CyanogenMod Installer rimossa dal Play Store per volontà di Google

cyanogenmod-installer-04-535x535

CyanogenMod avrà una bella gatta da pelare ora che Google ha costretto il team a rimuovere l’applicazione CyanogenMod Installer dal Play Store. Se infatti per il team non sarà affatto un problema continuare a distribuire l’applicazione presso i propri canali, come ad esempio il suo sito web, sarà invece un problema venire a capo di questa situazione e “convincere” Google a fare marcia indietro.

Google ha infatti chiesto a CyanogenMod di rimuovere l’applicazione dal Play Store, in quanto viola i termini di sviluppo. Se il team non l’avesse fatto, Google stessa sarebbe stata costretta a rimuovere amministrativamente l’app con forza.

Il motivo della rimozione sembrerebbe essere questo: l’app ha il compito di “aiutare” gli utenti (grazie anche ad un’app per PC) a divenire amministratori del proprio dispositivo, effettuando lo sblocco del bootloader e installando in maniera guidata la custom ROM del team; da qui deriverebbe il motivo per il quale Google ha dovuto prendere questa decisione, in quanto applicazioni che “aiutano” a violare la garanzia dei dispositivi non sono destinate a restare sullo store ufficiale di Android.

Il team CyanogenMod, quindi, ha deciso di rimuovere autonomamente l’Installer dal Play Store e sta lavorando al fine di trovare una sorta di compromesso per consentire all’app di rientrare e restare su Google Play. In ogni caso, l’applicazione CyanogenMod Installer rimane disponibile recandosi al sito CyanogenMod.org.

Da ultimi aggiornamenti ufficiali riguardo la vicenda, però, nella Relazione ufficiale di rimozione dell’app non viene menzionato il fatto che CyanogenMod Installer viola i TOS (Termini di Servizio), dunque attualmente non si conosce una precisa verità sull’accaduto. Cosa pensare, quindi? Quali saranno i veri motivi di questa (apparentemente contraddittoria) rimozione?

A voi i commenti.

Via

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • max

    Comunque molte rom modificate permettono di acquisire i diritti i root ed avere un accesso completo allo smartphone, il che mi pare lecito, visto cche quando compro un pc ho tranquillamente l’accesso con privilegi di amministrazione. Limitare un accesso ad un terminale di mia proprietà con la scusa-spauracchio di invalidare la garanzia sembra paragonabile a mettere un fermo all’acceleratore di un’automobile per paura che il conducente vada troppo forte edabbia incidenti…

    • Infatti installando una custom rom invalidi la garanzia! Ti faccio notare inoltre che Google non ha MAI permesso a questo tipo di applicazioni di risiedere nel loro Play Store in quanto, come giustamente dici tu, invalidano la garanzia. Pensa che neanche SuperSU o altri “aiutano” ad avere full access sul dispositivo! Loro tengono solo aggiornati i file binari! PS: per installare una custom rom devi avere i permessi di root (e l’S-OFF su HTC) da prima, quindi la tua prima frase è senza senso! :)

      • ale

        Non è esattamente così,non invalidi nulla in europa,la legge parla chiaro,la garanzia sull ‘ hardware e quella sul software sono due cose distinte…
        Per di più per un azienda che dichiara di sostenere l’ open source già il fatto di non mettere in modo predefinito la possibilità di diventare root mi pare già molto discutibile,se lo fanno per la sicurezza chiedono al primo avvio di impostare la password di root e sono a posto,ma anche levare un applicazione che serve per facilitare l’ installazione di rom alternative mi pare stupido,ma daltronde se poi diventa così facile vorrai mai che agli utenti che hanno il galaxy nexus o altri telefoni abbandonati dai produttori gli venga in mente di installarsi la cyano con kitkat e non comprarsi il nexus 5 ? O magari che in futuro la cyano si faccia il proprio store con le proprie app e quindi addio spionaggio di google ? non sia mai
        Forse ci si sta avvicinando al livello apple

        • ERRORE: “Non è esattamente così,non invalidi nulla in europa” questo succede SOLO E SOLTANTO su dispositivi Android RIVENDUTI da Google. Samsung e LG (ad esempio) si incazzano da matti se gli mandi in garanzia un dispositivo con i permessi di root!

          • s789

            Ok, adesso togli LG Italia che permette di mandare uno smartphone con custom ROM, root, recovery, bootloader sbloccato ecc. ecc.

