Editoriale: Firefox OS, il nuovo Android?

Firefox OS

Quando Android è nato, nel lontano 2008, doveva essere il sistema operativo per smartphone che “liberasse” questo mercato dai grandi “oppressori” closed-source, che all’epoca erano BlackBerry e Windows Mobile, portando gli smartphone nelle mani di tutti grazie alla sua natura open-source ed al suo costo di licenza pari a zero.

Era proprio del dominio di Windows anche nel campo mobile che Google aveva paura e dal quale cercò di fuggire creando (o, meglio, acquisendo) Android per poi svilupparlo e renderlo una valida alternativa ai sistemi all’epoca esistenti. iOS fu un fulmine a ciel sereno che scombinò le carte in tavola, ma la missione di Android rimase identica: portare nelle mani di tutti lo smartphone ad un costo accessibile. Questo mi ricorda un po’ il motto “un PC in ogni casa” di Microsoft negli anni ’90, ed infatti sono molti i paralleli che si possono fare tra i due sistemi operativi – ma non è questa la sede per parlarne.

Piuttosto, ciò di cui è interessante discutere è il fatto che Android ha sì reso accessibili gli smartphone a tutti portando sul tavolo dispositivi dal costo basso con funzioni sufficientemente complete, ma anche in questo mercato assistiamo ad una prevalenza di e ad una preferenza verso i dispositivi di fascia alta dal costo tutt’altro che contenuto, per ovvi motivi di marketing e di profitto. Esempio pratico e arcinoto: il Galaxy S III, il cui prezzo di lancio era di 699€. Non proprio popolare, no?

Tuttavia Android ha anche il merito di aver abbassato l’asticella degli smartphone, rendendo possibili dispositivi come gli LG Optimus della serie L – con particolare riguardo ad L5 – che propongono hardware medio, software aggiornato, funzionalità avanzate ed un prezzo davvero molto contenuto. Se pensiamo che appena 3 anni fa dispositivi di questo genere avevano un costo di 400 o 500€, il guadagno per l’utente è evidente.

Android, tuttavia, ha guadagnato la maggioranza del mercato e si spartisce il 90% della base di installato insieme ad iOS, creando di fatto un duopolio che fa il bello ed il cattivo tempo senza che ci sia una reale alternativa ai due sistemi operativi – almeno non senza rinunce ad applicazioni note (esempio: Instagram o Temple Run su Windows Phone) o ad un ecosistema completo come quello creato da Google o da Apple.

Proprio questo, tuttavia, è alla base della preoccupazione di Mozilla che ha poi spinto la fondazione a creare Firefox OS. Se ci pensiamo, infatti, legare tutta la nostra vita mobile ad un solo produttore significa cedergli parte della nostra libertà: se questi infatti cessa di supportare il software, cambia le condizioni d’uso o smette in ogni caso di fornire servizi e supporto, ci pone inevitabilmente nella condizione di avere un’esperienza smartphone monca o del tutto assente. Se Google chiudesse il Play Store non sarebbe più possibile accedere facilmente e con sufficiente sicurezza alle applicazioni.

Quest’eventualità è molto remota, ma pensiamo a fatti più o meno recenti che riguardano altre piattaforme: Microsoft ha chiuso il Marketplace per le applicazioni di Windows Mobile 6.x, mentre un domani HP potrebbe decidere di chiudere i server che ospitano i servizi legati a webOS tagliando di fatto fuori i possessori di dispositivi con tale sistema operativo (me incluso!).

La volontà di creare un ecosistema mobile “realmente aperto” in cui la possibilità di accedere ad applicazioni e servizi indipendentemente da un unico provider centralizzato ha portato Mozilla a creare un sistema operativo in cui le applicazioni non sono altro che i siti web mobile ottimizzati e con un aspetto “da applicazione”.

Qui torniamo al discorso iniziale: Firefox OS può essere considerato il “nuovo Android”, intendendo con ciò un sistema operativo che si propone di diffondere ancora di più gli smartphone e di abbassarne il prezzo? Secondo quanto è possibile vedere al momento attuale – e secondo quel che penso io – pare di sì: Firefox OS è pensato esplicitamente per la fascia bassa e le sue richieste in termini di hardware sono molto basse, mentre Android diventa sempre più pesante a causa delle funzioni aggiuntive.

Nel mondo mobile, le cui evoluzioni sono fulminee, due anni sono un periodo lunghissimo: un periodo che è anche corrispondente, al momento attuale, al periodo in cui Android ha raggiunto il predominio del mercato. In questo momento abbiamo solo iOS ed Android a spartirsi il mercato senza altri sistemi operativi ad essere “fuori dal coro” e a proporre strade alternative, facendo le dovute eccezioni come BlackBerry e Windows Phone (che, però, contano molto molto poco).

La speranza è che Firefox OS, così come i nuovi BlackBerry 10 e Tizen e Sailfish OS, riesca a innovare quel tanto che basta a dare nuova linfa vitale al mercato dei sistemi operativi mobile e a far rinascere la competizione. Questo non va visto in ottica peggiorativa e contro Android, ma semmai proprio in favore del sistema operativo di Google che avrebbe un’occasione di confrontarsi con nuovi avversari e, quindi, di imparare da loro a rinnovarsi ed a far meglio di loro.

