Se avete visto la nostra recensione di OnePlus 3T saprete certamente che vi abbiamo lasciato con un quesito: ne è valsa veramente la pena? OnePlus poteva evitare di lanciare un modello più costoso, anche se più performante, e concentrarsi su altre cose? Le stesse domande se le è poste anche lo YouTuber JerryRigEverything che ha voluto sottoporre il nuovo “flagship killer” ad un patio di test alternativi.

Il primo riguarda ovviamente il vetro zaffiro posto a protezione della fotocamera posteriore, riconosciuto correttamente dall’apposito strumento e che si è graffiato, come previsto, con uno strumento di durezza 8 sulla scala Mohs. In questo modo la fotocamera dovrebbe mantenere immutata nel tempo la propria qualità, grazie a un vetro protettivo sempre in perfette condizioni.

Visto che OnePlus 3T è letteralmente identico a OnePlus 3, JerryRigEverything ha voluto eseguire un test completamente nuovo. Dopo aver aperto entrambi gli smartphone, che risultano virtualmente indistinguibili, lo YouTuber ha provato a rimuovere la batteria dal nuovo modello per verificare se fosse correttamente riconosciuta dal vecchio terminale.

I contatti elettrici sono gli stessi e il “vecchio” OnePlus 3 ha accettato senza difficoltà alcuna la nuova batteria, ma a causa di qualche blocco software la riconosce come un modello da 3000mAh e non è dunque in grado di sfruttare la capacità supplementare. Peccato perché molti utenti avrebbero gradito la possibilità di montare una batteria maggiorata sul loro smartphone.

La soluzione potrebbe arrivare dal pianeta modding: se qualcuno riuscirà ad aggirare questo blocco, non dovrebbero esserci problemi ad aumentare l’autonomia di OnePlus 3, anche se a causa del differente chipset non dovrebbe essere in grado di raggiungere di risultati ottenuti da OnePlus 3T. A seguire trovate il filmato dei test condotti da JerryRigEverything.