          • Pardon, errore mio. Rimando comunque sempre a Samsung, Sony e altre. E di queste sono sicuro.

          • ale

            Ma devono ripararlo lo stesso altrimenti infrangono la legge

          • ? Questo non è vero!

  • anonimo

    io avevo una app su Google player qualche tempo fa ora rimossa da Google allora io incazzato ho mandato una diffida attraverso il mio legale di fiducia dicendo che app da me inserita era simile a wikipedia
    e quindi libera invece loro dicono che e copiata d a Wikipedia
    allora dopo 2 anni di tribunale ho vinto la causa contro Google il mio Wikipedia studenti e rimasto sul Google player

    • Google Player? Seriamente? Dubito tu sia in grado di sviluppare una applicazione se non sai neanche il nome del “posto” dove la hai pubblicata!!! Va bene sognare, ma non prendere il volo!

  • ale

    Google si dice tanto aperta ma la verità per cui l’ ha rimossa è un’altra,google non vuole che si installi la cyanogenmod o qualunque altra rom perchè così vengono levate tutte quelle funzioni che consentivano a google di spiare l’ utente…
    E ricordo che non è nemmeno la prima volta,già adaway,il programma per eliminare la pubblicità simile ad adblock è già stato rimosso in passato
    Google tiene solo quello che gli fa comodo,alla fine fa come apple,se una cosa gli è scomoda la toglie dal play store,non mi stupirei se in futuro google togliesse la possibilità di sbloccare il bootloader nei suoi device

    • “non vuole che si installi la cyanogenmod o qualunque altra rom perchè così vengono levate tutte quelle funzioni che consentivano a google di spiare l’ utente…” Ricordo che TUTTE le rom sono basate su AOSP, quindi sul codice sorgente Google e gli sviluppatore (come me dopotutto) non avrebbero nessuna possibilità di rimuovere questo tipo di “Malware”

      • ale

        Si peccato che se mettono una backdoor o altre schifezze nel codice AOSP magari vengono scoperte e rimosse,se lo mettono nelle loro rom non lo sapremo mai,probabilmente ci sono,se mettiamo caso dato lo sviluppo che sta avendo cyanogenmod si faccia un suo store distaccato dal play store,cosa molto probabile considerando che vogliono fare anche un loro telefono,praticamente avrebbero fatto un os completamente indipendente da google e quindi addio controllo di google

        • Non sarebbe possibile non identificare un backdoor, mentre un malware è praticamente impossibile se controlla il sistema! Le rom AOSP sono il codice sorgente di Google semplicemente ricompilato e leggermente modificato. Se fosse presente un malware e fosse creato appositamente da Google, lo implementerebbero nelle librerie di sistema: chi è lo sviluppatore che va a decriptare ogni libreria pur di trova re (forse) un semplice malware? Per la cronaca: Cyanogenmod ha già lanciato il suo dispositivo con una versione modificata di Android (è stato prodotto dalla Oppo, ma non ricordo il modello). Cyanogenmod è basata COMPLETAMENTE su Android quindi non potrà mai creare un OS completamente suo a meno che non SCRIVA un kernel e un SO daccapo.

          • ale

            Sai che nemmeno google usa un kernel suo,ma tralasciando questo fatto,le cose di google che ci sono in android sono le google apps,se togli quelle e le sostituisci con delle altre app,magari con uno store di cyanogenmod,è si sempre basato su android ma google non controlla più nulla…
            Google ha il controllo di android solo con le google apps,prova ad installare android senza quelle e vedi che non puoi collegare un account google,non hai il play store,non hai nulla con il nome google sopra,google basa i propri guadagni proprio sul controllo dei dati degli utenti e dalle vendite di google play,se togli queste cose penso che google non la prenda molto bene

  • Miche

    Questa volta Google ha ragione. Non si può pubblicare sul playstore un’app che una volta installata invalida la garanzia. Per i nexus questa cosa non vale però bisogna ricordare che nelle altre marche di cell lo sblocco del bootloader e il root comportano l’invalidazione della garanzia. Quindi onde evitare futuri reclami e magari anche cause legali da parte degli utenti che installano l’app google ha deciso di risolvere il problema alla fonte e per me anche giustamente.