Nota: questo articolo è un editoriale e, in quanto tale, rispecchia l’opinione di chi scrive senza voler assumere caratteri di notizia oggettiva o di cronaca dei fatti. Esso è un articolo in cui vengono esposte le opinioni personali dello scrivente e, in quanto tale, non è oggettivo e può essere contrario all’opinione di chi legge. Invitiamo tutti i lettori a commentare tramite gli appositi strumenti mantenendo il rispetto e la civiltà.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • GesùBambino

    Miliardi di persone usano i servizi di google e secondo te (google) sta a pensare ai messaggi che scambi con la tua fidanzatina o con la mamma? Ma per piacere! Se vogliono spiarti lo fanno pure mentre sei al cesso, non di certo quando guardi due pornazzi su chrome

    • GiNO

      non credo che zixnet si riferisse a quello (o solo a quello).. il motore di ricerca google non è di parte, oltre che a conservare molte info, gli scopi e i motivi possono essere molteplici, ma se c’è qualcosa di meglio, + oggettivo e meno invasivo perchè non provare? per quanto riguarda android, di fatto google non ha fatto altro che assemblare un unix like os mettendoci però un grosso guinzaglio, per non parlare poi della pessima evoluzione che ha avuto in ambito di codice..io credo che il futuro sia ubuntu e derivate (debian like), ubuntu si è già mossa e non solo in ambito mobile ma anche in ambito smartTV.. in un prossimo futuro avere lo stesso OS sia nel cell, che nel PC, che nella TV porterà le case produttrici ad investire su OS multi-piattaforma, sia in termini di compatibilità e interoperabilità, sia in termini di nuove funzionalità e sviluppo… x ora ubuntu ha un futuro in questo senso e credo che l’evoluzione che possa avere un OS linux like come ubuntu in ogni ambito (mobile, pc, TV) sia in termini di codice, di esperienza, e di software in generale, di gran lunga superiore ad un adroid o firefox os o simili.

  • zixnet

    ma non credete che google stia un po’ esagerando? abbiamo passato una vita a parlare e demonizzare Microsoft, ma alla fin fine cosa faceva?? Software!!

    Qui le cose sono di gran lunga più pericolose, stiamo lasciando la nostra vita, la nostra informazione in mano a google! io onestamente ho deciso di abbandonare google come motore di riceerca e chrome come browser.

    grazie a https://duckduckgo.com/ ho riscoperto cosa significa trovare nuovi contenuti… google mi offre sempre le stesse info.

    gli add the firefox fanno le puzzette a quelle di Chrome!

    per il mobile proverò sicuramente firefox ma anche ubuntu.

  • ceci83

    mi fanno sempre ridere gli articoli in cui leggo “per motivi di marketing e di profitto” detto come se fosse un crimine. google è un’azienda e non un’associazione caritatevole, quindi è ovvio che prediligano gli smartphone di fascia alta come la serie S di samsung. sta di fatto che alla faccia di tutti gli altri android HA EFFETTIVAMENTE portato uno smartphone per tutti, belli e brutti (anche gente che non avrebbe mai pensato di possederne uno), specie grazie al connubio con samsung che ha prodotto smart di fascia bassa per tutti i gusti. quelli che oggi hanno un next o un mini non l’avrebbero mai comprato se non fosse stato per loro. il mondo è progredito un po’ da quando la tecnologia mobile è diventata alla portata di tutte le tasche, e anche se qualcuno è ancora fermo a gingerbread o ics per mancanza di aggiornamenti pensiamo sempre che l’alternativa sarebbe stata o quella di spendere uno sfascio di soldi per un iOS oppure il nulla.
    detto questo, spero tantissimo che firefox, per cui simpatizzo da sempre, riesca nel suo intento.

  • emanuele_zanetti

    ma in realtà Firefox non sembra avere intenzione di conquistarsi grandi fette di mercato ma semplicemente essere un’alternativa a Google nella fascia bassa per portare uno smartphone funzionante a un prezzo abbordabile laddove ancora non sono diffusi. sarebbe bello vedere una collaborazione Google-Mozilla per poter portare la rete ovunque

  • Io sono stato all’evento di presentazione… l’entusiasmo degli sviluppatori era tutto nella facilità con cui si potevano creare app in html5 e css3… Mozilla comunque punta al mercato sudamericano per il suo os, mentre per Europa e Usa punta all’espansione del marketplace, dato che per far girare queste app su Android basta aver installato Firefox. Altri dettagli qui:http://www.evermind.it/firefox-os-app-days-ci-siamo-stati/

  • Siamo seri, davvero hai un Windows Mobile 6.0 e intendi usarlo? :)
    Comunque nel 2008, “l’alba dei tempi” possiamo dire, era il momento giusto per nascere, quando sul mercato appunto c’erano telefoni imbarazzanti e malfunzionanti, oggi la concorrenza viaggia così veloce che prendere il passo è davvero molto difficile.
    Ma dall’altro canto la concorrenza va sempre a vantaggio dell’utente finale, quindi speriamo tutti che Mozilla riesca nel suo intento, il top sarebbe un progetto come ubuntu mobile, potendolo installare su un qualsiasi smartphone Android, magari con una procedura meno traumatica dell’attuale..

    • emanuele_zanetti

      ma in realtà Firefox non sembra avere intenzione di conquistarsi grandi fette di mercato ma semplicemente essere un’alternativa a Google nella fascia bassa per portare uno smartphone funzionante a un prezzo abbordabile laddove ancora non sono diffusi. sarebbe bello vedere una collaborazione Google-Mozilla per poter portare la rete ovunque

  • Io penso che Firefox OS possa riuscire ad accaparrarsi una piccola parte di mercato (per quel che riguarda gli entry level). Ho visto i primi hands on di Barcellona e lo Zte e l’Alcatel mi sono parsi molto fluidi e se li confrontassimo con devices Android (con lo stesso hardware) penso che i nuovi dispositivi con Firefox OS ne uscirebbero vincitori.

  • Flop annunciato… almeno Ubuntu e BB10 sono decenti…

  • Raffaele De Cicco (FB)

    Se fossimo nel 2009 risponderei di sì

  • Manuel Licata…nn credo si possa usare in alternativa a Android…leggi

Top