Recensione Vernee Mars Pro: un top di gamma a 150€?

Recensione Vernee Mars Pro – Non recensiamo spesso prodotti dell’azienda Vernee, ma questo Mars Pro ha attirato da subito la nostra curiosità. Sulla carta è infatti uno smartphone dalle specifiche di fascia medio-alta, con ben 6 GB di RAM, ma viene proposto ad un prezzo decisamente alla portata di tutti.

Come si comporta però nell’uso di tutti i giorni? Scopriamo tutti i dettagli nella nostra recensione di Vernee Mars Pro.

Video recensione di Vernee Mars Pro

Hardware & Connettività

Vernee Mars Pro vanta un hardware di buon livello in relazione alla sua fascia di prezzo: il SoC è un Mediatek Helio P25, octa-core a 64 bit con frequenza massima di 2,5 GHz – accompagnato dalla GPU Mali T880, da ben 6 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibili tramite microSD sacrificando uno slot SIM.

Parte Telefonica & Antenne

La connettività è curata con WiFi 802.11 a/b/g/n e supporto al Dual SIM Dual Standby con due slot Nano SIM. C’è il supporto alla banda 20 del 4G LTE, al Bluetooth solamente 4.0 e alla radio FM. L’unica mancanza è NFC.

In quanto a geolocalizzazione c’è il supporto ad A-GPS e Glonass, con un fix veloce e una buona esperienza di navigazione.  La ricezione è discreta, nonostante qualche piccola incertezza nella connettività dati mentre si è in movimento, che però non si presenta in maniera troppo frequente. Buono invece il comparto telefonico.

Ergonomia, Design & Materiali

Vernee Mars Pro è uno smartphone che mi ha convinto fino in fondo in fatto di design e materiali. Il corpo è una scocca unibody in alluminio, con linee un po’ tondeggianti ma abbastanza decise nei bordi da garantire una buona ergonomia.

Le dimensioni sono di 151 x 74 x 7,6 mm, in un peso di 161 grammi. Si tratta di un prodotto dall’aspetto e dalla sensazione al tatto decisamente premium. Sul fronte c’è un pannello Gorilla Glass 3 stondato 2.5D.

La disposizione degli elementi vede il carrellino delle SIM a sinistra, il jack da 3,5 mm in alto, mentre in basso si fa posto il connettore USB Type-C, affiancato dal microfono principale e dallo speaker mono di sistema. Sul lato destro ci sono invece il pulsante di accensione e il bilanciere del volume, distinguibili perché il primo è riconoscibile da un pattern a cerchi concentrici.

Sempre sul lato destro si trova inoltre un lettore di impronte digitali laterale à la Sony, che però è montato leggermente storto. A parte ciò è un sensore molto poco accurato e lento nel riconoscimento, risultando spesso inutile se non fastidioso.

Display, Audio & Multimedia

Il display non è un aspetto che brilla nella recensione di Vernee Mars Pro. Il pannello è un 5.5 pollici IPS FullHD (1920 x 1080 pixel), con buoni angoli di visuale. Ciò nonostante i colori non sono particolarmente brillanti, ma risultano anzi troppo freddi, la luminosità massima non è particolarmente elevata e i neri sono poco profondi. Ci sono tuttavia possibilità di personalizzazione via software tramite MiraVision.

Il comparto audio non stupisce: lo speaker mono sul fondo ha un volume non particolarmente elevato e una sonorità poco ricca.

Fotocamera

Vernee Mars Pro ha evitato una soluzione a doppia fotocamera finta o mal funzionante come invece fanno molti altri smartphone cinesi in questa fascia di prezzo, andando invece a sfruttare una singola fotocamera da 13 megapixel sul retro con doppio flash LED e 5 megapixel sul fronte, priva di illuminazione per i selfie.

A livello software l’applicazione è molto basica e offre poche opzioni interessanti, ma è presente il supporto alle API Camera2, il che significa che è possibile utilizzare altre app per scattare in modalità manuale.

La qualità degli scatti non è di alto livello, ma rispetto a molti altri prodotti con prezzo simile Mars Pro riesce a catturare più dettagli. L’algoritmo di elaborazione degli scatti è comunque molto blando, e ciò si nota da una sottile patina di rumore sempre presente e da dei colori poco vividi e molto piatti. Di giorno si riescono comunque a ottenere scatti discreti, specialmente se in RAW da poter poi modificare, ma di notte la situazione non è delle migliori. Discorso simile vale per i selfie.

I video arrivano fino al 4K, non sono male in quanto a dettagli ma la scena viene continuamente rimessa a fuoco e l’effetto che ne risulta lascia un po’ a desiderare.

