Questo sito contribuisce alla audience di

Android O ufficiale e pronto al download: novità e dispositivi supportati

Senza alcun preavviso Google ha annunciato oggi Android O, la nuova versione del robottino verde di cui sono già disponibili le factory image della prima Developer Preview. I dispositivi supportati sono attualmente sei: LG Nexus 5X, Huawei Nexus 6P, Nexus Player,  Pixel C, Pixel e Pixel XL.

Prima di precipitarvi a installarla vi ricordiamo che si tratta di una prima versione per sviluppatori, che potrebbe essere particolarmente instabile e sulla quale con ogni probabilità non funzioneranno tutte le applicazioni che utilizzate quotidianamente. Detto questo andiamo a scoprire insieme le novità che sono state introdotte con Android O.

Si parte da Background limits che di fatto limita le attività in background di ogni applicazione consentendo di risparmiare notevolmente la batteria. Per gli sviluppatori sarà ora più facile creare applicazioni con un minimo impatto sull’autonomia. Notification channels offre agli sviluppatori la possibilità di raggruppare le notifiche per categoria, consentendo agli utenti di avere un maggiore controllo sulle notifiche e di decidere quali bloccare in determinate situazioni. Cambia inoltre l’aspetto e il raggruppamento delle notifiche che sono più facilmente identificabili dagli utenti.

Autofill API consentirà di definire una applicazione da utilizzare per il completamento automatico allo stesso modo in cui è possibile definire la tastiera predefinita o la galleria. Gli sviluppatori potranno aggiungere la nuova API alle loro applicazioni per permettere, ad esempio, di compilare campi ripetitivi come dati anagrafici, indirizzi email o password.

Nuova anche la funzione PIP (Picture in Picture) che consentirà agli utenti di continuare a guardare un video mentre rispondono a una chat o controllano il browser. Gli sviluppatori potranno decidere quali controlli includere nell’interfaccia PIP, come play/pausa o altre. Sono inoltre disponibili, sempre per gli sviluppatori, una nuova finestra di overlay da utilizzare al posto delle finestre di allarme di sistema e il supporto multi display per avviare una attività su un display secondario.

Nuove sono anche le icone adattive che il sistema mostrerà in base a una maschera selezionata per ogni dispositivo. Lo sviluppatore potrà quindi creare icone che si adattano alle principali interfacce, EMUI, MIUI, Grace UX, e il sistema si occuperà di animare le interazioni con le icone in tutti i contesti.

Gli sviluppatori di applicazioni di imaging potranno sfruttare i dispositivi che offrono display in grado di mostrare una vasta scala di colori e caricare immagini bitmap con profili colore integrati, come AdobeRGB, Pro Photo RGB o DCI-P3.

Android O supporta i codec audio Bluetooth ad alta qualità, come LDAC e, con ogni probabilità, anche lo streaming aptX Bluetooth. Grazie a Wi-Fi Aware i dispositivi con un hardware adeguato potranno cercare e comunicare tramite WiFi senza necessità di passare attraverso un access point. Con le nuove API ConnectionService le applicazioni Telefono di terze parti potranno essere maggiormente integrate con l’interfaccia di sistema e offrire diversi controlli a seconda del contesto.

La nuova versione del robottino verde migliora il supporto alle tastiere, sempre più presenti su tablet e mini PC, permettendo ora di utilizzare il tastierino numerico e il tasto tabulazione in maniera più intuitiva. A godere i maggiori benefici saranno gli utenti di Chrome OS che potranno sfruttare le applicazioni Android disegnate con le nuove direttive sulle tastiere.

Per gli audiofili arriva la nuova API AAudio, specifica per le applicazioni che richiedono audio ad alte prestazioni e con una bassa latenza. Grazie alla nuova API le applicazioni andranno a leggere e scrivere i dati attraverso degli stream. Con Android O Google ha aggiunto la possibilità di personalizzare la barra di navigazione, grazie a una serie di parametri presenti in System UI Tuner.  Potrete aggiungere pulsanti a destra e a sinistra e modificarne l’aspetto e le funzioni.

Il System UI Tuner include anche un menu per personalizzare le scorciatoie presenti nella schermata di blocco, permettendovi di aggiungere due scorciatoie oltre alla fotocamera e al telefono. Qui sotto trovate alcune schermate dell’interfaccia che vi permetterà di eseguire le modifiche.

Non finiscono qui le possibilità di personalizzazione, visto che sarà possibile applicare dei temi anche al pannello delle notifiche e dei toggle, anche se per il momento è possibile utilizzare la colorazione standard e una colorazione inversa.

