Questo sito contribuisce alla audience di

Gli smartphone saranno dispositivi superati entro 5 anni?

Ericsson, che non ha bisogno di presentazioni, quest’oggi ha pubblicato i risultati di un sondaggio riguardante gli smartphone, svolto su un campione di 100.000 persone in 40 diversi Paesi. Questo sondaggio è giunto alla conclusione che entro il 2021 (diamo già per scontato che siamo ormai nel 2016) gli smartphone saranno soppiantati da assistenti con intelligenza artificiale. Nel report “10 Hot Consumer Trends for 2016Ericsson sostiene:

La capacità della batteria è un problema reale per gli utilizzatori di smartphone e le dimensioni di questi ultimi stanno sfuggendo di mano; nonostante la maggior parte abbiano un display inferiore ai 6 pollici, le nostre ricerche indicano che il 31% degli utilizzatori ne vorrebbe da 7-8 pollici, e un altro 30% da 6, mentre il 78% vuole potersi preoccupare meno dell’autonomia.

Sempre secondo il report il futuro pare iniziare dai dispositivi indossabili (wearable), con l’85% che pensa che diventeranno oggetti di comune utilizzo. Il 57% dei partecipanti sostiene che gli assistenti personali (tipo Google Now ad esempio) funzioneranno meglio quando saranno dotati di intelligenza artificiale; il 64% pensa lo stesso riguardo le guide per i viaggi.

Ovviamente tutto questo lascia il tempo che trova, ma pensando che solo 9 anni fa gli smartphone nemmeno esistevano, il futuro potrebbe essere più vicino di quanto crediamo. Cosa ne pensate?

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Giuseppe Maggiore

    gli assistenti e i wearable sono probabilmente davvero il futuro, ma solo quando avranno tecniche di utilizzo più discrete … pudore e privacy almeno per il momento sono il vero limite di queste tecnologie ma è anche vero che la società sta già cambiando e potrebbe adattarsi anche a questi nuovi comportamenti per quanto esattamenti opposti all’uso molto più privato di uno smartphone e di una tastiera.

    molto più scettico sul complottismo legato alle tecnologie sulle batterie negate … se qualcuno avesse una tecnologia migliore e rivoluzionaria il mercato anche a prezzi inizialmente molto levati non tarderebbe a metterla in circolazione. l’ipotesi di una mafia delle powerbank mi strappa un sorriso.

  • Davide

    il problema batterie esiste dal 2007 e non si è mai risolto , o almeno, chi come me è cresciuto con il 3310 di turno sa che accontentarsi di un giorno e mezzo di durata è una miseria. Detto questo ogni anno si sente di un giovane promettente che ha inventato la ricarica istantanea o la batteria infinita e poi spariscono nel nulla. Se qualcuno di voi lavora in una catena di elettronica sa però quanto business ci sia intorno alle batterie, quindi capisco anche perchè questi geniacci spariscono.
    Più che un’estinzione io vedrei un’evoluzione essendo i wearable praticamente inutili e gli smartphone troppo piccoli..alcuni progetti tipo braccialetti a fare da base e display dedicati alla sola interazione erano interessanti in quest’ottica..

    • Plinio Agnoletto

      Bei tempi della ricarica ogni 4/5 giorni con batterie da 1000 mah.. Certo non si può confrontare uno smartphone con un telefono cellulare di 10 anni fa, ma concordo nel business delle power bank.. E qui torno al mio precedente commento.. Fino a che c’è mercato per un articolo/oggetto non si cambia. quando non più richiesto ecco che viene proposto un piccolo miglioramento. Il mercato comanda.. Ma le innovazioni servite con il contagocce. Insomma, uno “zuccherino ”
      Smartphone troppo piccoli?.? A me sembrano troppo grandi. Ma è un mio parere personale e sicuramente in contrasto con il mercato.
      Ai tempi del Nokia 3310(da te menzionato) la gara dei produttori di cellulari era nel rimpicciolimento, ora l’esatto contrario.

  • Plinio Agnoletto

    E perché no il teletrasporto allora..
    Fino a che il mercato chiederà in certo tipo di prodotto non ci saranno evoluzioni stravolgenti. Le innovazioni vengono date al consumatore a piccoli passi. Legge del commercio.

    • zucchino

      Si, e più c’è concorrenza più la corsa al progresso è veloce, sono pochi i campi con una concorrenza così aggrssiva come quello dei dispositivi mobili.

  • zucchino

    Accidenti, e pensare che quando ero alle superiori si vedeva solo qualche cellulare in giro (non smartphone, proprio cellulari..) e si che ho 36 anni mica 90!

  • Francesco Badini

    Io penso che tutto è possibile e anch’io credo che i werable e le intelligenze artificiali saranno l’immediato futuro

  • Riccardo Karmator

    Sono d’accordo in parte. C’è da dire che il problema dall’autonomia è una piaga informatica, sulla quale le stesse aziende sembrano purtroppo preoccuparsene poco. Guardiamo ad esempio Samsung e la durata delle loro batterie sui suoi top-gamma. Io posso dire che col mio N6 totalmente Stock almeno 2 giorni senza carica li faccio senza troppa fatica, anche se è finito il tempo (almeno per me) di utilizzare lo smartphone come un videogioco e lo uso solo per rispondere a WA, FB chiamate ed email. Certo la vena del modding è sempre lì attenta, ma ho perso interesse anche in quella (penso grazie ad un ottimo Android 6).
    Per gli assistenti vocali dotati di intelligenza artificiale credo che è il vero prossimo step evolutivo dell’informatica. Già adesso ne abbiamo una prova quando chiedi a GNow che tempo fa, strade, news ecc ecc.
    Quella che viviamo ora è la base per l’implementazione di tecnologie future e noi abbiamo la fortuna di viverla in prima persona, anche se personalmente vorrei vedere in breve gli ologrammi diventare realtà

Top