Batteria & Autonomia

Nella media invece in questa recensione di Vernee Mars Pro il comparto batteria, con una capacità di 3500 mAh. L’autonomia che ne risulta infatti oscilla solitamente tra le 4 ore e mezza e le 5 ore di display attivo in una giornata medio-intensa di utilizzo.

L’alimentazione in confezione supporta la ricarica rapida.

Software

Vernee Mars Pro ha a bordo la classica ROM stock Mediatek basata su Android 7.0 Marshmallow. Le personalizzazioni non sono molte, e si limitano sostanzialmente a dei filtri per il display in modo da affaticare meno la vista, alla possibilità di invertire indietro e multitasking nella barra di navigazione a schermo e a programmare orari di accensione e spegnimento.

Sono presenti poi varie gesture per controllare lo smartphone.  Con un doppio click del tasto di accensione si accede alla fotocamera, capovolgendo lo smartphone durante una chiamata in entrata la si silenzia e con uno swipe con tre dita si cattura uno screenshot. Le app preinstallate sono le solite, e un po’ antiquate, fornite in tutte le ROM Mediatek.

Prestazioni

Vernee Mars Pro punta molto sul suo hardware altisonante per il prezzo a cui viene venduto. Nella realtà in effetti i tempi di caricamento delle app sono abbastanza brevi e l’esperienza generale di utilizzo è buona. In navigazione web su siti pesanti però qualche incertezza si fa vedere.

Nel gaming con Real Racing 3 i dettagli sono riprodotti con un alto livello di dettaglio e il framerate è costante, benché non elevato come sui migliori top di gamma. Non ho riscontrato alcun problema di surriscaldamento. Di seguito potete visionare i risultati dei benchmark.

In conclusione

Per concludere questa recensione di Vernee Mars Pro, si tratta di uno smartphone che non è ovviamente privo di difetti, o meglio di compromessi, ma che offre davvero tanto per il prezzo a cui viene proposto. Partendo da una costruzione con materiali premium e un design elegante, Mars Pro garantisce buone performance a chi sa accontentarsi di una fotocamera non particolarmente buona e sa convivere con un software non ottimizzato al meglio sotto ogni piccola sfaccettatura.

Potete trovare Vernee Mars Pro su GearBest.com ad un prezzo attualmente di circa 160€, ma tramite varie promozioni è già stato più volte venduto a 150€.

PAGELLA

Display:
7.4
Ergonomia:
8.5
Hardware:
8.3
Software:
7.5
Batteria:
8.5
Fotocamera:
6.7
Qualità/prezzo:
8.8
Materiali:
9
Audio:
7.5
Esperienza Utente:
7.8
VOTO GENERALE:
8.0

Commenti

Ti invitiamo ad usare toni consoni e di rimanere in tema all'argomento trattato, in caso contrario, il sistema automatico potrebbe oscurare il tuo messaggio e potrebbero trascorrere fino a 48h per la verifica ed un'eventuale autorizzazione.
TuttoAndroid si riserva comunque il diritto di allontanare le persone non adatte a tenere un comportamento corretto e rispettoso verso gli altri.

  • Danny “Wolf” Godhouse

    Android 7 Marshmallow? Carino.
    Ma qui lavorano giornalisti o i loro figli?

  • Vincenzo Signoriello

    preso in pre ordine, fino ad ora mi è cascato penso almeno una trentina di volte in tutti i modi e le angolazioni possibili, solo piccoli graffi o lievi ammaccature alla scocca esterna, display integro. Nessun risparmi energetico attivato, chiamate a non finire, internet, you tube, whatsapp, etc, soddisfatto dal punto di vista dell’autonomia ed anche di tutto il resto, sinceramente a quel prezzo, non c’è nulla di meglio, fino ad ora più che felice del prodotto, vedremo con gli aggiornamenti

  • Orboddio

    Vi siete dimenticati di dire nella recensione quante backdoor cinesi sono installate

    • Matteo Drera

      7.

  • Matteo Drera

    A difesa di Vernee riporto la mia esperienza con un Thor. In meno di un anno di vita ha ricevuto 3 aggiornamenti OTA di cui uno con avanzamento di versione (6.0→7.0).
    Ovvio, non è come avere tutti i mesi le patch di sicurezza, ma ho visto dispositivi di marchi ben più noti non ricevere update per anni interi.

  • Alessandra

    Il pannello display è un JDI da 401ppi a tecnologia Incell a 4colori invece che 3, quindi si comporta più similmente a un amoled che a un semplice IPS sull’angolo di visione e sulla brillantezza dei bianchi,la fotocamera è un mostro di qualità e rapidità (scatta anche a raffica senza limiti a una velocità da Nikon) grazie all’app moddata della fotocamera del Pixel, gli espertoni dicono che gira solo sh Snapdragon e invece va una spada pure sul P25 Mediatek, col mio Mars Pro ci suono pure, con attrezzature MIDI e microfono da studio è a latenza zero. Per i 146 euro che lo pagai in preordine appena uscito sono super soddisfatta, me ne comprerei pure un’altro uguale, argento, il mio è nero.

