Due pesi, due misure: dispositivi Chrome OS supportati per 5 anni, Android per 18 mesi

Android-Chrome-OS

Siamo, credo, tutti d’accordo nel dire che un PC ha una vita media più lunga di uno smartphone. Per quanto riguarda i tablet il confine è più sfumato, ma si può prendere per vera l’affermazione che la vita media sia inferiore rispetto a un PC. Tuttavia risulta difficile capire perchè ci sia così tanta differenza tra Android e Chrome OS: il primo è ufficialmente supportato sui dispositivi per appena 18 mesi, mentre il secondo gode da poco di un supporto di ben 5 anni.

Certo, gli avanzamenti in ambito mobile sono decisamente più sostanziosi e veloci rispetto a quelli in ambito PC, ma questo non toglie che un po’ più di supporto non guasterebbe anche nel mondo degli smartphone, dato che si è al punto che smartphone di 2-3 anni fa riescono ancora a gestire più che bene i carichi di lavoro imposti dalle applicazioni e dalle pagine web del giorno d’oggi. Non c’è quindi una reale necessità di cambiare hardware. Spesso l’unica differenza tra gli smartphone più vecchi e quelli appena annunciati è il software, con tutto quello che questo comporta: nuove funzionalità, maggiore stabilità, maggiore sicurezza e così via. Si è quindi portati a cambiare smartphone per gli aggiornamenti software, più che per quelli hardware.

Chrome OS deve soddisfare le aziende

Questa situazione è vera al contrario con Chrome OS: con gli aggiornamenti per 5 anni, si è più portati (visto il basso livello dell’hardware associato al sistema di Google) a cambiare il proprio computer per un cambiamento dell’hardware, più che del software. Maggiore potenza, maggiore autonomia e minore peso sono indubbiamente fra le motivazioni principali per la scelta del cambio. Certo le esigenze sono differenti e, in ogni caso, l’hardware attuale è più che in grado di soddisfare le esigenze di chiunque acquisti un Chromebook. Il discorso cambia, chiaramente, per le aziende e le organizzazioni (ad esempio le scuole): un supporto a lungo termine è indispensabile per avere successo in questi campi, poiché i rinnovi dei parchi macchine avvengono raramente e sono fatti per avere una base solida e duratura.

Perché scegliere quindi di togliere supporto a dispositivi che potrebbero vivere molto più a lungo e perché, invece, darne a dispositivi che hanno una vita media piuttosto bassa nel mondo consumer? Difficile a dirsi. Una valida (e probabilmente veritiera) risposta è che Google deve in qualche modo dare la possibilità ai partner che producono dispositivi Android di continuare a vendere e, per questo motivo, mantiene il supporto piuttosto corto. Se Google desse un supporto di tre anni ai dispositivi Android, nessuno comprerebbe più nuovi modelli ad esclusione dei più appassionati del settore.

Le aziende usano anche Android, dopotutto

D’altro canto, però, anche (e forse soprattutto) in questo campo le aziende hanno bisogno di dispositivi sicuri e aggiornati, poiché non è pensabile dare ai propri dipendenti dei dispositivi con cui gestire le comunicazioni e le informazioni aziendali che potrebbero contenere dei gravi bug di sicurezza che nessuno risolverà per scelte commerciali.

La soluzione, fortunatamente, esiste e non è fuori dalla portata di chiunque sappia seguire alla lettera delle istruzioni: si chiama custom ROM. L’aspetto indubbiamente positivo dei sistemi operativi aperti ed open source è che è possibile installarli su pressoché qualunque cosa – a patto di sapere come fare, ovviamente. Tuttavia anche prodotti destinati all’oblio come l’HP TouchPad, il primo (ed unico) tablet con webOS, rinascono grazie ad Android ed ottengono un grande supporto. Non tutti i dispositivi vengono supportati dalla comunità, purtroppo; tra questi mi viene in mente l’Acer Liquid S2, un dispositivo ottimo ma ignorato dagli sviluppatori.
Voi cosa ne pensate? Qual è il motivo per cui Android non viene supportato più di 18 mesi? Fatecelo sapere nei commenti.

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Gark121

    Io spero solo che tra supporto ufficiale e quello ufficioso il mio z1c campi a lungo perché temo che un rapporto prestazioni/dimensioni del genere non lo vedrò più…

  • giaky

    W htc hd2…..pronto a supportare qualunque sistema operativo….htc non riuscirà piú a sfornare un terminale del genere….

