Meizu PRO 7 e PRO 7 Plus ufficiali, con doppia fotocamera e doppio schermo

Come largamente anticipato, Meizu ha presentato oggi i suoi nuovi flagship, Meizu PRO 7Meizu PRO 7 Plus, caratterizzati dalla presenza di una doppia fotocamera posteriore e di un doppio schermo. Oltre a quello principale infatti, i due flagship dispongono di un secondo schermo collocato sul retro, subito al di sotto della doppia fotocamera.

Andiamo allora a riepilogare la scheda tecnica dei due modelli, partendo dal più piccolo, anche se gran parte della scheda tecnica è in comune tra le due varianti.

Meizu PRO 7

  • schermo FullHD da 5,2 pollici
  • SoC MediaTek Helio P25
  • memoria RAM 4 GB
  • memoria interna 64 GB eMMC 5.1
  • doppia fotocamera posteriore con due sensori da 12 megapixel Sony IMX386 con apertura f/2.0 e autofocus PDAF
  • fotocamera frontale da 16 megapixel
  • connettività 4G/LTE(compresa banda 20),WiFi dual band, Bluetooth 4.2, GPS
  • batteria da 3000 mAh con supporto alla tecnologia mCharge 3 per la ricarica rapida
  • display secondario da 1,9 pollici 240 x 536 con tecnologia Super AMOLED

Meizu PRO 7 Plus

  • schermo QHD da 5,7 pollici
  • SoC MediaTek Helio X30
  • memoria RAM 6 GB LPDDR4X
  • memoria interna 64/128 GB UFS 2.1
  • doppia fotocamera posteriore con due sensori da 12 megapixel Sony IMX386 con apertura f/2.0 e autofocus PDAF
  • fotocamera frontale da 16 megapixel
  • connettività 4G/LTE (no banda 20),WiFi dual band, Bluetooth 4.2, GPS
  • batteria da 3500 mAh con supporto alla tecnologia mCharge 4 per la ricarica rapida
  • display secondario da 1,9 pollici 240 x 536 con tecnologia Super AMOLED

Oltre alla scheda tecnica, sicuramente di fascia alta vista la presenza del nuovo MediaTek Helio X30 e di un punteggio di circa 150000 su AnTuTu, suscita molto interesse l’utilità del display secondario. Sarà possibile visualizzare informazioni sul meteo, sull’applicazione fitness integrata, wallpaper Live e addirittura utilizzare il piccolo schermo per scattare dei selfie utilizzando la doppia fotocamera posteriore.

Il comparto fotografico adotta le medesime soluzioni su entrambi i dispositivi, con i due sensori, uno monocromatico e uno a colori, che dispongono di sistemi di lenti separate. Entrambi gli smartphone utilizzano Flyme 6 basato su Android 7.0 Nougat.

Quattro le colorazioni previste per entrambi i modelli: nero, silver, oro e rosso. Meizu Pro 7 sarà in vendita a 2880 yuan, circa 366 euro)mentre Meizu Pro 7 Plus costerà 3580 yuan nel modello 6+64 (circa 455 euro) e 4080 yuan per il modello 6+128 GB (circa 520 euro)

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Stefano Favia

    Assurdo. Cosa gli costava inserire l’antenna per la Banda 20 sul Pro 7 Plus? Per non parlare del fatto di spendere 360 euro (più dogana) per avere un telefono con memoria eMMC 5.1

  • Jackal

    Esteticamente a me piace, nella colorazione rossa oppure nera ci farei un pensierino… X la funzionalità del 2 display?? 😒 ..Non so effettivamente, ma una cosa certa almeno si distingue dalla massa.

    Cara Meizu il problema più grande (xme) e che costi, Xiaomi detta legge in giro… Un saluto a tutti.

    • Alexander DeLarge

      Il secondo display lo concepisco sugli LG, per avere opzioni aggiuntive indipendenti dallo schermo principale.. Ma così? Uno schermo solo per i selfie e magari il meteo quando hai lo schermo spento? Boh..

      • LucasZilli

        Io lo concepisco più sul retro che sul fronte… ancor di più considerando che con i display 18:9 è proprio come avere due display affiancati.
        Sul retro invece per vedere il meteo e farsi i selfie non basta ovviamente, però magari per leggere le notifiche al volo, qualche giochino, specchiarsi, fissare un widget tipo il calendario… perché no.

Top