Android Auto su Genesis G70, la quattro porte con cui Hyundai farà guerra ai tedeschi

Genesis nasce nel 2015 per mano di Hyundai con un obiettivo ambizioso: competere ad armi pari nel segmento premium presidiato da mostri sacri come BMW, Audi e Mercedes. D’altronde se nell’immaginario collettivo il tuo nome non presta il fianco a quella ambizione lì, la mossa è praticamente obbligata. Hyundai come Nissan con Infinity o Toyota con Lexus.

Fresca è la presentazione di Genesis G70, una berlina compatta la cui trazione posteriore completata da un differenziale meccanico autobloccante dovrebbe garantire un gran piacere di guida. Come le tedesche, BMW Serie 3 su tutte. Sotto il cofano la scelta spazia tra due propulsori a benzina, un 2 litri 4 cilindri in linea turbocompresso da 252 cavalli o in alternativa un 3.3 litri V6 con doppia sovralimentazione da 370 cavalli, mentre il 4 cilindri a gasolio da 2.2 litri e 202 cavalli è candidato ad essere il prescelto dalle nostre parti.

Le linee eleganti ma dinamiche lasciano un retrogusto di Maserati Ghibli soprattutto anteriormente e nella tre quarti posteriore, e ciò non può sorprendere nell’era in cui le auto si somigliano un po’ tutte. E per trovare la propria via bisogna apprendere dai migliori. L’impatto complessivo, comunque, è di sicuro effetto.

Parlando di “ciccia”, se si coltivano certe ambizioni la dotazione tecnologica non può non essere di prim’ordine. Lo schermo a scomparsa da 8 pollici che si staglia sulla plancia permette di interagire con Android Auto o Apple CarPlay, tramite i quali si può dar vita ai 15 diffusori a marchio Lexicon (di proprietà Harman/Samsung) che faranno le gioie dei cultori dell’audio. Il tutto è gestibile dal rotore sul tunnel centrale di tedesca memoria.

Tra i sistemi di sicurezza attiva si annoverano l’adaptive cruise control, l’avvisatore di collisione imminente e quello di angolo cieco. Costi e disponibilità per il mercato italiano non sono ancora noti, ma il prezzo d’attacco per il due litri a benzina è atteso negli States alle soglie dei trentamila dollari a partire dal 2018.

Vai a: La famiglia Android Auto accoglie la nuova Nissan Leaf

Fonte

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Jackal

    AzzZ….rollaaa molto molto cool… Veramente bella.

Top