Recensione Archos Gamepad

archos-gamepad

Il 2012 è stato un anno particolare per il mondo dei Tablet. Le aziende produttrici, per cercare di accaparrarsi più clienti possibili, hanno cercato in questi 12 mesi di differenziare sempre di più i loro prodotti realizzando dispositivi davvero interessanti.

Prime fra queste c’è sicuramente Archos. Dopo aver lanciato la prima serie di Tablet dalle diverse dimensioni (7, 8.9 e 10 pollici), è tornata all’attacco del mercato con il G10 XS, dotato di una tastiera dock molto leggera che funziona anche da proteggi-schermo grazie a dei magneti (leggi ora la nostra recensione sul Archos G10 XS).

La società francese, tuttavia, non si è fermata qui e per il mondo del gaming ha pensato e realizzato un Tablet con tanto di joystick incorporato: l’Archos GamePad. Proposto in Italia al prezzo accattivante di 149 euro, l’Archos GamePad potrebbe davvero riuscire a guadagnarsi una bella fetta di mercato fra le console, da cui differisce solamente per la dimensione più ampia del display (che secondo noi è un bel pregio). Di seguito la nostra recensione!

Video Recensione


Hardware

Il comparto hardware di Archos GamePad non è elevato ma è composto da componenti che permettono di far girare la maggior parte dei giochi presenti sul Google Play Store. Purtroppo non si ha a disposizione un processore nVidia Tegra 3 che avrebbe permesso di installare anche giochi molto corposi e ben definiti; tuttavia, grazie anche ai vari emulatori, potremmo utilizzare il Tablet come una vera e propria console portatile.

Il processore è di tipo dual-core che opera ad una frequenza di 1.6 Ghz in accoppiata con una memoria RAM di 1GB. Per quanto concerne la memoria interna, abbiamo 8GB disponibili più la possibilità di inserire una microSD da 64GB.
Il display è da 7 pollici e ha una risoluzione pari a 1024×600 pixel con una densità di pixel non troppo elevata: 170 PPI. Al di sopra di esso alloggia una fotocamera frontale da 0.3 megapixel che potrebbe diventare utile per fare video chiamate, o in qualche gioco particolare dove può essere impiegata. Ai lati la parte più caratteristica di questo tablet:

  • Sul lato sinistro: 4 pulsanti direzionali, pulsante L2, L1, Reset e manopola analogica direzionale
  • Sul lato destro: 4 pulsanti azione (A, B, X, Y), pulsante R2, R1, Start e manopola analogica
  • Su entrambi i lati, sotto alle pulsantiere, due altoparlanti

Sulla parte alta troviamo, infine, da destra verso sinistra: porta microHDMI, Jack da 3.5mm per le cuffie (che avremmo preferito sulla parte bassa), tasto di accensione/standby e bilanciere del volume.

Archos Gamepad
Processore Cortex Dual-core @1.6GHz
GPU ARM-Mali 400MP
RAM 1GB
Memoria interna 8GB
Espansione memoria Si, Micro-SD fino a 64GB
Display 7 pollici
Risoluzione 1024×600 pixel
Fotocamera anteriore 0.3 megapixel
Fotocamera posteriore No
Connettività No
WiFi Si
Bluetooth No
GPS No
NFC No
Porte microUSB, microHDMI
Batteria Al litio
Sistema Operativo Android 4.1 Jelly Bean
Dimensioni 229,8 x 15,4 x 118,7
Peso 330gr
Prezzo (di lancio) 149 euro

 

Riguardo ai materiali della scocca e del display abbiamo la solita qualità di Archos che gli permette ovviamente di mantenere un prezzo accattivante sul mercato.


Schermo

Il display, come quasi tutti quelli dei dispositivi Archos, è in plastica. Misura in diagonale 7 pollici ed ha una risoluzione pari a 1024×600 pixel con una densità di pixel di 170 PPI. Non è sicuramente fra i display più definiti e belli da vedere ma ha una luminosità molto alta che permette di giocare bene anche a giochi con grafiche abbastanza buie.

Supporta più tocchi contemporaneamente ed è di tipo capacitivo. Non presenta lag di input e reagisce molto bene al tocco.

Nel complesso quindi un display discreto.


