Rivoluzione in Poste Italiane con le consegne fino a sera e nei weekend

Rivoluzione in Poste Italiane con le consegne fino a sera e nei weekend
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Poste-Italiane.png","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Poste-Italiane-460x290.png","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Poste-Italiane.png","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Poste-Italiane.png","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2018\/05\/Poste-Italiane.png"}, "title": "Rivoluzione in Poste Italiane con le consegne fino a sera e nei weekend" }

Rivoluzione in Poste Italiane, con importanti novità per quanto riguarda le consegne: la nuova sfida consiste nelle consegne fino a sera e durante i weekend, in modo da smistare più efficacemente i pacchi per far fronte alle esigenze dell’e-commerce, ma non solo.

Secondo il nuovo progetto, Poste Italiane ha intenzione di potenziare seriamente il sistema di consegne, in modo da restare al passo con il dilagare degli acquisti online: per farlo vuole affidare ai suoi portalettere la consegna di pacchi entro i 5 kg di peso anche il sabato e la domenica e in generale fino alle ore 19:45.

Le consegne saranno organizzate in modo più efficiente, dando priorità ai quartieri ricchi di uffici la mattina e lasciando le zone residenziali per il pomeriggio o meglio ancora la sera, quando è più probabile riuscire a trovare qualcuno in casa: l’obiettivo è quello di aumentare il numero di recapiti al primo tentativo.

Le novità non finiscono però qui, perché Poste Italiane ha intenzione di distribuire armadietti “fai da te” per il ritiro della posta nel caso non fosse possibile farlo al proprio domicilio; entro il 2018 saranno 350 gli armadietti operativi in supermercati, centri commerciali o negozi. In arrivo questa estate una nuova serie di mezzi per la consegna: si tratta di tricicli, mezzi ritenuti più adatti sia per caricare pacchi sia per fornire maggiore sicurezza ai postini.

“Una svolta storica” sostengono in Poste Italiane con una nota. “Cambia completamente il lavoro dei nostri portalettere, una grande risorsa, una rete capillare che era legata al declino della corrispondenza tradizionale ed ha ora una grande opportunità di sviluppo.” La rivoluzione è già iniziata in queste settimane e già 71 centri su 900 sono già operativi con il nuovo modello, a partire da alcune grandi città (Genova, Milano, Roma e Torino) e non solo. L’obiettivo del piano quinquennaleDeliver 2022” è quello di consegnare 50 milioni di pacchi durante il 2018, per poi salire fino a 100 milioni entro il 2022.

Avete già avuto modo di notare dei miglioramenti nelle consegne di Poste Italiane nella vostra zona? Fatecelo sapere nel solito box qui in basso.

Fonte: Tariffando