    • ale

      Invece ti sbagli,sbloccando il bootloader o facendo il root non invalidi la garanzia sull’ hardware,almeno in europa c’è è una legge specifica che distingue la garanzia sull’ hardware e sul software,magari in altri paesi no però

      • Vincent Ammattatelli

        Come sempre le regole sono una cosa. Farle rispettare è un’altra cosa.
        Basta vedere il nuovo trend di Samsung col sistema Knox. Knox nasce per costituire un sistema sicuro e concettualmente la cosa ci sta ed è giusta ma se il contatore Knox posto nel bootloader (e legato all’hardware del telefono) viene alterato, Samsung non ti riconosce la garanzia.
        Poi sta a te con giri e rigiri pazzeschi scornacisi per fartela avvalere. Morale della favola…. per quieto vivere non tocchi il terminale e non ti vai ad installare Custom ROM o permessi di root.

        • ale

          Ma loro possono mettere i sistemi che vogliono,anche htc ti fa obbligatoriamente registrare sul suo sito per avere la key per lo sblocco del bootloader,però in europa deve sottostare alla legge europea e quindi per un problema hardware riparare il telefono in garanzia,un mio amico ha mandato in assistenza un htc con bootloader sbloccato (ma anche se lo avesse rimesso tutto stock lo avrebbero saputo comunque essendosi dovuto registrare sul sito di htc) e lo hanno sostituito senza far storie

          • Vincent Ammattatelli

            Il discorso è un poco diverso. HTC come LG ha riconosciuto che lo sblocco del bootloader e l’installazione di rom alternative non invalida la garanzia discriminando come tu dici Software da Hardware. Per Samsung (tanto per citare lei ma vale anche per altri) le due cose non si scindono. Il cellulare non è visto come un PC che ci puoi installare quello che vuoi. L’uso improprio del cellulare può comprendere anche la parte software. Dove una rom non ufficiale che fa un cattivo uso dell’hardware può danneggiarne lo stesso. Detto questo se alteri il software non vieni più coperto da garanzia. Perché anche se è vero che la UE ti riconosce la differenza fra Software e Hardware, il costruttore può sempre risponderti che l’Hardware l’hai rotto tu con un uso improprio del Software. E li, tu prova il contrario!

          • ale

            È chiaro che un guasto all’ hardware,come al display,alla fotocamera,ecc non possa essere causato dal software… (ovviamente se ti si fonde la cpu,che potrebbe succedere si con un utilizzo improprio,non possono verificare se lo hai rotto te,se non si accende la vedo dura)

          • Vincent Ammattatelli

            Difficile ma non impossibile. E comunque si può risalire a delle installazioni di rom custom (per alcuni modelli) anche se friggi la cpu. In ogni caso, anche se non mi piace, i costruttori hanno ragione a tutelarsi. Lo stesso Google.
            Se vuoi installarti una rom custom come CM non sarà di certo la mancanza sul Play Store della loro app a fermarti. Anzi…. meglio così. Almeno si eviterà che persone non competenti in una modifica del genere del proprio cellulare facciano una cosa di cui poi pentirsene.

          • ale

            Infatti non ho nessun problema a scaricare ed installare la cyano come ho sempre fatto,il senso dell’ installer è proprio rendere l’ installazione di questa rom a chi magari è meno pratico con queste cose e di mettersi a dare comandi dalla shell non ci pensa nemmeno
            Per esempio ci sono vari motivi per cui anche un utente poco esperto vorrebbe poter usare la cyano,per esempio per avere l’ ultima versione di android,o per avere magari su un telefono che non è un nexus una versione di androd più pulita senza le interfacce personalizzate dei produttori,insomma sarebbe stata una buona cosa alla fine

            Comunque dubito fortemente che una volta bruciata la cpu riesci a leggere la memoria del telefono,a meno che non intendi dissaldarla e saldarla su un’altra scheda,penso sia improponibile,la cosa peggiore che potrebbe succedere è un danno alla memoria ram o alla nand che non consenta di caricare l’ os però consenta di entrare nel bootloader

          • Vincent Ammattatelli

            Fidati, non è sempre una buona cosa dare troppa libertà a chiunque. Togliere l’installer della CM dal Play è stata una buona mossa. Il fatto che tu sia un utente superiore alla media non vuol dire che lo siano anche gli altri.
            Per quello che dicevi del guasto della cpu….. ti dico solo che è normale per chi non è nel settore elettronico pensarla come te. Ma non è così.
            Negli anni comunque posso dirti che ne ho viste di tutti i colori per quel che riguarda l’ottusaggine degli utenti. Chiudo dicendo che la libertà di scegliere a volte te la devi guadagnare. Altrimenti non solo non ne capisci il senso ma non sai nemmeno come usarla.
            Questo vale per le rom custom e anche per il resto.

