Recensione HTC 10 – A detta degli addetti ai lavori questa sarebbe stata l’ultima possibilità per HTC. Per uscire dalla crisi profonda arrivata dopo i deludenti One M8 e One M9, l’azienda taiwanese avrebbe dovuto fare ricorso a tutta la sua esperienza per creare un flagship di successo.

E’ con queste premesse che si presenta al mondo HTC 10, porta con se tanta cura e tutte le speranze di milioni di appassionati. Lo abbiamo provato con attenzione e crediamo valga veramente la pena conoscerlo più da vicino nella nostra recensione completa.

Video recensione di HTC 10

Ergonomia, Design & Materiali

HTC 10 si contraddistingue sul mercato degli smartphone per la cura maniacale ai dettagli nel design e nei materiali. Parliamo di un dispositivo, come da tradizione, con una scocca in alluminio unibody ed un fronte in vetro con certificazione Gorilla Glass 4, ricurvo ai lati (2.5d). Caratteristico è come il corpo freddo in metallo avvolga in maniera elegante la leggera curvatura del vetro restituendo una sensazione di robustezza senza eguali. Non è impermeabile ma è dotato di certificazione IP53 ovvero contro infiltrazioni di polvere e spruzzi d’acqua (pioggia).

Parlando proprio dell’alluminio è stato abbandonato quello spazzolato dei precedenti portabandiera in favore di quello satinato; è presente inoltre una abbondante svasatura lungo i bordi che crea simpatici effetti di luce muovendo lo smartphone. Meno simpatiche sono invece le impronte che il materiale trattiene con troppa frequenza.

E proprio dal punto di vista del design, la casa taiwanese è riuscita a realizzare un prodotto nuovo senza abbandonare le linee stilistiche che hanno contraddistinto gli ultimi suoi top di gamma. Il fronte ricorda vagamente infatti il recente One A9, il retro invece i precedenti One M.

Materiali e rifiniture molto piacevoli al tatto, tanto che HTC 10 è probabilmente uno degli smartphone di fascia alta col miglior touch & feel e questo si riflette poi anche sull’ergonomia del prodotto che, grazie alle dimensioni non particolarmente eccessive, permette di utilizzare lo smartphone comodamente con una sola mano. Parliamo di 146 x 71.9 x 9 mm ed un peso complessivo di 161 grammi, si sentono ma non sono eccessivi.

htc-10-retro

Hardware & Connettività

HTC 10 è un top di gamma e per definizione è dotato di componenti hardware di ultima generazione. Il processore è il Qualcomm Snapdragon 820 quad-core con frequenza massima a 2.2Ghz, il quantitativo di memoria RAM è pari a 4GB DDR4 mentre la memoria interna da 32GB (quella disponibile all’utente è di 23GB) con possibilità di espanderla fino a 2TB.

Il display è un pannello Super LCD 5 Quad-HD ed ovviamente è supportato da un sensore di luminosità e di prossimità per le regolazioni del caso. Non manca il led di notifica sul fronte ed il set di sensori come accelerometro, giroscopio, sensor hub e bussola digitale.

Sempre sul fronte, sotto al display, sono presenti il tasto “indietro” e “task manager” ai lati di un più largo pulsante “Home”. Quest’ultimo nasconde un rapido sensore delle impronte digitali che permette di sbloccare lo smartphone in soli 0,2 secondi, anche col display spento. Non si può tuttavia non muovere una velata critica ai pulsanti soft-touch: troppo piccoli e non centrati verticalmente, a volte difficili da individuare e premere con successo.

Riguardo le fotocamere è presente una 12 megapixel con pixel grandi 1.55 micrometri, autofocus laser e doppio flash LED sul retro, ed una da 5 megapixel con pixel grandi 1.34 micrometri sul fronte. Entrambe le fotocamere sono stabilizzate otticamente e questo è decisamente un grande pregio anche durante i selfie.

htc-10-power

Prestazioni

Lo Snapdragon 820 dimostra ottime capacità in termini di prestazioni tuttavia questo HTC 10 ha ancora qualcosa da affinare. Nella giornata tipo di utilizzo offre un’esperienza d’uso dello smartphone reattiva contenendo abbastanza i consumi ma non mancano qualche sporadico lag, ad esempio nei giochi più pesanti e nella navigazione internet. HTC ci ha sempre abituati bene da questo punto di vista di conseguenza ci aspettiamo degli aggiornamenti correttivi nelle prossime settimane (e durante i nostri test già ne è arrivato uno).

