OnePlus ha annunciato oggi a New York il suo nuovo flagship OnePlus 5T, che rappresenta la naturale evoluzione del top di gamma presentato nello scorso mese di giugno. Rimane in gran parte l’ottima scheda tecnica ma arriva uno schermo con fattore di forma 18:9, scelta che ha portato ad altre novità estetiche e funzionali.

Ancora volta, dunque, la compagnia cinese ha tenuto fede al proprio motto, “Never Settle”, rifiutando di adagiarsi sugli allori di OnePlus 5 e lavorando alla nascita di un nuovo dispositivo. Con OnePlus 5T la compagnia di Pete Lau offre la miglior esperienza utente possibile, unita ai migliori componenti presenti sul mercato, senza ovviamente dimenticare l’aspetto economico. Andiamo senza ulteriori indugi a scoprire la scheda tecnica del nuovo smartphone.

Caratteristiche tecniche di OnePlus 5T

  • schermo Full Optic AMOLED da 6,01 pollici con risoluzione FullHD+ (1080 x 2160 pixel) con vetro Gorilla Glass 5 2.5D
  • SoC Qualcomm Snapdragon 835 con CPU octa core a 2,45 GHz e GPU Adreno 540
  • 6/8 GB di RAM LPDDR4X
  • 64/128 GB di memoria interna di tipo UFS 2.1 2-LANE
  • fotocamera frontale da 16 megapixel con sensore Sony IMX371 con apertura focale f/2.0
  • doppia fotocamera posteriore con sensore principale Sony IMX398 da 16 megapixel, apertura f/1.7, sensore secondario Sony IMX376K da 20 megapixel con apertura f/1.7, doppio flash LED, registrazione video 4K a 30 fps, Time-Lapse e Slow Motion 720p a 120 fps
  • connettività 4G/LTE Cat.12 (fino a 600 Mbps in download), Wi-Fi MIMO 2×2, 802,11 dual band a/b/g/n/ac, Bluetooth 5.0, NFC e GPS/GLONASS/BeiDou/Galileo
  • lettore di impronte digitali sulla cover posteriore, accelerometro, bussola, giroscopio, sensore di prossimità, sensore di luce ambientale e SensorHub
  • batteria da 3.300 mAh con supporto alla ricarica rapida Dash Charge ([email protected])
  • OxygenOS basato su Android 7.1.1 Nougat
  • dimensioni di 156,1 x 75 x 7,2 millimetri e peso di 162 grammi

Design di OnePlus 5T

Anche stavolta OnePlus è riuscita a creare un dispositivo sottile e funzionale, ancora più ergonomico grazie al nuovo display che facilita l’utilizzo a una mano. È proprio il display la vera novità dello smartphone, con un fattore di forma 18:9 che offre un’esperienza immersiva ancora più completa.

La riduzione delle cornici frontali ha comportato lo spostamento del lettore di impronte digitali nella parte posteriore dello smartphone, senza per questo comprometterne velocità e precisione. Grazie a un algoritmo intelligente il display di tipo Full Optic AMOLED adatta automaticamente la luminosità per garantire la miglior esperienza visiva possibile.

Lo chassis è di tipo unibody e in alluminio, sul quale sono stati applicati tre strati di vernice rifiniti con uno speciale strato per evitare di lasciare le classiche “ditate”.

Software di OnePlus 5T

Come sempre il sistema operativo è OxygenOS, basato, e qui forse troviamo la più grande pecca di OnePlus 5T, ancora su Android 7.1.1 Nougat. Niente Oreo dunque, che arriverà in versione stabile tramite OTA durante i primi mesi del 2018 e in open beta già nel mese di dicembre. Il nuovo flagship utilizza OxygenOS 4.7 che introduce alcune interessanti novità.

Troviamo Parallel Apps, per clonare alcune applicazioni come Facebook, Instagram e Twitter e utilizzare due account diversi. Con Gallery Map è possibile cercare le foto scattate in un determinato luogo, mentre molto spazio è lasciato alla personalizzazione.

È possibile personalizzare la griglia e la dimensione delle icone nella Home Page, utilizzare diversi icon pack, modificare l’ordine dei pulsanti virtuali e modificare l’ordine delle icone nella tendina delle notifiche. Non mancano le gesture a schermo spento, alcune delle quali utilizzabili tramite il lettore di impronte, che permette di scattare foto o aprire la tendina delle notifiche.

Altre funzioni di OnePlus 5T

Non finiscono qui le novità di OnePlus 5T, che può contare su un comparto fotografico rinnovato. Mentre la fotocamera principale rimane la stessa di OnePlus 5, quella secondaria è stata sostituita con una fotocamera dotata di apertura focale f/1.7 che viene attivata in condizioni di scarsa illuminazione. Unendo 4 pixel la fotocamera secondaria è in grado di ridurre il rumore in ambienti scarsamente illuminati, migliorando la chiarezza delle immagini.

OnePlus ha migliorato anche la modalità ritratto, utilizzando la fotocamera secondaria per realizzare degli effetti bokeh molto in voga in questo periodo. La mancanza di una fotocamera tele viene compensata da un nuovo algoritmo software in grado di fornire, secondo il produttore, gli stessi risultati della versione ottica.

Molto interessante è infine la modalità Advanced Facial Recognition, che permette di sbloccare lo smartphone utilizzando il volto dell’utente: vengono utilizzate oltre 100 caratteristiche facciali per sbloccare in modo sicuro il dispositivo, fornendo una valida alternativa allo sblocco con le impronte digitali.

Prezzo e disponibilità di OnePlus 5T

OnePlus 5T è disponibile nella versione Midnight Black a 499 euro per la versione 6+64 GB e 559 euro per la versione 8+128 GB, per cui agli stessi prezzi del modello precedente. Potrete acquistare OnePlus 5T a partire dal 21 novembre, quando lo smartphone sarà in vendita, in Europa e nel Nord America, attraverso il sito ufficiale del produttore.

Vai a: video anteprima OnePlus 5T