, un po’ carente anche l’app di note che non offre particolari strumenti.

Le impostazioni di personalizzazione sono tante e permettono di modellare l’esperienza di Android in base al proprio gusto e esigenze. In particolare potremo applicare temi grafici, modificare i quick toggle, la navigation bar e attivare alcuni controlli sul movimento e gesture con le nocche. E’ possibile anche attivare il risveglio vocale always on (solo in inglese) e sfruttare il sensore di impronte digitali per espandere la tendina delle notifiche o muoversi all’interno della galleria fotografica.

Come sempre Huawei ha riservato grande attenzione alla gestione del telefono, nell’app dedicata infatti, troviamo tutte le impostazioni per il controllo di privacy, sicurezza e risparmio energetico.

In conclusione

Il 2016 di Huawei è da incorniciare, il colosso cinese ha saputo sfornare prodotti all’altezza delle aspettative, andando a coprire la fascia media, alta e top con proposte interessanti e di grande qualità.

Huawei P9 Plus va ad aggiungersi ai validi Huawei P9 e Huawei P9 Lite sfidando senza timore i pezzi da 90 che si stanno dividendo la fascia alta di questo inizio 2016. I suoi punti di forza sono da ricercare nell’affidabilità del comparto telefonico, nella buona autonomia e in una qualità costruttiva elevatissima, mentre piccoli peccati veniali sono nel reparto video, nelle due fotocamere ancora da affinare e in un prezzo non proprio alla portata di tutti.

Huawei P9 Plus si è presentato sul mercato con un prezzo consigliato di 749€, prezzo che fin dal lancio si è ridimensionato fino a scendere sotto i 600€, con alcune offerte online. Se quindi amate le sue linee e ricercate le caratteristiche di cui vi abbiamo parlato nella recensione, P9 Plus è un prodotto che vi consigliamo senza remore.

Migliori offerte sul web per Huawei P9 Plus:

Pagella

9.5
Display
8.2
Ergonomia
9.8
Hardware
9.3
Software
8.6
Batteria
8.6
Fotocamera
7.8
Qualità/prezzo
9.7
Materiali
9.5
Audio
9.6
Esperienza Utente
9.3