Google è come sempre al lavoro su nuove funzionalità per le sue app e i suoi servizi su Android, a maggior ragione visto l’imminente Google I/O 2024. In queste ore spuntano interessanti novità per Google Gemini, Google Messaggi, ricerca Google, App Google e Google Lens: procediamo con ordine e andiamo a scoprire tutto, tra cambiamenti già disponibili o in arrivo.

L’app Google Gemini per Android accoglie il tasto “stop”

Partiamo da Google Gemini, che sta aggiungendo su Android una funzionalità che per ora risultava accessibile soltanto nella versione web. Si tratta di una novità piccola, ma particolarmente utile in certi casi: parliamo della possibilità di interrompere la generazione di risposte da parte del chatbot IA prima del completamento delle stesse; basta utilizzare l’apposito pulsante “stop” proposto nel cerchio accanto alla pillola per l’inserimento di testo, come possiamo vedere negli screenshot qui sotto. Può risultare utile ad esempio quando la risposta data da Gemini non soddisfa fin dall’inizio o se non ci servono ulteriori informazioni.

tasto "stop" sull'app Google Gemini per Android

Come specificato dal solito AssembleDebug, questa novità non è per ora disponibile per tutti. Vi ricordiamo che l’app Google Gemini non è ancora ufficialmente disponibile in Italia tramite il Google Play Store, ma è comunque possibile utilizzarla in italiano attraverso l’installazione manuale (ad esempio tramite APKMirror).

Selfie GIF in arrivo a breve su Google Messaggi

Proseguiamo con Google Messaggi, che sta iniziando ad accogliere a partire dalla versione beta la nuova funzione di cui abbiamo parlato il mese scorso: si tratta della funzionalità Selfie GIF, per la quale risulta disponibile anche una pagina di supporto dedicata ormai da qualche giorno. Le selfie GIF ci permettono di filmare e inviare un breve video all’interno delle chat, apparentemente in modo simile alle note video di WhatsApp.

Finora questa novità non era concretamente disponibile, ma in queste ore ha iniziato a mostrarsi sulla versione beta di Google Messaggi, come possiamo vedere negli screenshot qui sotto. L’accesso a questi brevi “videomessaggi” avviene tenendo premuto sull’icona della galleria/fotocamera in basso; una volta conclusa la registrazione, l’app consente di inviare la GIF oppure di registrarne una nuova.

Per ora le Selfie GIF non sono disponibili per tutti, ma considerando l’esistenza della sopra citata pagina di supporto e il loro effettivo funzionamento sulla versione beta dell’app, possiamo immaginare che il debutto ufficiale possa avvenire a breve (magari entro il Google I/O 2024).

Restiamo su Google Messaggi perché la casa di Mountain View sta lavorando per semplificare l’accesso alle informazioni delle chat e potrebbe offrire una nuova scorciatoia per chiamare i contatti. Come segnalato da AssembleDebug, tenendo premuto su una chat sarà possibile visualizzare l’immagine di profilo più grande (anche nelle chat di gruppo) e avere a disposizione due comandi, uno per visualizzare ulteriori informazioni sul contatto e uno per aprire la conversazione.

Il noto leaker anticipa anche che sarà possibile sfruttare lo stesso metodo per avere una scorciatoia per chiamare il contatto, ma per il momento questo non è possibile.

App Google semplifica la condivisione dei link su Android

Un’utile novità è disponibile all’interno dell’App Google, ed è perfetta per condividere rapidamente una pagina web. Finora, per condividere una pagina passando dall’App Google era necessario aprirla e quindi procedere con il classico metodo, mentre ora è stato aggiunto un nuovo comando apposito.

condivisione semplificata su App Google per Android

Come potete vedere, basta premere sui tre puntini in alto a destra accanto alle varie pagine e quindi premere su “Condividi“, selezionando ovviamente il metodo e il contatto oppure il tasto per copiare semplicemente il link. Questa novità è in distribuzione a livello globale: per verificare di disporre della più recente versione di App Google potete seguire il badge qui in basso per il Google Play Store.

Ricerca Google “nasconde” due dati storici, mentre “Cerchia e cerchia” si allarga

La ricerca Google in versione web ha da sempre mostrato il numero di risultati e il tempo impiegato per soddisfare la query. In questi giorni potreste aver notato come questa voce sia sparita dall’angolo in alto a destra, ma niente paura, non è stata rimossa completamente.

Semplicemente ora il numero dei risultati e il tempo non sono più mostrati di default dopo una ricerca. Se siete interessati a questo dato, potete farlo comparire in un attimo cliccando su “Strumenti”, come potete vedere nell’immagine qui sotto. Gli Strumenti continuano naturalmente a mostrare i comandi aggiuntivi per perfezionare le ricerche (data, lingua, Paese, ricerca avanzata e non solo).

Nel frattempo continua ad allargarsi la funzione Cerchia e cerca con Google, che ha debuttato sulla serie Samsung Galaxy S24 a gennaio ed è successivamente arrivata su diversi altri dispositivi Android. In queste ore qualcosa di simile è disponibile anche su iPhone con una scorciatoia per Google Lens: basta abilitare la funzione per cercare all’interno dello screenshot per avere a disposizione una sorta di Cerchia e cerca anche su iOS sfruttando Tocco posteriore.