I senzatetto diventeranno… hotspot 4G umani

Nemmeno Orwell e Huxley avevano pensato ad una cosa del genere. Eppure, questa è la conferma che la realtà supera spesso la fantasia. Una società attiva nel ramo pubblicitario con sede a New York, chiamata BBH, ha avuto la geniale idea di convertire i senzatetto della Grande Mela in hotspot 4G mobili… umani. Questa campagna è portata avanti, a quanto sembra, con la reale intenzione di migliorare le condizioni dei senzatetto dandogli un lavoro. Tutto quello che verrà incassato da coloro che aderiranno, infatti, rimarrà a loro.
Indubbiamente la condizione economica di queste persone potrebbe migliorare, ma il problema più grande è l’aspetto etico della vicenda. Già solo vedere l’immagine qui sopra mette i brividi. “Sono Clarence, un hotspot 4G”. Gela il sangue nelle vene. La compagnia sa bene che le implicazioni non sono poche, infatti ha affermato con fare difensivo che “la preoccupazione è che queste persone siano improvvisamente solo hardware ma, francamente, non l’avremmo fatto se non credessimo altrimenti. Siamo molto aperti a questo tipo di critica.”
Onestamente, trovo tutta la faccenda abbastanza ripugnante più che altro per il modo in cui è stata messa in piedi. Trovo che l’idea in sè non sia poi così malvagia, visto che dà ai senzatetto la possibilità di incamerare qualche soldo onestamente e in sicurezza. Al posto che impiegare ragazzini o studenti universitari, si impiegano senzatetto – ottimo modo di dare un po’ di ricchezza anche agli strati sociali più bassi. Le magliette con “io sono un hotspot 4G” sono però davvero terrificanti e raggelanti. Questo è trattare le persone come hardware.
Vedremo se l’applicazione effettiva sarà migliore di quanto possiamo vedere finora. Io, personalmente, torno nel mio cantuccio a rabbrividire e a pensare a quanto stiamo cadendo in basso. Voi siete invitati a dire la vostra con un commento!

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • H-forrp

    Idea a dir poco spettacolare! Valorizzazione di una risorsa umana non sfruttata ed aiuto a classi sociali indigenti. Ogni tanto gli adetti marketing dimostrano di meritare tutti i soldi che prendono!
    E comunque é comodo e facile indignarsi con la pancia piena ed un cantuccio in cui rintanarsi!

  • Ogni lavoratore dipendente… in fin dei conti, e pure un libero professionista, senza troppi patetici commenti… è hardware e a volte software per la propria azienda e per la Società!

    Nello svolgere la propria mansione, un muratore è hardware quanto un Hot Spot, e fa anche più fatica!!!

  • I H M

    Per quanto troviate strana o ripugnante la faccenda, da un sito di notizie come questo mi aspetterei articoli scritti in modo più impersonale. Ognuno la deve pensare come crede.

  • I H M

    Per quanto troviate strana o ripugnante la faccenda, da un sito di notizie come questo mi aspetterei articoli scritti in modo più impersonale. Ognuno la deve pensare come crede.

    • RiccardoRobecchi

      Questo è un blog, la cui differenza principale rispetto ad una testata giornalistica è il fatto che le notizie non sono scritte in modo impersonale ed asettico. In ogni caso anche sui quotidiani trovi notizie date in modi che sono tutto fuorchè impersonali.

  • Mark

    Qualsiasi lavoro porta dignità all’uomo. Basta che non sia nocivo per se e per gli altri.
    Amo la redazione di tuttoandroid e mi scuso se mi esprimo con tutta la sincerità: esci dal “cantuccio” dove stai “rabbrividendo” e pensa che i senza tetto il “cantuccio” non ce l’ hanno e “rabbrividiscono” per il freddo e per la fame…Ben venga questa opportunità!!!

    • trimarchimanuele

      Mi hai completamente tolto le parole di bocca :)

    • RiccardoRobecchi

      Come avrai potuto notare leggendo l’articolo, io non critico l’idea. L’idea, anzi, è buona perchè “dà ai senzatetto la possibilità di incamerare qualche soldo onestamente e in sicurezza. Al posto che impiegare ragazzini o studenti universitari, si impiegano senzatetto – ottimo modo di dare un po’ di ricchezza anche agli strati sociali più bassi.” (citando dall’articolo)
      Il problema principale è che vedere “sono Clarence, un hotspot 4G” è una pugnalata. Se avessero dato più dignità a queste persone avrei accolto questa iniziativa in maniera estremamente positiva, ma così come sono ora le cose sembra davvero che trattino questi senzatetto come hardware. E la cosa non mi piace.

  • sirkuito

    Ma figuriamoci se vanno in giro con l’antenna!!!! Leggete bene la maglietta, c’è un numero di telefono. Sicuramente rimanda ad un servizio centralizzato. Riguardo alla moralità del claim “ciao sono un hotspot” prima mi preoccuperei di ben altro, ad esempio l’immagine della donna nella pubblicità

    • RiccardoRobecchi

      Non gestiamo noi le pubblicità.
      In ogni caso sì, vanno in giro con l’antenna. Il numero serve per chiamarli e farli andare dove serve il servizio.

  • La moralità della cosa è strettamente connessa all’aspetto tecnico.
    Mi pare di aver capito che questi senzatetto vengano semplicemente usati come pubblicità riportando un codice di accesso ad un servizio push con l’intento di migliorare l’utilizzo della rete: tu paghi riportando il codice che leggi sulla maglia e viene mandato sul tuo dispositivo un quotidiano in forma digitale.