Migliora ulteriormente WebView che grazie a una nuova API permetterà di gestire al meglio errori e crash a tutto vantaggio della stabilità complessiva del sistema. Non manca infine il supporto a diverse nuove API Java mentre il Runtime di Android diventa più veloce che mai, raddoppiando la velocità di esecuzione in alcuni benchmark. Allo sviluppo di Android O hanno contribuito a vario titolo molti partner, sia sviluppatori che produttori hardware. Sony, ad esempio, ha contribuito con oltre 250 bugfix e 30 miglioramenti, tra cui il supporto al codec LDAC.

Prima di lasciarvi ai link per il download vi segnaliamo una serie di novità minori presenti nella prima Developer Preview e che potrebbero sparire in quelle successive, come è già successo su Android N:

  • badge di notifica sulle applicazioni, simile a quello dei launcher di terze parti;
  • possibilità di posticipare le singole le notifiche di 15, 30 e 60 minuti;
  • l’app Impostazioni è stata completamente ridisegnata con un menu iniziale molto più corto e le impostazioni categorizzate in maniera migliore;
  • Ambient Display non mostra più il contenuto delle notifiche ma solo le icone;
  • la barra di stato nella tendina delle notifiche contiene ora maggiori informazioni, come carica residua, stato della connettività WiFi e dati mobili;
  • la percentuale della batteria non può più essere mostrata all’interno dell’icona della batteria;
  • i toggle espandibili funzionano solo premendo sul testo, mentre premendo sull’icona eseguono l’azione predefinita;
  • i pulsanti della barra di navigazione diventano neri quando si apre l’app drawer;
  • non è più possibile vedere i dettagli sui consumi dei singoli processi;
  • l’applicazione Downloads diventa Files senza particolari novità;
  • le notifiche persistenti occupano ora meno spazio nella apposita tendina;
  • le app aperte in multi-window non saranno più minimizzate sulla barra premendo il tasto home ma rimarranno maggiormente visibili;
  • installando un apk viene mostrata una barra di progresso;
  • nuove animazioni all’apertura e alla chiusura delle notifiche;
  • la finestra di selezione del testo mostra icone e azione contestuali;
  • diventa più semplice aggiungere suonerie personalizzate grazie a una voce nel selettore;
  • il selettore dell’orario permette finalmente di inserire manualmente i valori tramite l’icona di una tastiera;
  • nuova modalità di gestione per l’installazione di app che non provengono dal Play Store.

Per il momento Google non ha ancora aggiunto Android O nell’Android Beta Program per cui l’unico metodo per ottenere la nuova release del robottino verde è l’installazione delle factory image, disponibili per i dispositivi elencati in apertura e scaricabili dalla pagina ufficiale di Android.

Gli sviluppatori potranno trovare tutte le risorse necessarie per iniziare a lavorare con Android O sul sito loro dedicato, raggiungibile a questo indirizzo.

Vi lasciamo ora alla nostra video anteprima di Android O, dove vi mostriamo all’opera tutte queste gustose novità.

 

Fonte: Googleblog

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Fran Cesco

    L’unico tabblet il N9 potevano aggiornarlo ancora per un altro anno visto che Android O lo supporta benissimo, che politica bastarda..

  • Devon

    Come va sul Nexus 6P? vorrei installarlo sabato

  • draikdrop

    Io la sto appena scaricando per installarla nel mio nexus 6P

  • Mar_io

    Ma per poter avere una applicazione che faccia da segreteria telefonica, bisogna tornare al Nokia 6630 ??

    • ctretre

      oppure agli xperia. se non erro anche lenovo k6 (e quindi immagino anche p2) ce l’ha

      • Mar_io

        Non parlo della semplice registrazione delle chiamate, per quello ci sono molte app, parlo della SEGRETERIA, ovvero il telefono deve rispondere alla chiamata, emettere un annuncio e registrare un messaggio. Ai tempi dei Nokia faceva anche di piu’, potevi mettere delle opzioni “premi 1 per”, “premi 2 per”.. etc etc.

        • ctretre

          Dal sito della Sony:

          È possibile utilizzare l’applicazione della segreteria telefonica nel
          dispositivo per rispondere alle chiamate quando si è impegnati o non si
          perde una chiamata. È possibile attivare la funzione della segreteria
          telefonica e stabilire i secondi di attesa prima della risposta
          automatica alle chiamate. È inoltre possibile inoltrare manualmente le
          chiamate alla segreteria telefonica quando si è troppo impegnati per
          rispondere. Inoltre è possibile accedere ai messaggi lasciati in
          segreteria direttamente dal dispositivo.

