Trapelano le specifiche dell’Exynos 8895, possibile processore del Samsung Galaxy S8

Trapelano le specifiche dell’Exynos 8895, possibile processore del Samsung Galaxy S8
{ "img": {"small":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/12\/samsung-4.jpg","medium":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/12\/samsung-4-460x259.jpg","large":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/12\/samsung-4-635x357.jpg","full":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/12\/samsung-4.jpg","retina":"https:\/\/www.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/12\/samsung-4.jpg"}, "title": "Trapelano le specifiche dell’Exynos 8895, possibile processore del Samsung Galaxy S8" }

Secondo gli ultimi rumor, il futuro top di gamma Galaxy S8 di Samsung potrebbe essere equipaggiato dal processore Exynos 8895. Nelle ultime ore, sulla rete sono trapelate le specifiche tecniche della CPU che dovrebbe essere rilasciata in due varianti, diverse per frequenze di clock e chip grafico.

L’Exynos 8895M sarà caratterizzato da una frequenza di clock massima pari a 2,5 GHz e un chip grafico G71 MP20 a 550 Mhz mentre l’Exynos 8895V avrà una frequenza di clock massima di 2,3 GHz e una GPU G71 MP18 sempre a 550 MHz. Come lo Snapdragon 835, prodotto dal colosso coreano per Qualcomm, anche l’Exynos 8895 sarà basato sull’architettura FinFet a 10 nm.

Entrambe le varianti saranno caratterizzate da una combinazione di differenti core basati sulle architetture Mongoose M2 e Cortex A53. Supportate tutte le ultime tecnologie disponibili, come l’LTE Cat. 12, l’UFS 2.1 e i display 4K. Non sarà tuttavia disponibile il supporto al CDMA.

Il rilascio, come indicato dalla tabella, dovrebbe avvenire durante il secondo trimestre del prossimo anno. E’ molto probabile che, come accaduto per i precedenti top di gamma di Samsung, anche il futuro Galaxy S8 venga rilasciato in due versioni, una animata dallo Snapdragon 835 e l’altra animata dall’Exynos 8895V o 8895M. In ogni caso, è chiaro come le ultime tecnologie nell’ambito dei processori per smartphone siano in mano al colosso coreano, con un forte vantaggio competitivo sui competitor.

Fonte: Gizmochina