Chainfire aggiorna LiveBoot, una storica app che ora guadagna il supporto degli smartphone sudcoreani aggiornati alla Samsung One UI e dei Google Pixel aggiornati alla prima beta di Android Q.

I più nostalgici e navigati di voi sapranno senz’altro di cosa stiamo parlando. Per tutti gli altri, basti sapere che LiveBoot è un’applicazione che consente di vedere in tempo reale sullo schermo del proprio smartphone l’output di logcat e dmesg.

Come intuibile dal nome stesso dell’app, il tutto viene mostrano nel processo di accensione, sotto forma di animazione che subentra alla comparsa del logo del produttore del dispositivo su cui viene installata.

In queste ultime ore, come dicevamo Chainfire, il ben noto membro nonché Moderator Emeritus di XDA, ha rilasciato un aggiornamento importante a LiveBoot. Con la nuova versione 18.1, anche chi possiede un Samsung con la nuova interfaccia One UI o chi ha già la prima beta di Android Q su un Google Pixel può provarla.È ovvio che sono necessari i permessi di root per poter installare LiveBoot.

Comunque, se foste interessati potete scaricarla direttamente dal Play Store di Google oppure dal forum di XDA, da questo thread ufficiale in cui avete la possibilità, fra l’altro, di rimanere aggiornati sulle future novità.

Android app sul Google Play