Sembra che Google stia lavorando ad un importante aggiornamento software per le cuffie true wireless Pixel Buds Pro, stando a quanto riportato dai colleghi di 9to5Google che citano una fonte a conoscenza dello sviluppo. Di recente abbiamo visto l’azienda introdurre con l’ultimo update l’Audio spaziale e il Tracciamento della testa, funzionalità grazie alle quali gli utenti possono beneficiare di un audio che cambia in base ai movimenti effettuati dalla testa in modo da sembrare più naturale.

Sembra che ora il team di sviluppatori sia intenzionato a portare la funzionalità Clear Calling, introdotta per la prima volta su Pixel 7 e Pixel 7 Pro, anche sulle Pixel Buds Pro con un prossimo aggiornamento, insieme ad altre novità.

Le Google Pixel buds Pro stanno per ricevere un aggiornamento con diverse migliorie

La funzionalità Clear Calling, citata in apertura, si occupa di filtrare il rumore di fondo e migliorare le voci in modo da poter sentire meglio le persone in ambienti rumorosi, in buona sostanza migliora la qualità audio durante le chiamate; sugli smartphone dell’azienda questa funzione utilizza il processore proprietario Tensor G2 ed è limitata alle chiamate tradizionali, non essendo quindi compatibile con quelle VoIP.

Non è chiaro al momento come verrà implementata sulle Pixel Buds Pro, potrebbe infatti funzionare interamente sulle cuffie, come potrebbe basarsi sul telefono associato per il suo funzionamento.

Un’altra aggiunta che arriverà con il prossimo aggiornamento è il supporto per “Super Wide Band speech”, al fine di migliorare la qualità delle chiamate vocali da 16 a 32 kHz, come spiegato nel documento Bluetooth SIG:

L’introduzione del parlato a banda larga e Super Wide Band nel profilo HFP aumenterà le aspettative del cliente finale sulla qualità del parlato percepita. Super Wide Band Speech corrisponde alla larghezza di banda audio massima fornita nei servizi vocali 5G e fornita da molti servizi vocali over-the-top (OTT).

Dalle informazioni disponibili al momento sembra che Super Wide Band sia una sorta di aggiornamento di HD Voice, introdotto da Voice over LTE (VoLTE), andrebbe dunque ad aggiungersi alla funzione Clear Calling nel tentativo di migliorare ulteriormente la qualità delle chiamate; è probabile inoltre che, citando il documento la dicitura “servizi vocali 5G”, anche gli operatori debbano adeguarsi e apportare alcune modifiche per supportare completamente l’audio di qualità superiore.

In ultimo, l’aggiornamento potrebbe introdurre anche alcune funzionalità di benessere digitale relative all’udito, non è chiaro se saranno limitate a ciò che si ascolta e al livello di volume, ma non è da escludere che possano essere contestualmente implementate funzioni in grado di analizzare i livelli sonori ambientali. Le novità sopra esposte dovrebbero essere rese disponibili nel corso dei prossimi mesi, non ci resta dunque che attendere.

Potrebbe interessarti anche: Google aggiorna le cuffie Pixel Buds Pro con una gradita novità