TuttoAndroid intervista Mark Turmell

Mark-Turmell

Come rifiutare la possibilità di un’intervista con Mark Turmell, uno dei veterani dei giochi arcade che è stato in grado di tirar fuori dal cilindro giochi come NBA Jam, Total Carnage e Smash TV? La risposta è che “è un’offerta che non si può rifiutare”.

Mark Turmell ha militato in diverse software house durante la sua vita, ma ha trovato l’affermazione definitiva in EA con NBA Jam. Recentemente ha abbandonato Electronic Arts per entrare nel colosso del social gaming Zynga.

L’intervista ha al centro il nuovo gioco di Mark Turmell, Bubble Safari, disponibile su Facebook. Anche se questo può all’apparenza non essere correlato con Android, in realtà il genere arcade è diffuso uniformemente tra tutte le piattaforme possibili e le opinioni espresse da uno dei fondatori del genere sono importanti per qualunque piattaforma.

Non bisogna dimenticare, poi, che il mondo social ed il mondo mobile vanno convergendo: sono numerosissimi i giochi che combinano l’arcade ed il social nel mobile. Inoltre non è da dimenticare che sempre più giochi mobile hanno anche funzioni social e che i giochi social stanno passando al mobile.

È quindi interessante ascoltare ciò che Turmell ha da dire, al di là delle preferenze sui generi (ad esempio io amo i giochi RTS e i GDR!).

 

Qual è la definizione di “arcade” data da un veterano del genere come lei?
I buoni giochi arcade sono semplici da imparare e da giocare, ma i grandi giochi arcade hanno anche molta profondità e strategia dietro. Devi investire del tempo e degli sforzi nel far tuo un gioco arcade. Amo specialmente i giochi match-three [giochi in cui bisogna mettere 3 pedine dello stesso tipo accanto, NdR]. C’è qualcosa di magico in essi. Con Bubble Safari abbiamo cercato di applicare gli elementi dei grandi arcade – come la modalità “On Fire” che ho inizialmente inventato per NBA Jam e un gameplay fluido a 60fps. I grandi giochi arcade ti fanno pensare, ti fanno rispondere velocemente, ti sfidano e ti battono, ma ciò che è più importante è che ti fanno sentire che sei bravo nel gioco! Uscire dalle situazioni tese con la giusta quantità di abilità, questa è l’essenza di “arcade” per me.

EA è stata fondata nel 1982 ed è diventata uno dei principali attori nella scena arcade. In EA lei ha lavorato su titoli come NBA Jam, che ha fatto la storia del genere. Perchè ha lasciato EA? E perchè ha scelto Zynga?
Nel 2010 si è davvero impressa in me l’idea che l’industria stesse passando per un cambiamento fondamentale nella strategia, e che il “free-to-play” e il social avrebbero dovuto essere alla radice di tutti i giochi nel futuro prossimo. Nessuna compagnia è meglio organizzata o predisposta per indirizzare questo cambiamento come Zynga. Zynga è realmente più vicina alle mie radici arcade e a rispondere alle abitudini di gioco degli utenti rispetto alle società tradizionali, e io volevo essere in questo posto.

Se dovessimo fare una fotografia attuale del mondo dei videogame, come sarebbe? Il mondo arcade è cambiato molto con l’avvento del Web e del mobile? Quale ruolo hanno avuto software house come Zynga in questo?
La fotografia sarebbe come una clessidra, dove tutti i generi tradizionali stanno scorrendo giù attraverso l’imbuto del free-to-play! Il fondo della clessidra rappresenta un sacco di innovazione che sta avvenendo, ma l’insieme comprende il modello free-to-play e caratteristiche social che Zynga ha aiutato a portare alla luce.
L’intero business si sta orientando verso i giochi social e free-to-play. Con i telefoni, tablet e computer che rimpiazzano le console. Tutti giocano già online e sui dispositivi mobile in qualunque momento e dovunque. E questo è come dovrebbe essere! I giochi social online sono facilmente accessibili a tutti. Zynga ha giocato un ruolo importante in questo sviluppo ed è decisamente un pioniere nel rendere i giochi gratuiti ed accessibili. Il primo gioco social della società, Zynga Poker, è ancora al primo posto delle classifiche con molti altri giochi nella top ten. Abbiamo visto molti sviluppatori “tradizionali” entrare nel mondo del casual online gaming da allora. E penso che questo sia solo l’inizio.