    • jdjsjsj

      Eheheh telefono leggenda quello…

  • Fanatic17

    Io ancora uso un tablet Honeycomb. E ci girano la maggior parte delle app e dei giochi

    • shsjsjjs

      Lezzo!

  • Fabrizio Catena

    Come potete vedere siamo in pochi a pretendere aggiornamenti oltre i 18 mesi.Tantissimi utenti non sanno neanche aggiornare un telefono ,non sanno i miglioramenti apportati anche perché non vengono documentati.Il mio scondo telefono ha ancora android 2.3.7 e nessun problema di sicurezza.

    • Dici escludendo Heartbleed, i vari exploit documentati sfruttabili su Gingerbread, la crittografia della memoria interna fallata e così via? No, non ha sicuramente problemi di sicurezza. (perdonami il sarcasmo…)

      • Fabrizio Catena

        Continuo a dire che funziona benissimo!

        • Certo, non smette di funzionare perché è uscita una nuova versione. Ma indubbiamente ci sono difetti e problemi che vengono corretti con versioni successive e che non arrivano sui dispositivi che non vengono più aggiornati.

  • Giulio

    per l’ignoranza di molta gente e’ importante avere in mano un cellulare nuovo e non aggiornato…(anche se nuovo comporta aggiornato) da qui si capisce che perché aziende come la Samsung fanno successo e Google rimane un po più nascosta!!

    • Guido Santacroce

      Voglio farti notare che spesso Samsung ha aggiornato i suoi dispositivi più di quanto non l’abbia fatto Google con i suoi Nexus.

      • Bert98

        “Spesso”
        Dimmi un esempio che non sia il GS2

        • danitkd93

          Spero non parli del nuovo gs2! Ogni aggiornamento una fucilata a quello smartphone.. Sempre più lento, sempre più bug

  • Federico Dolce

    almeno 24 come la durata della garanzia

  • marco

    il supporto di soli 18 mesi è comunque ridicolo

    • Emanuele

      Se non altro ha dato una “linea guida” da seguire anche per i produttori ( ovviamente non obbligatoria ) che almeno dovrebbe impedire o ridurre la creazione di dispositivi zombie nati già privi di supporto.

      Che poi Chrome OS sia per dispositivi “netbook” e se vogliono rivolgersi al settore business allora devono darlo del supporto altrimenti non se li caga nessuno.

      Tornando su Android dopo l’uscita dei 18 mesi ho deciso che più di 200/250 euro non sa da spendere e credo che consiglierò questa linea a chi mi chiederà consiglio.

      • Giulio

        secondo me sbagli un po’ la concezione di un dispositivo… a meno che tu non lo usi solo per telefonare, mandare messaggi, navigare sui social network e leggere qualche mail…
        una persona che una il suo smartphone anche per giocare o fare foto con 200/250 euro poco trova che soddisfi le sue aspettative…
        meglio spenderne un po in più tipo 300/400 e già si ragiona…

        • Emanuele

          Ti cito la mia esperienza: possiedo un Motorola Moto Atrix che 3 ( tre ) anni fa era un top di gamma, io l’ho comprato nel 2012 a 300€.

          Non è mai stato aggiornato per politiche di costi Motorola/nVidia ( allora Motorola stava nella cacca ).

          Da scheda tecnica era perfettamente in grado di supportare Android 4.x.x ma per il motivo su citato “il gioco non valeva la candela” e quindi sono rimasto con un dispositivo sulla carta potente ma castrato dalle politiche di aggiornamento.

          Prima di questo avevo un HTC Wildfire ( sempre 300€ ) che non ha visto nemmeno il supporto alle app su microSD.

          Il problema non sono i dispositivi in se o il loro costo ma bensì le politiche delle aziende.

          300 € erano il mio limite precedente che secondo me non vale più…

          Tutto IMHO.

          • Giulio

            fai te… io fino a poco tempo fa avevo un samsung s2! ma di Samsung c’era solo l’hardware… in resto non si capiva! l’ho moddato cosi tante volte e installato cosi tante rom fino a consumarlo!
            costretto, ho preso un s3 usato e anche questo l’ultima volta che ha visto un software Samsung e’ stato quando lo ha avuto in mano il vecchio proprietario…
            ora va che e’ una meraviglia…

            quindi una volta che si ha un buon hardware far andar bene il cellulare sta a chi lo ha in mano!

          • mikiblu

            quoto,soprattutto adesso che gli hardware sono strapompati,basta scegliere la giusta rom e sperare di andare avanti almeno 3 anni

Top