    Loro non hanno alcuna antenna addosso semplicemente riportano i dati per accedere al servizio: tutto il ricavato della vendita va a loro perché la società farà soldi con la pubblicità presente nei quotidiani.

    Ovvio se avessero attaccato un ripetitore 4G addosso a queste persone sarebbe stato veramente aberrante a prescindere dalle scritte presenti sulla maglia ma così mi pare che sia una cosa veramente importante dal punto di vista sociale!

    • Mario

      Ma perché se gli avessero attaccato un ripetitore addosso sarebbe stato aberrante? Sono più dignitosi i tizi che girano vestiti da pollo gigante? Io penso che se pure gli attaccassero un ripetitore addosso, se non comporta rischi per la salute e lui possa ricavare dei soldi da questa cosa, ben venga. Preferireste che si guadagnasse da vivere con rapine, scippi e spacciando droga ai ragazzini?

    • RiccardoRobecchi

      Dalla fonte: «At SXSW, the annual tech startup conference in Austin, 13 homeless men are hanging around the conference center wearing white shirts that say “I’m _____, a 4G hotspot.” Each is carrying a wireless internet device, and for a PayPal donation, will provide conference-goers with internet access for as long as they want.»
      Hanno dietro un hotspot 4G da cui fanno effettuare gli accessi ai clienti. Il problema principale rimane il “io sono un hotspot 4G”, è totalmente alienante.

  • Danilo

    Sta cosa fa pensare a quei film futuristici dove è l’uomo ad essere al servizio della tecnologia e, dove magari è lui stesso un pezzo stesso di tecnologia importante in un definito ecosistema. Senza ipocrisia, a me la cosa un po affascina, anche se non proprio giusta eticamente. Ma l’etica è solo una questione di convenienza soggettiva… secondo me.

  • Giuseppe_Iovene

    E’ una notizia che ci fa veramente rendere conto di come il capitalismo sia l’unica fonte di sostentamento e ci si sia dimenticati totalmente dei valori etici in generale. Ma secondo voi, non sarebbe stato meglio se la compagnia che vuole impiantare il 4G non avesse costruito degli appositi hotspot ed avesse fatto opere di carità verso questi senzatetto, come ad esempio dargli un tetto? Invece no, non costano nulla, sono gratis e portano soldi…che bel mondo ragazzi!

  • Comunque si tratta di una cosa volontaria quindi non ci vedo niente di male… Anzi forse una cosa così potrebbe dar loro un pò di autostima e farli sentire utili alla società!

  • Luca Negri

    d’accordissimo con te
    sarebbe meglio scrivere sulle magliette al posto di “sono un 4g hot spot”, un bel ” mi chiamo tizio e sono responsabile del 4g hot spot di via tal dei tali” ecc.. cosicchè ci sia il riconoscimento del diritto al nome, alla proprio dignità ed al lavoro a tutti gli effetti: una responsabilizzazione al fine da delineare la persona come un vero e proprio lavoratore.
    la mia idea può essere leggermente utopistica, ma credo che trasformare una persona in un hardware..vada contro i “diritti umani”.
    dare lavoro ai senza tetto la trovo una splendida idea, soprattutto perchè vedo che nelle metropoli ci sono tanti home less che vivono in condizioni pessime.. ma se per fare ciò si deve andare contro ai diritti umani..beh..c’è qualcosa che deve essere cambiato in questa iniziativa.

    • RiccardoRobecchi

      Hai colto il mio pensiero. “Mi chiamo Clarence e mi occupo dell’hotspot 4G” sarebbe stato molto più corretto.

  • Essere un hotspot non è tanto diverso da essere un uomo che distribuisce volantini o il classico “uomo-sandwich” che sta tutto il giorno in mezzo a un incrocio con una pubblicità. La trovo un’idea valida per il reinserimento di persone dimenticate volutamente dalla società.

  • Preferisco che li trattino come hardware piutosto che fare finta di non vederli! la cosa ripugnante è la gente che fa finta che non esistano e questa è solo un’opportunità per farli arrivare a sera senza togliergli l’ultimo briciolo di dignità rimasta e facendoli sentire utili non ci vedo niente di male anzi secondo me il testo sulla maglietta va preso in senso ironico e non pensando che diventino antenne umane!

  • Leo

    È un’ idea tanto geniale quanto trollosa xD

  • Andes

    Personalmente non ci vedo nulla di scandaloso… anzi un’ottima opportunità per far guadagnare qualcosina anche a loro. In ogni caso sono certo che centinaia di ragazzini sarebbero disposti a farlo per arrotondare un po’. Da giovane ho fatto l’uomo sandwich e il babbo natale e oggi non mi vergogno di questo, anzi.

  • A112399

    Non ho capito tecnicamente come dovrebbe funzionare. Certo, anche io rabbrividisco al solo pensiero di dove possano collocargli l’antenna.

    • Ah ecco quindi dovrebbero stare tutto il giorno con l’antenna addosso? Salutare…

  • Che farai da grande figliolo?? Voglio diventare un hotspot 4G… In effetti è abbastanza triste.. Ma… Cosa farebbero di preciso? :D

  • muph

    Io non la vedo una cosa così tanto brutta

  • per me non è ripugnante per il semplice fatto che non avendo lavoro e soldi questa è una grossa opportunità di guadagno..grandiosa iniziativa!

  • Asd

    lol

Top