Segnaliamo un accenno di surriscaldamento quando lo smartphone si trova sotto stress, per fortuna però sono ben lontane le temperature prodotte dallo Snapdragon 810.

Parte telefonica e antenne

La scocca unibody in alluminio è nemica delle antenne che per ricevere adeguatamente il segnale sfruttano dei particolari inserti in plastica che corrono orizzontalmente sul retro dello smartphone. La ricezione di conseguenza non è proprio al top ma un po’ sottotono rispetto ad alcuni concorrenti come LG G5. Decisivo quindi solo in situazioni estreme dove il segnale WiFi o di rete è già magari molto debole.

VEDI ANCHE

Honor 10

Display, Audio & Multimedia

HTC 10 ha un display da 5.2 pollici di tecnologia Super LCD 5 con una risoluzione di 2560×1440 pixel protetto da un panello di vetro Gorilla Glass. La qualità è molto elevata come da tradizione HTC: i colori sono vivi (è possibile calibrarli in base ai propri gusti anche in modalità RGB), i contrasti sono ottimi e così anche gli angoli di visuale.

La luminosità massima raggiungibile dal pannello non è elevatissima ma sotto al sole non si fa fatica ad utilizzare lo smartphone.

Audio

Il comparto Audio è sicuramente uno dei più curati di questo HTC 10. Gli ingredienti della ricetta sono: tecnologia HTC Boomsound con Hi-Res Audio, DAC a 24-bit e due altoparlanti. Quello inferiore, di sistema, riproduce maggiormente le tonalità basse, quello per le chiamate si attiva durante la riproduzione audio per emettere le tonalità più alte conferendo un effetto stereo avvolgente e di piacevole ascolto. Su questo fronte si poteva comunque fare un po’ di più in termini di qualità e di livello di volume.

Durante le chiamate l’audio è forte è pulito ma la vera peculiarità la si riscontra collegando le cuffie alla porta audio da 3.5mm. È possibile infatti realizzare dei profili personalizzati di ascolto seguendo due procedure:

  • Domande: un set di domande sulla base di preferenze di ascolto, età e caratteristiche personali;
  • Ascolto: lo smartphone fa ascoltare per ogni orecchio delle frequenze e per queste bisogna alzare o abbassare il volume fino a sentirle leggermente.

I risultati sono in entrambi casi ottimi: i profili personalizzati permettono di avere una marcia in più nell’ascolto delle proprie canzoni preferite.

htc-10-usb

Fotocamera

Il comparto fotografico di HTC 10 è composto da un sensore principale sul retro da 12 megapixel, che HTC chiama ultrapixel, con pixel grandi 1.55 micrometri, apertura focale 1.8, stabilizzazione ottica e autofocus a laser. Il sensore produce foto in piena risoluzione in 4:3 oppure a 9 megapixel in 16:9.
Sul fronte invece il sensore è da 5 megapixel con pixel grandi 1.34 micrometri, apertura focale 1.8 e stabilizzazione ottica.

Nel complesso il set di tecnologia è interessante e aggiornato, si tratta di sensori recenti che prediligono la qualità dei pixel in sfavore della quantità (meno megapixel ma pixel più grandi).

htc-10-camera

Risultati fotografici

I risultati sono decisamente superiori rispetto ai precedenti smartphone dell’azienda taiwanese: nelle foto in diurna, con ambiente illuminato dal sole, i risultati sono soddisfacenti, mentre quando ci troviamo in situazioni complicate, come controluce o con luce piatta da classico cielo cittadino, talvolta si creano aloni attorno alle fonti luminose e contorni poco netti. Molto buone invece le macro così come il bilanciamento del bianco, sempre azzeccato e naturale.

Nei casi con una grande differenza di esposizione su zone all’interno della scena, i dettagli delle ombre e delle alte luci vengono persi. Quando ci troviamo in una situazione intermedia, al chiuso o al tramonto, HTC 10 regala notevoli soddisfazioni, mentre in stanze buie e in notturna il software di elaborazione non lavora al meglio, mostrando un marcato rumore di disturbo e pochi dettagli fini. Negli scatti notturni in modalità pro e facendo uso di un cavalletto, le foto sono sullo stesso livello di Galaxy S7 e LG G5, questa è la migliore testimonianza di un hardware finalmente all’altezza della situazione, parzialmente limitato da un comparto software ancora da affinare.

Un segmento da migliorare, inoltre, è la messa a fuoco, apparentemente precisa ma abbastanza lenta e talvolta con uno strano effetto a scatti.

