Eden Tab lanciato in Giappone, diventerà il primo tablet Xiaomi/MIUI?

Ho sempre sostenuto con forza Kingsoft Office per le sue ottime caratteristiche e la sua velocità di elaborazione. A quanto pare, però, Kingsoft non è solo un produttore di software – e la cosa mi ha lasciato sorpreso. La società possiede infatti anche una branca hardware chiamata Mobile In Style, la quale è l’autrice del tablet da 7 pollici eden TAB. Ciò che si apprende, però, è che tale tablet è stato sviluppato in collaborazione con Xiaomi, la compagnia dietro il famoso “MIUI phone”: Lei Jun, amministratore delegato di Xiaomi, è anche presidente di Kingosft e dunque spinge la collaborazione tra le due compagnie. Purtroppo, il tablet non utilizza la MIUI ma fa affidamento su una ROM specificamente preparata.

L’eden TAB fa affidamento su un processore Samsung S5PC210 operante a 1,2GHz (a quanto sembra dual core) e su 1GB di RAM LPDDR2 per sostenere Android 2.3 Gingerbread (aggiornabile ad Ice Cream Sandwich in futuro), assieme a 16GB di memoria di archiviazione su chip eMMC, schermo da 7 pollici a risoluzione 1280×800, microSD, micro USB, mini HDMI e due microfoni. Oltre a tutto questo sono presenti anche una fotocamera da 8 megapixel con flash LED sul retro e una fotocamera da 2 megapixel frontale. Il tutto è alimentato da una batteria da 3850mAh ed è contenuto in 330g di peso e 10.4mm di spessore.

Mobile In Style ha annunciato che la versione WiFi sarà disponibile da domenica in Giappone per 29’800 yen (circa 275€). I colori disponibili al momento sono bianco, nero e rosa, e per Aprile è previsto l’arrivo della versione con 3G. Xiaomi sta aspettando la risposta del mercato giapponese al tablet prima di pianificare il lancio anche in Cina. Chi fosse sufficientemente coraggioso (o acculturato) può visitare la pagina in giapponese, altrimenti gli altri mortali come me devono affidarsi alle pessime traduzioni di Google. E voi cosa ne pensate? Lo vorreste in Italia?

 

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top