          • Ale

            senza entrare nel merito del perchè e del percome, ma ho personalmente mandato in riparazione un S3 completamente bloccato perchè IO ho sbagliato ad installare una rom o forse addirittura la recovery (sono un neofita che forsa ha voluto fare qualcosa più grosso di lui… ) e mi aspettavo il conto salato dalla samsung ma è stato ripristinato senza batter ciglio, a costo zero.

          • Vincent Ammattatelli

            Una mia amica con un S3 ha rotto il touch (e li non credo ci sia garanzia che tenga dato che è negligenza) ma gli hanno sostituito tutto il frame anteriore, display e touch in garanzia.
            E’ chiaro che a Samsung costa meno che avere te che te ne vai in giro su Facebook o altro a dire che sono delle Me@@e o peggio perché non ti riparano il cellulare. Pagano gente per fare lo stesso verso i competitor. Non credo che vogliano pubblicità negativa a gratis.
            Poi, le speranze che ti riparino il telefono in garanzia anche se non dovrebbero aumentano esponenzialmente in base a quanto è nuovo, se è ancora in un periodo di lancio di vendita e quante parti di ricambio hanno ancora in casa in avanzo. Naturalmente centra anche quanto è o meno stro@@o chi dirige il centro di assistenza.
            Credi che anche con Knox a x01 adesso come adesso se gli portassi il mio Note 3 in riparazione non me lo riparerebbero? Io penso proprio di sì. Ad occhi chiusi!
            Poi se una riparazione non comporta spese hardware è ancora più facile che venga eseguita in sordina.

  • Edoardo

    Alla facc’ ro cazz’ meno male che Android e Gugol erano dei sistemi “aperti”.

    • Luca Romeo

      Il play store non è open source, è il lato commerciale di android, fuori dal play store puoi fare quello che vuoi… c’è un vecchio detto sull’opensource “free as in speech not as in beer” cioè che non devi essere francescano per supportare l’opensource, anzi, se ci guadagni è meglio, ma deve essere “aperto” non “gratis”. Se permetti ad app che invalidano la garanzia di essere distribuite ufficialmente, consumatori e produttori potrebbero rivalersi su google per i danni arrecati, e non mi pare corretto che lo faccia per colpa di terzi…

      • Edoardo

        Bravo hai studiato, per questa volta ti metto 6 e mezzo.

  • san

    Google cominci a diventare merd@!!!!

    • Red-XIII

      Non condivido per niente, anzi sono diventato da non molto un sostenitore dei terminali completamente originali.

      Ho avuto LG Optimus Dual, Sony Xperia T, Xperia Z1 e, finora, sui primi due ho provato un po’ di tutto, ma niente in grado di eguagliare la stabilità delle ROM Stock…

      Per quanto riguarda invece l’argomento più a tema con l’articolo, io credo che sia la mossa giusta e corretta, se un utente medio (leggasi come “non so quel che sto facendo, ma lo faccio perché c’è l’applicazione sul Play Store”) rovinasse il proprio terminale chi ne avrebbe la responsabilità? Sviluppatore? Distributore? Entrambi?

      Rispondi a questa domanda con una risposta non ovvia, forse ti accorgerai che sei stato precipitoso nel giudicare… Ha fatto bene, anche se io stesso riconosco che il lavoro fatto dal Team CyanogenMod è eccelso, ma non c’entra un fico secco!

      • Pinco Pinco

        se un utente medio installa cose che non conosce e rovina il suo terminale, è meglio che non si compri uno smartphone. Con l’intelligenza che ha non dovrebbe usare nemmeno un telefono normale.
        Sono un sostenitore di Gogle ma quì ha toppato, ha fatto un passo verso il baratro dove si trovano i prodotti apple chiusi.

        • Matteo Bottin

          Il fatto è che magari un utente medio sente parlare di questa “cyano” e, cercando sul play store, trova l’installer. Fin qui tutto bene, ma appena installa la rom la garanzia va a quel paese senza che lui lo sappia… Io ritengo che chi vuole smanettare deve sapere quello che fa, si deve informare, e se si sente insicuro cerca l’installer per vie traverse.