Com’è lavorare per un colosso come Zynga, diventato un pilastro dei VG in pochissimi anni?
È una figata totale! Sono super contento di essere parte di Zynga. Quando sono entrato nella compagnia nel 2011, Zynga non stava realizzando alcun gioco arcade ed io non avevo mai fatto giochi social. Quindi abbiamo deciso di creare insieme giochi arcade ancora più divertenti e più social. Volevamo creare il più divertente e “il più social” bubble shooter che ci sia, e Bubble Safari è questo! Il gioco sta andando veramente bene e riesco a lavorare con persone estremamente talentuose ogni giorno per renderlo ancora migliore.

Come è possibile creare qualcosa di veramente unico e di immediatamente riconoscibile in un’organizzazione che sforna costantemente decine e decine di titoli? In che modo Bubble Safari si distingue dal resto della produzione Zynga?
Bubble Safari è il primo bubble shooter di Zynga. È anche il primo gioco che è stato lanciato su Facebook e su Zynga.com simultaneamente. E sono davvero eccitato nel dire che è il primo gioco multiplayer sincrono di Zynga! Bubble Safari porta il social gaming ad un livello superiore avendo i giocatori che competono in tempo reale su Facebook e su Zynga.com. Volevamo creare un gioco che le persone amassero e che attirasse effettivamente nuovi giocatori che non hanno giocato ai giochi Zynga prima e siamo molto orgogliosi di questo.
Per quanto riguarda il rendere un gioco speciale e farlo spiccare tra gli altri, alla fine si riduce tutto al team di persone che crea il gioco, e abbiamo uno studio incredibile a San Diego.

Com’è stato passare dai videogame “classici” ad un mondo fatto da videogiochi esclusivamente casual? Com’è stata la progettazione di Bubble Safari? Quali sono gli elementi da prendere in considerazione per rendere interessante un gioco?
Quando sviluppavo giochi “a moneta”[i classici delle sale giochi, NdR], eravamo soliti viaggiare per il Paese e andare nelle sale giochi dove chiedevamo ai giocatori cosa ritenevano che funzionasse e cosa no. Avevamo alcuni dati che erano archiviati in ogni macchine ed eravamo impazienti di raccoglierli, poichè sapevamo che il feedback degli utenti era la chiave per il successo. In Zynga abbiamo dati chiari e precisi per capire cosa piace ai giocatori e cosa no. Amo il fatto che possiamo modificare il gioco anche dopo che è stato reso pubblico! È una possibilità unica dei giochi social. Con i giochi arcade classici o con i titoli per console, avevi finito una volta che il gioco era fuori. Con i giochi social, non abbiamo mai finito. Ogni giorno impariamo a migliorare i nostri giochi per dare ai giocatori ciò che vogliono. È la sua bellezza. Ma ovviamente non fa mai male avere qualcosa con un successo bruciante!

Qual è l’aspetto che più Le è piaciuto del nuovo gioco? Quale, invece, piace di più ai fan?
I giocatori amano la funzione “bolle dagli amici”. Per la prima volta in un gioco arcade i tuoi amici possono impattare realmente sul successo in-game momento per momento! Quando sei in una sessione concitata di gioco e il tuo amico ti ha fornito un potente Boost Bubble per finire il livello, ti senti davvero come se stessi giocando con lui e non semplicemente da solo.
La modalità “On Fire” è anche così strategica, e i giocatori amano questo tipo di caratteristica, far esplodere le cose non passa mai di moda! È la mia parte preferita del gioco!

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

Top