          Prima di utilizzare la segreteria telefonica, registrare un messaggio.

          Cerca su Google: xperia segreteria sul sito del supporto Sony.

  • Stalker

    Video delle novita?

  • yari medici

    Domanda leggermente off-topic: Nexus 5 riceve ancora gli aggiornamenti di sicurezza?

    • No, l’ultimo aggiornamento per il Nexus 5 è il 6.0.1 (M4B30Z, Dec 2016), con appunto le patch di 3 mesi fa.
      Puoi vederlo sul sito di Google developers.google . com/android/images, dove ci sono tutte le factory images di Nexus e Pixel.

    • Francesco Badini

      No.
      Se vuoi una ROM stabile, aggiornata e del tutto uguale al firmware dei Google Pixel, beh, ti consiglio la FakeNexus ROM: https://forum.xda-developers.com/google-nexus-5/development/rom-fake-nexus-rom-nexus-5-t3466736

    • AntonioSM77

      No, lo aggiornano ad android O, ma lo lasciano come sicurezza al 2014!
      Scusa la battuta… ma ovviamente lo aggiornano se aggiornano anche l’OS.

    • Alessio Righi

      Già é un miracolo che ancora ci funziona decentemente il Nexus 5

      • Francesco Badini

        Il mio gira benissimo con Android 7.1.1

        • Lorenzo Verardo

          Con quale rom?

        • imTHEgod

          io l’ho dato a mia madre con installata sopra la miui.. va una bomba, l’unica pecca.. la batteria

        • Savio

          Ma esiste qualche rom affidabile che non dia grandi problemi senza che sia flashata ad ogni aggiornamento?io ho ancora la 6.0.1 ma bootloader sbloccato e root.
          scusate non ho molta esperienza

        • Alessio Righi

          Senza root non posso permettermelo

        • @lbano

          Con quale rom?

      • Yari Medici

        Ma guarda il mio funziona che è una meraviglia. L’unica pecca è che forse potrei avere un leggero, per ora, problema con il tasto di accensione e spegnimento.

        • Alessio Righi

          Quello é un bel problema dove ci sono passato anche io. Ho dovuto scaricare un app che mi permetteva di bloccare e sbloccare lo schermo tramite tasti virtuali. Per quanto riguarda le prestazioni é stato un ottimo smartphone, però l’età inizia a sentirsi, non per altro per le app sempre più pesanti

        • dado

          Ho dovuto rottamare il mio vecchio Nexus 5 proprio per questo problema. Di colpo è morto il pulsante, e telefono da buttare…

  • FrancHolic

    La domanda importante è un’altra : “A quando il giochino/sondaggio per decidere il nome?”. Io propongo Android Orillettasa ❤

    • LucasZilli

      Secondo me quest’anno salta e vanno dritti su Oreo… figurati se non si aiutano in casa (poi con Trump…)

  • ILCONDOTTIERO

    Mi auguro che il P8 lite 2017 visto il procio venga supportato ufficialmente altrimenti sul prossimo Huawei ci metto una croce sopra . Comunque spero che Xiaomi arrivi ufficialmente in Europa .

    • JeSuisCrix

      100% il P8 Lite 2017 sarà aggiornato a Android O

      • Lorenzomx

        E il p9?

        • JeSuisCrix

          Anche il P9. Dato che é stato iuntop di gamma del 2016 (e piccola parte del 2017) sarà sicuramente aggiornato ad Android O.

  • Domenico Novi

    Google corri troppoooo! Dacci almeno il tempo di goderci il precedente è che arrivi su tutti i dispositivi 😧😪😥

    • pietro

      Google rilascia una major l’anno, il guaio sono gli oem lenti

      • Domenico Novi

        Ma almeno ci dà il tempo di goderci il nuovo S.O

        • Domenico Novi

          Ho ricevuto Android N 2 settimane fa e tra poco è già vecchio , bha!

          • Non è vecchio tra poco, Android O dovrebbe uscire ad ottobre. Questa è una versione per gli sviluppatori, per permettergli di adeguare le proprie app prima che la nuova versione venga rilasciata.

          • pietro

            Anteprima per sviluppatori.

            se poi hai la scimmia da aggiornamento la prossima volta compra un pixel

          • Kepler442b

            Mica è vecchio, anzi un telefono con Android 6.0/7.0 è relativamente nuovo

        • pietro

          Hai tempo fiino a settembre per il rilascio ufficiale. è una anteprima per sviluppatori.