          • ale

            1) Quando sblocchi il bootloader viene il bel messaggio che ti avverte che invalidi la garanzia,quindi l’ utente lo sa

            2) Almeno in europa non invalidi nulla dato che la garanzia sull’ hardware è distinta da quella software

            Il vero motivo è che una volta la cyano come tutte le altre rom erano meno accessibile e la mettevano solo gli esperti,quindi era per google un problema margfinale,ora che è più accessibile google ha paura,la cyano ha anche fondato una società,con la cyano google perde il controllo che ha sui device android,non può più spiare la gente insomma

          • Matteo Bottin

            scommetto che tu leggi ogni singola riga di ogni schermata che ti trovi davanti quando installi qualcosa; tra l’altro, se si ritrova con un problema software o qualche altro problema l’utente medio di sicuro non sa rimediare a quanto fatto …

            E per quanto riguarda google che ci spia e si masturba quando legge che scriviamo alla fidanzata le porcherie, beh, hai detto una stupidaggine perché i servizi Google ci sono sempre anche nella cyano, infatti quando la avvii per la prima volta ti chiede di impostare un account Google.

          • ale

            Hai mai sbloccato un bootloader di un nexus ? Ti chiede vuoi continuare,potresti perdere la garanzia,e te devi spostarti con i tasti volume e confermare con il tasto power,cavolo non puoi dirmi che uno li si sbagli,devi leggere per forza
            In più penso che nell’ installare ci siano avvertimenti,in più il bootloader si può ri-bloccare,in più non perdi nessuna garanzia in europa…

            Riguardo alla cyano ed i servizi google,be puoi benissimo non installare le google apps,e la paura di google penso sia proprio questa,cyanogenmod avendo anche fondato una società probabilmente creerà le sue app ed il suo store dedicato,e quindi addio controllo di google,se cyanogenmod comincia a diffondersi per google potrebbe essere un problema

          • Giuseppe Buzzanca

            Peccato che sia stata Google ai tempi a chiedere a CyanogenMod di eliminare le Google Aps dalla loro ROM, infatti è questo il motivo per cui le installi a parte, perchè Google ha chiesto, ai tempi delle prime CyanogenMod, di non distribuire le loro app direttamente con la ROM, ma ha permesso un installazione a parte, chissà perché…

          • Red-XIII

            Formalità, triste ma vero! Ma non sarebbe nemmeno un problema, così la rom in sé è più leggera da scaricare ogni volta ed il pacchetto zip con le Gapps unico, a meno di aggiornamenti particolari.

            Comunque qui il senso non è stato capito, è vero che ti si spiattella davanti un messaggio con delle informazioni, ma non è vero che l’utente medio legge per forza! Molto spesso e su molti blog mi imbatto in gente che, ridicolamente, LEGGE SOLO IL TITOLO di un articolo, si SOFFERMA su cavolate, per poi alla fine sparare a zero sui blogger.

            Qui si sta sparando a zero su Google, mentre proprio Google ha DOVUTO fare il proprio lavoro… pensate se su App Store ci fosse un’applicazione che permetta di fare il Jail Break… rileggete l’articolo, chi non l’ha fatto LO LEGGA e capirete che è giusto… Il team Cyano non ha mosso nessuna lamentela, lo fa invece qualche sconquassato—> MADDAI!

            Tornando in tema, la garanzia… questa chimera che a volte c’è a volte no, dipendentemente da quel che facciamo! Proprio Google sostiene che l’utente dovrebbe poter “smanettare” con il proprio terminale, ma dipende SOLO dagli OEM! Quindi, perché ci sia coerenza, per Google quell’applicazione dovrebbe essere la benvenuta, invece è la “malandata”! Chi impone cosa? A sto punto, anche io nei panni di Google, se dovessi prendere una decisione e sapendo che tutti gli OEM ancora non tollerano che si “smanetti” con i propri terminali, rimuoverei l’applicazione senza pensarci una volta soltanto…

            Eppure, esisteva un’eccezione fatta da LG per la gamma Optimus e che riguardava i terminali come P990 o Dual e Black, giusto per la cronaca. Ma solo pochi terminali aiuteranno a cambiare la situazione?

      • Domenico Errico

        Hai ragione e google ha fatto bene. Il modding non deve essere alla portata di tutti ma non per cattiveria, ma perche devi almeno sapere quello che stai facendo e io ho 2 ROM in dualboot (aokp e cyano)

  • Giuseppe451

    Se facessero un nexus 5 cm edition non esiterei 2 volte per prenderlo

    • pietro

      prendi un nexus 5 ed installa la cyanogenmod…semplice

      • Gigi

        interessante questo dialogo con sè stessi

    • fra1996

      Perché ho letto “nexus 5 centimetri” ?

Top