Hexlock, un’applicazione disponibile sul Play Store per mantenere al riparo da sguardi indiscreti le proprie applicazioni, si è recentemente aggiornata introducendo il supporto al blocco anche dei contenuti e allo sblocco tramite impronta digitale nel caso sia presente un sensore dedicato.

Avevamo già avuto modo di conoscere Hexlock qualche mese fa quando avevamo pubblicato la recensione, ma nel frattempo lo sviluppatore Liquidum non è rimasto fermo e ha aggiunto molteplici novità. La prima, come dicevamo poc’anzi, è il blocco dei contenuti chiamato Media Vault: i file multimediali (foto, video…) vengono protetti dall’applicazione in maniera tale che non sia possibile visualizzarli dalla normale applicazione galleria.

Altra novità è la possibilità di utilizzare, quando disponibile, il lettore di impronte digitali per accedere a Hexlock e alle applicazioni bloccate, così da aggiungere un metodo più comodo e veloce per lo sblocco. Alcune delle limitazioni sono rimaste: le categorie sono fisse e non possono esserne aggiunte di nuove. È stato aggiunto, però, il Navigation Drawer per raccogliere le varie funzionalità e le impostazioni.

Il motivo per cui è stato necessario includere fotografie dello smartphone anziché pubblicare degli screenshot risiede nell’impossibilità di scattarli: l’applicazione semplicemente li blocca. In questo modo non è possibile, ad esempio, scattare screenshot dei contenuti del Media Vault. Un’ulteriore (e valida) misura di sicurezza.

È possibile scaricare Hexlock gratuitamente dal Play Store, ma è disponibile la rimozione delle pubblicità al prezzo di 1.21€.

Android app sul Google Play

Informazione pubblicitaria