In video HTC 10 si comporta bene, registrando fino al 4K, senza stabilizzazione digitale. Buoni i dettagli, il focus continuo e la registrazione audio.

Download Foto a risoluzione originale.

Batteria & Autonomia

Ben 3000 mAh la capacità della batteria di HTC 10, in linea con la maggior parte dei concorrenti di questa fascia. Non è uno smartphone che eccelle o si contraddistingue in positivo per autonomia ma la giornata la copre offrendo circa 4 ore di utilizzo dello schermo. In base poi ovviamente all’utilizzo che se ne fa questa durata può essere leggermente superiore o inferiore.

Sicuramente interessante il fatto che HTC 10 supporta la ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0 offrendo quindi una velocità di ricarica del prodotto molto elevata e superiore rispetto alla 2.0.

htc-10-button

Software

A livello software HTC ha deciso di razionalizzare l’offerta. La nuova Sense di HTC 10 è basata su Android 6.0 Marshmallow e risulta essere più leggera e pulita rispetto alla versione precedente.

Molte applicazioni stock di HTC, come Galleria e Musica, sono state rimosse in favore delle più sobrie Foto e Play Musica di Google, mentre la tendina delle notifiche è esattamente quella stock di Android e così anche le impostazioni che perdono quindi l’importante modifica grafica tipica della Sense.

A livello di launcher e drawer delle applicazioni invece non ci sono differenze: blinkfeed è integrato come prima schermata e quindi abbiamo a disposizione sempre a portata di tap le ultime notizie sui temi a noi più cari; è presente il widget basato sulla geo-localizzazione che mostra applicazioni diverse in base al luogo in cui ci si trova e invariato è rimasto il drawer delle app con scroll in verticale e organizzazione in cartelle.

Nell’ambito della personalizzazione ritroviamo anche su HTC 10 l’applicazione Temi che ci permette di scaricarne dallo store, crearne di nuovi o modificarli. Fra le novità troviamo la “modifica layout” ovvero una modalità più avanzata dei temi che personalizza ulteriormente il launcher in veri e propri disegni o paesaggi, ed ogni elemento di questi disegni rappresenta un collegamento rapido per una applicazione.
Anche la tastiera, la TouchPal Sense, è personalizzabile con temi scaricabili dallo store dedicato raggiungibile dalle impostazioni sotto la voce Personalizzazione.

Fra le poche applicazioni pre-installate troviamo Boost+, un’applicazione molto bella graficamente che permette di ottimizzare le performance di HTC 10. Le sue funzionalità peculiari sono:

  • Ottimizzatore intelligente: elimina automaticamente i file generati dalle applicazioni ritenuti inutili;
  • Ottimizzatore gioco: effettua un downscaling in FullHD nella riproduzione dei giochi;
  • Cancella elementi indesiderati: per svuotare cache o file temporanei delle app;
  • Blocca applicazioni: per proteggere l’apertura da parte di terzi di determinate applicazioni attraverso sensore delle impronte, pin o sequenza.

Il software di HTC 10 è completo nella sua essenzialità. Al primo avvio non sono presenti applicazioni inutili o di disturbo e questo non può che essere un punto a suo favore seppur si possa sentire un po’ la mancanza di alcune storiche applicazioni della casa taiwanese (ma comunque ritrovabili ed installabili dal Play Store).

htc-sense-10

In conclusione

In un mercato sempre più florido e competitivo come quello degli smartphone top di gamma, HTC 10 dovrà sudare non poco per farsi spazio. Nella pratica ha tutte le carte in regola per farsi valere a partire dalla qualità costruttiva per concludere con un’esperienza generale completa. HTC ha la effettiva possibilità di riscattarsi con questo HTC 10 ma sarà necessario qualche aggiornamento software per affinare quei comparti che nascondono alcune sbavature come le incertezze del software e la fotocamera.

Purtroppo a sfavore di HTC 10 c’è il prezzo a cui viene venduto, pari a 749 euro. Superiore rispetto alla maggior parte dei top di gamma del 2016 e ritenuto da noi eccessivo.

Potete acquistarlo nelle colorazioni Nero, Oro e Argento sul sito ufficiale.

Pagella

9.7
Display
9.0
Ergonomia
9.8
Hardware
8.8
Software
8
Batteria
8.3
Fotocamera
7.7
Qualità/prezzo
10
Materiali
8.4
Audio
9.0
Esperienza Utente
8.9