Questo sito contribuisce alla audience di

Fitbit dovrebbe rilevare gli asset software e cancellare Pebble Time 2 e Pebble Core

Da qualche giorno circolano in rete voci insistenti sulla possibilità che Fitbit, colosso del fitness tracking, stia per acquisire Pebble, produttore dell’omonimo smartwatch che ha fatto delle campagne Kickstarter il proprio cavallo di battaglia. Secondo quanto riporta Bloomberg la chiusura dell’operazione sarebbe imminente.

I numeri dell’accordo non sono ufficiali ma si parla di una cifra inferiore ai 40 milioni di dollari, che includerebbero il trasferimento degli ingegneri software di Pebble alle dipendenze di Fitbit, insieme al sistema operativo, alle applicazioni e ai servizi cloud.

Secondo Bloomberg una delle prime conseguenze dell’acquisizione sarebbe la cancellazione di Pebble Time 2Pebble Core, i due dispositivi lanciati con successo in primavera attraverso una campagna di crowdfunding su Kickstarter coronata da un enorme successo. I backers che hanno finanziato il progetto su Kickstarter dovrebbero comunque ricevere il rimborso della cifra versata a Pebble, una notizia che sarà sicuramente accolta positivamente da quanti temevano di aver buttato i loro soldi.

Gli attuali uffici di Pebble saranno chiusi e il reparto software dovrebbe essere trasferito a San Francisco, mentre i responsabili dello sviluppo hardware e dell’interfaccia dovrebbero essere licenziati. Fitbit dovrebbe rilasciare molto presto un comunicato ufficiale nel quale dovrebbe chiarire la situazione.

Sarà dunque interessante capire come verrà integrato il sistema operativo Pebble nei dispositivi Fitbit e se gli smartwatch finora prodotti saranno in qualche modo supportati o se saranno abbandonati a sé stessi.

Fonte: Androidcentral

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Marco ThomYorke Maiorino

    purtroppo adesso è ufficiale… Pebble è morto…. certo, riavrò i miei soldi indietro ma comunque l’amarezza resta. Spero che il mio Time Steel funzioni ancora per tanto tanto tempo…. :(

  • Snelfo

    che tristezza, il mio pebble time è fantastico!

  • ✅ Insider_Project ✅

    Meglio FitBit Change 2 o Garmin VivoActive HR?

    • Clu

      Sono due modelli con prezzi differenti, credo che per caratteristiche Charge2 si avvicini di più a VivoSmart HR di Garmin.

  • Drak69

    Io voglio il mio pebble time 2,non qualche schifezza fitbit

    • ciaccaerre

      sono in lutto. Spero che il time steel duri parecchio tempo… non ci sono alternative sul mercato

      • Drak69

        Gli unici smartwatch con una buona autonomia con le funzioni essenziali…. Praticamente devo farmi la scorta da amazon prima che fitbit stupri il tutto

  • ciaccaerre

    ho un pebble time steel e questa notizia è assolutamente sconcertante…. comprano l’unico produttore decente di smartwatch e lo distruggono. Dubito vedrò ancora aggiornamenti

  • Ed_wood

    Cioè, li hanno acquisiti per farli chiudere?? :-|

    • marv73

      Direi di no, le acquisizioni dal basso si fanno per ricevere know-how e integrare prodotti/servizi nuovi in una linea consolidata. Riducendo i rischi per entrambe le parti ovvero chi compra e chi viene acquisito.
      Quelle dall’alto, ovvero verso competitor, servono si a spianare la concorrenza. Ma nello specifico va da se che Pebble non è un competitor di mercato per Fitbit fosse anche pe run semplice fatto di numeri e presenza, non avrebbe quindi spianare Pebble se non quello di 40 milioni di dollari che non sapevi a chi regalare.
      Detto brutalmente Pebble dovrebbe causare “perdite” significative di qualche decina almeno di milioni di dollari per mettere Fitbit nella posizione di spianarlo con una manovretta del genere. Cosa di cui penso sia (fortemente) lecito dubitare pur con il successo delle campagne kickstarter.

      Senza contare che ci guadagnano entrambe le parti dato che Pebble soffre come tutti i prodotti che nascono dal crowdfunding, della tara genetica di non avere un business plan facilmente scalabile per via delle logiche di monetizzazione intrinseche del crowdfunding.
      Trasformare un kickstarter anche di successo, in un brand autonomo e posizionato sul mercato in maniera autosufficiente ad oggi è un’impresa molto complessa e che tutto sommato se è riuscita è solo per prodotti di nicchia. L’acquisizione quindi ad un certo punto diventa uno step necessario se si vuole uscire dalle logiche agili ma limitanti del crowdfunding. Dico in generale. Poi ci sono sempre le eccezioni. Ma devi beccare che so lo “Star Citizen/Chris Roberts” su centinaia di migliaia…

Top