Le nostre impressioni su AGM A8, un rugged davvero impegnativo

Le nostre impressioni su AGM A8, un rugged davvero impegnativo
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/07\/AGMA88-460x259.jpg","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/07\/AGMA88-635x357.jpg","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/07\/AGMA88.jpg","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/07\/AGMA88.jpg","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2017\/07\/AGMA88.jpg"}, "title": "Le nostre impressioni su AGM A8, un rugged davvero impegnativo" }

Ingombrante è stata la prima impressione dopo 5 minuti di utilizzo di AGM A8, il rugged da poco arrivato nella versione destinata al mercato europeo. La seconda è stata quella di una grande robustezza, che accompagnava le generose dimensioni di questo smartphone, tanto che non sono riuscito a metterlo in difficoltà nell’uso di tutti i giorni, anche a costo di essere particolarmente sbadato. Con i suoi 159 x 83 x 16 millimetri e 247 grammi di peso è davvero scomodo da tenere nella tasca dei normali pantaloni, mentre in una tuta da lavoro il discorso cambia decisamente, risultando sopportabile.

AGM A8 è nato per essere maltrattato e utilizzato negli ambiti lavorativi più impegnativi. La procedura necessaria per accedere allo slot della SIM dimostra la cura posta nella progettazione del rugged phone. È infatti necessario usare la chiave in dotazione, o un normale cacciavite, per aprire lo sportello posteriore, che permette di accedere all’interno dello smartphone.

Per accedere allo slot delle SIM, microSD e batteria (non rimovibile), bisogna rimuovere una cover dotata di una guarnizione che assicura la più completa impermeabilità, rispondendo allo standard IP68. La scocca è realizzata in plastica particolarmente resistente, anche se dopo alcune cadute rovinose sono visibili alcuni graffi e segni, ma davvero niente di grave. Gli inserti metallici ai lati dovrebbero rendere più robusta la struttura mentre il connettore microUSB e il jack audio sono protetti da uno sportellino di gomma molto resistente. Il tasto di accensione e il bilanciere del volume stonano forse un pochino, essendo realizzati in plastica dall’aspetto molto economico, ma comunque funzionale.

Una volta superato lo scoglio del peso e delle dimensioni, AGM A8 si rivela uno smartphone tutto sommato buono nell’uso di tutti i giorni anche se la fotocamera da 13 megapixel sembra davvero sottotono. È infatti praticamente impossibile ottenere due scatti consecutivi identici, a causa di un bilanciamento del bianco davvero problematico, mentre la possibilità di impostare manualmente la sensibilità ISO porta a risultati il più delle volte disastrosi.

Con poca luce le foto ottenute con AGM A8 sono davvero insufficienti e il sensore non riesce a catturare una adeguata quantità di luce, mentre di giorno i risultati sono più accettabili, ma comunque al limite della sufficienza. Per le classiche foto da cantiere può bastare, ma niente di più. Niente da dire per quanto riguarda l’autonomia, grazie alla batteria da 4050 mAh che garantisce un paio di giorni di autonomia con un utilizzo normale e una giornata piena con un uso davvero intenso e almeno 7 ore di schermo acceso. Un bug software impedisce di accedere ai dati corretti della batteria ma con un’app di terze parti è possibile accedere ai dati completi.

Buona la ricezione, con il supporto alle reti 4G, inclusa la banda 20, che si dimostra affidabile anche in zone limite. Buona la qualità audio delle chiamate mentre lo speaker ha un suono leggermente ovattato, ma comunque sufficiente per il ruolo che gli compete. Il display ha una diagonale da 5 pollici con risoluzione HD, ma le abbondanti cornici protettive lo rendono più grande di uno smartphone con schermo da 5,5 pollici.

Sotto alla scocca troviamo un SoC Qualcomm Snapdragon 410 con 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna, che non brilla per potenza ma che svolge egregiamente il suo lavoro, grazie anche alla presenza di Android 7.0, che contribuisce a mantenere le prestazioni a un buon livello. Nei giorni in cui l’ho provato non ho riscontrato nessun particolare impuntamento e AGM A8 si è sempre difeso in ogni situazione.

Da segnalare la presenza degli Outdoor Tools, una applicazione molto utile che offre alcuni strumenti come livella, righello, lente di ingrandimento e altri. Nel complesso dunque ci troviamo di fronte a uno smartphone che non brilla in nessun comparto ma che non ha grosse pecche. Per il prezzo al quale viene proposto, 179,99 dollari sullo store ufficiale, poco più di 150 euro, può essere un buon acquisto, a patto di non avere particolari esigenze fotografiche.

#prodottofornitoda AGM

Condividimi!