Maxthon Mobile raggiunge la versione 2.2

Maxthon è un browser di nicchia per Windows, poco noto alla cronaca rispetto ad altri browser come Firefox o Chrome ma che riesce comunque a ritagliarsi una discreta fetta di utenti. Maxthon, la compagnia omonima dietro il browser, dichiara infatti di aver raggiunto i 130 milioni di utenti mensili su tutte le piattaforme supportate. Recentemente è stato annunciato l’aggiornamento alla versione 2.2 della versione mobile per Android. Questo aggiornamento porta con sé alcune nuove, importanti funzioni: prima fra tutte, l’aggiunta degli add-on che consentono di personalizzare il browser. Attualmente è possibile trovare add-on per catturare screenshot, eseguire il backup dei segnalibri e per monitorare i processi (con funzioni di task killer). Inoltre, viene aggiunto il supporto ai tablet con Honeycomb con una applicazione separata ed espressamente indicata come “per tablet”.

La funzionalità di gestione del backup dei segnalibri permette di effettuare il backup, importare, esportare e ripristinare segnalibri da una scheda SD installata nel telefono/tablet. Tramite l’add-on per catturare screenshot è possibile scattare delle “fotografie” della pagina visualizzata e salvarle su SD, mentre il gestore dei processi permette di terminare i processi in background per migliorare le prestazioni del dispositivo.

L’aggiunta degli add-on apre a molte possibilità per sviluppatori ed utenti, che possono così personalizzare a proprio piacimento il browser per veder meglio soddisfatte le proprie esigenze.

[Via androidcommunity.com]

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Pingback: Maxthon Mobile raggiunge la versione 2.2 | _INFORMARMI Titles Directory()

  • grgigi

    Direi che al giorno d'oggi non dovrebbe far più differenza avere un software in inglese piuttosto che in italiano…

    • giovomin78

      in effetti non posso che darti ragione… in finale tra medie e superiori la maggior parte di noi ha fatto almeno 8 anni di studio dell'inglese…. poi certo che in italia non si studi è un'altra storia..

      rimanendo in topic: non male come browser, l'ho testato un po' e sembra decisamente buono, solo qualche artefatto di troppo nel rendering di pagine complesse.. tipo quella di un noto quotidiano..

    • Aenima1985

      L'unica differenza è il senso di integrazione e coerenza che avere tutte le applicazioni in una sola lingua ti può dare…

  • Peccato che sia in inglese… Ci fosse stata al localizzazione completa in italiano sarebbe perfetto…

Top