Fotocamera

Riguardo la fotocamera spendiamo giusto un paio di parole. E’ da 0.3 megapixel e frontale, ciò vuol dire che non la utilizzerete mai a meno che non siate soliti fare video chiamate. Personalmente la vedrei molto utile se impiegata in alcuni giochi dove magari viene richiesto il riconoscimento facciale o per azionare funzioni mediante gesti visivi. Per il resto non penso che vi mettiate a fare foto panoramiche alla cieca. :-)


Batteria

La Batteria di Archos GamePad è pari a 1500 mAh. Come si può notare dalla sua capacità, non si tratta di una batteria che permette chissà quale durata, ed infatti è così. Con un utilizzo saltuario durante la giornata è capace di reggere fino a più di 10 ore dato che in standby non consuma praticamente nulla. Con un utilizzo invece più intenso, quindi giocando continuamente, abbiamo una durata che va dalle 4 alle 6 ore.


Software & Gaming

La parte software è uno degli aspetti più interessanti dell’Archos GamePad. Personalmente sono un amante dell’interfaccia classica Android (quella Holo) ed Archos mi piace perché non implementa personalizzazioni grafiche proprie o, se le fa, va molto sul soft. Abbiamo dunque una UI Google Experience con alcuni giochi preinstallati ed alcune applicazioni create ad hoc.

Il sistema operativo è Android 4.1 Jelly Bean e molto probabilmente sarà aggiornato a future versioni. Le applicazioni aggiuntive di Archos che troviamo, oltre a quelle Google come Gmail, Calendar ed altre, sono:

  • Archos Remote: per collegarsi in remoto ad altri dispositivi
  • Archos Video: lettore video
  • Archos Musica: lettore musicale
  • File: file manager
  • Mapping Tool: utilissimo tool molto pratico per mappare i tasti fisici con quelli software nei diversi giochi
  • Monitor di sistema: per osservare i programmi in background ecc..
  • OfficeSuite: per leggere i programmi office

Riguardo la Mapping Tool spendo qualche parola in più. Questo utilissimo strumento ci permette di modificare in autonomia ed in semplicità la relazione pulsante fisico-funzione. Per ogni gioco, infatti, sarà possibile creare una mappa dei tasti dedicata in modo da rendere compatibile al 100% il gioco con i tasti fisici.

Inoltre, Gli sviluppatori che si accorderanno con Archos, potranno pre-mappare i tasti così da togliere “il peso” all’utente.

Nel complesso comunque il software risulta ottimizzato per l’hardware, reattivo e privo di problemi di instabilità.


In Conclusione

Archos GamePad è sicuramente stato realizzato per chi ama giocare ed a chi piace farlo con le classiche pulsantiere da joystick. Ciò non toglie la possibilità di navigare, leggere, guardare video o ascoltare musica in piena tranquillità e mobilità.

Un dispositivo buono senza troppe pretese offerto ad un prezzo accessibile. Per essere il primo GamePad, nella speranza che in futuro ne arrivino altri, a 149 euro portate a casa una vera e propria console, e non solo.

[nggallery id=86]

Voti

Ergonomia: 9
Display: 7
Software: 9
Hardware: 7.5
Fotocamera: 5
Batteria: 7
Materiali: 6.5
Giudizio finale: 7.5

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Archos GamePad 2: filtrano alcune caratteristiche tecniche – Tutto Android()

  • Ok, mi rispondo da solo per aver trovato l’info che cercavo! A beneficio di chi fosse interessato, il dispositivo presenta una memoria per le App (detta anche “Memoria di Sistema”) pari a 1GB…..Buone Feste!

    • Scusate, mi correggo ancora! L’informazione riportata poc’anzi si riferiva semplicemente alla RAM! Resta sempre valida la richiesta di memoria a disposizione delle App…….grazie!

      • La memoria interna disponibile per le App è di circa 5.6GB ;-)

        • Ottimo, se penso che un Galaxy S2 ne ha “solo” 2GB e il resto degli 8GB si dividono tra ROM e spazio di archiviazione dati, direi che va benissimo!
          Grazie mille!

  • Ottima recensione (anche nella parte video). Vorrei gentilmente sapere quanta memoria dedicata alle App degli 8GB interni, possiede il dispositivo…….grazie! :)

  • emiliodi francesco

    dispositivo veramente interessante e recensione ben fatta.vorrei sapere per favore come si chiama l’emulatore nintendo 64 e dove posso trovare il gioco di mario kart 64.grazie e ciao!

    • Grazie :-). L’emulatore si chiama Mupen64Plus mentre il gioco lo trovi su Internet cercando rom mario kart 64. Ovviamente per scaricarla legalmente dovresti avere un originale fisico del gioco.

Top