  • Lucas Josè

    Ormai sul Motorola Nexus 6, sono finiti gli aggiornamenti 😖

    • LaBattutaMortale

      Lineage os… Resurrection Remix…. Ti dicono qualcosa…

  • Intanto sui Huawei brand Tre ancora non è arrivato Nougat… Una corsa contro il tempo.

    • Mattia

      Eh, ti stai confondendo con Nexus e telefoni Huawei… i Nexus (oggi chiamati Pixel) sono telefoni prodotti da terzi, come nel caso di Nexus 6P prodotto da Huawei, per conto di Google che ricevono prima di tutti patch di sicurezza, aggiornamenti delle versioni di Android.

      • Questo l’ho capito, volevo solo dire che qui pensano a rilasciare Android O quando molti dispositivi non hanno ricevuto nemmeno Nougat.

        • pietro

          Colpa degli oem se non riescono a mantenere il ritmo di una major l’anno

        • Francesco Badini

          Si ma questa è solo la prima developer preview… Devono passare ancora un po’ di mesi prima del rilascio ufficiale della nuova versione di android

          • Speriamo che intanto rilascino Nougat e che i vari operatori si diano una regolata.

          • Francesco Badini

            Speriamo!

        • Mattia

          Non dirlo a Google (diciamo), visto che i telefoni brandizzati dagli operatori dipendono appunto da quuest’ultimo per quanto riguarda gli aggiornamenti… purtroppo… e TIM non è neanche un delle più veloci..

  • Marco

    CACCIATE LA LINEAGE OS 15 (o quello che sarà)!

    • DeathNico

      Giusto!

  • Leonardo Gualandris

    Ed io sono qui ad aspettare Android N su Moto G4 Play… Lol

    • Mattia

      Eh, caro mi sa che non lo riceverai mai.. Lenovo Moto G4 Play ha un Snapdragon 410 che in linea teorica non supporta Android Nougat per via delle storia delle API Vulkan..

      • Leonardo Gualandris

        Mi spiegheresti questa storia delle API? Perché poi sul sito ufficiale e sui forum assicurano che verrà aggiornato prima o poi, non capisco perché.

        • pietro

          la storia non è chiarissima, ai tempi Google disse di aver interrotto gli aggiornamenti ad N5 perché la famiglia delle gpu adreno 3xx (di cui fa parte quella dell’s410) non sono compatibili con OpenGL es3.1/vulkan che pare siano un requisito minimo per la certificazione dei servizi Google su N e successivi.

          Ne consegue che l’unico modo per riceve N ufficialmente sarebbe quella di fare uscire il firmware con N senza Play services e quindi play store.

          Questa storia non è mai stata ne confermata e ne smentita uffcialmente, sta di fatto che nessun dispositivo con una adreno 3xx abbia ancora ricevuto un aggiornamento ufficiale.

          Motorola promise l’aggiornamento ad N prima ancora che venisse presentato, quindi senza conoscere eventuali vincoli, quindi potrebbe anche essere che stia solo aspettando che sta storia finisca nel dimenticatoio.

          Ergo G4 play riceverà N? Boh!

          • Leonardo Gualandris

            Grazie mille, ora è tutto chiaro. Peccato, la Motorola sostiene che l’intera linea Moto G riceverà l’aggiornamento ad Android N, ma in effetti potrebbe avvisare nel sito di supporto dell’incompatibilità e della conseguente impossibilità di aggiornare Moto G Play. Buona serata, grazie ancora per la spiegazione!

          • Mattia

            Mi associo in toto alla risposta! Grazie @disqus_zKwPQxDJkJ:disqus

    • LaBattutaMortale

      Bè potresti sempre installare una rom..

      • Leonardo Gualandris

        Sì, ma l’ho appena comprato e vorrei ricevere versioni ufficiali per ora. Poi ho paura di incappare in brutti bug…

        • LaBattutaMortale

          Allora ti sei fregato con le tue stesse mani

          • Leonardo Gualandris

            Eheh… eh
            Sì.

        • Mattia

          Fai bene, se non te la senti non farlo, però mi spiace dirtelo, ma praticamente per adesso Lenovo ti ha preso per i fondelli vito che G4 Play per adesso creo non abbia mai visto un aggiornamento, e dubito che Lenovo aggiorni proprio quel modello in particolare… salvo appunto conferme o sementite sulla storia delle API Vulkan…

          • Leonardo Gualandris

            Ha fatto un aggiornamento delle patch di sicurezza del primo febbraio :(

          • Mattia

            Ritieniti fortunato! Non so se vedrai più aggiornamenti dopo quello… (mia supposizione)

  • Kiril Lichev

    Per adesso nulla di molto interessante diciamo…

Top