TWRP arriva su tre nuovi smartphone e Xiaomi Mi Note 3 riceve LineageOS 15.1 Beta

TWRP arriva su tre nuovi smartphone e Xiaomi Mi Note 3 riceve LineageOS 15.1 Beta
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/twrp_tta.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/twrp_tta-460x259.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/twrp_tta-635x357.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/twrp_tta.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/09\/twrp_tta.jpg"}, "title": "TWRP arriva su tre nuovi smartphone e Xiaomi Mi Note 3 riceve LineageOS 15.1 Beta" }

TWRP è indubbiamente la custom recovery più diffusa e conosciuta tra gli appassionati di modding e viene regolarmente rilasciata per numerosi smartphone, favorendo quindi l’installazione di ROM alternative a quella fornita dal produttore.

Sono tre i dispositivi per cui è disponibile una versione ufficiale, vale a dire Essential phone, Nokia 8 e HTC U11 EYEs. Secondo i test condotti dallo sviluppatore, ci sono alcuni problemi con Android 9 Pie  e le patch di sicurezza di agosto, tali da impedire l’applicazione di temi personalizzati. La correzione dovrebbe essere disponibile a breve, sul sito ufficiale. A seguire i link per scaricare le custom recovery personalizzate.

Nel frattempo Xiaomi Mi Note 3 riceve due custom ROM, dedicate a chi vuole provare un look alternativo alla classica MIUI. Si tratta della versione beta di LineageOS 15.1, basata su Android 8.1 Oreo e dotata del supporto a Project Treble. Lo sviluppatore ricorda che è necessario aver installato una versione di MIUI 10 China stabile, per non incorrere in un errore di installazione. Trovate tutti i dettagli e i link ai file da scaricare nel thread ufficiale, raggiungibile a questo indirizzo.

Anche la versione ufficiale di Pixel Experience, basata sempre su Android 8.1 Oreo, dispone del supporto a Project Treble e secondo quanto riporta il thread ufficiale, raggiungibile a questo indirizzo, tutto funziona a meraviglia. Anche in questo caso è richiesta la presenza di MIUI 10, indispensabile perché installa i necessari aggiornamenti alle partizioni di sistema.

Via: Androidpolice, Xda-developers