  • Berserker02

    Il problema di Vernee non è MAI lo smartphone in se, spesso addirittura superiore ad altri che costano il doppio.
    Il vero problema è che MENTONO per marketing: pochissimi aggiornamenti (tutta la gamma Apollo aspetta Nougat da ormai 1 anno), hanno annunciato che ci sarebbe stato il Mix2 con X30 e invece niente ….
    Ottimi prodotti SE siete attenti ai costi e SE siete in grado di rivolgervi alle rom cucinate per gli aggiornamenti. O per utonti senza pretese di aggiornamenti.
    L’Apollo Lite, per esempio, è ottimo, robusto e affidabile (checchè se ne dica in giro) ma se volete Nougat ci sono solo rom cucinate….

    • Pablo Galattico

      xiaomi è superiore in tutto, monta hw superiore, funziona tutto a dovere (fingerprint veloce e preciso, fotocamera più che discreta e non imbarazzante come questa di vernee, soc qualcomm e rom decisamente superiore) e costano anche meno…..vedi redmi note 4 global con b20 a circa 130 euro!

      • Matteo Drera

        Solo che RAM e memoria interna sono la metà di quelle che monta questo Vernee…..

        • Francesco Bramato

          Io preferisco un buono smartphone con poca memoria ad uno con 256gb di ROM che va a schifo…

          • Berserker02

            Solo perchè non ne sai granchè …. altrimenti sapresti che un cello che supporta 256 gb di FLASH (e non di rom) è un SOC di ottimo livello.

        • Pablo Galattico

          E nonostante tutto è molto più fluido e reattivo lo xiaomi, per non parlare dell’autonomia e del lettore d’impronte e per non parlare della fotocamera e della rom e degli aggiornamenti e del Soc e mettici pure che del redmi note 4 c’è pure la versione 4/64 a 160. Serie A contro serie C proprio!

      • Berserker02

        Baggianate …. provando un Vernee ti scordi gli Xiaomi. Sono solo prodotti superpubblicizzati e del tutto incapaci di concorrere a parità di prezzo.
        E lo so bene, visto che io sono tecnico su Android. E se ci sono cellulari scarsi e che fanno impazzire sono proprio gli Xiaomi.

        • Pablo Galattico

          posa il fiasco!…:)))

        • Ruggio

          Scusa, a parte che dopo 35 anni di informatica ti posso dire che ho visto sviluppatori che non sanno nemmeno com’è fatto un PC, ma io ho avuto un redmi3pro (schiantato, poverino) e ora ho un redmi note 4x e ho preso un redmi 4x a mia figlia, tutti e tre stratosferici (telecamera a parte, ma cmq sufficiente), ho preso per provare un thor E e non ho niente da dire sull’hw (batteria veramente buona e telefono usabilissimo quotidianamente), ma android stock è lontano anni luce dalla MIUI, anche se con un launcher metti a posto tutto (forse), ti dico che persino il gretel A7 va benissimo per quello che costa (45€), ovvio rinunci a qualcosa e la batteria è quello che è…
          Vorrei provare in mars pro, sapendo che il note 4x è superiore, ma avere 2 telefoni uguali non mi sembra il caso
          Però sono titubante, e non per l’hw, pensa che sono addirittura indeciso fra il mars pro e l’M5, ballano cmq 40€
          Ci vorrebbe un po’ più di obbiettività, e sopratutto parlare di quello che si conosce…
          Facile criticare, più difficile giudicare ma in base a fatti e non tanto per sparlare di ciò che ci sta sulle balle

        • Danny “Wolf” Godhouse

          Da quanti giorni fai il tecnico su Android? Giusto per correttezza.

    • Simone Filardo

      con tutto il rispetto… ma che vi aspettate? vale esattamente quello che costa. Se monta hardware di qualche gradino superiore alla concorrenza sulla stessa fascia di prezzo, deve per forza compromettere da qualche altra parte… e i compromessi si hanno nel software, nel supporto, nei servizi, che per alcuni puo’ essere piu’ importante del telefono in se’.

      • Berserker02

        Infatti io non ho parlato di compromessi. Ho detto che MENTE perchè promette e non mantiene. ALmeno devono avere la faccia di non promettere, in modo da non far arrabbiare chi li segue.
        L’hardware batte alla grande cellulari che costano anche il 30/40 % in più (TUTTI gli Xiaomi o vari intorno ai 160 euro erano abbondantemente sotto il Vernee Lite quando l’ho acquistato) e la qualità di Vernee è valida.
        SONO LE MENZOGNE ad irritarmi (quelle su Nougat alla gamma Apollo e quella sull’X30 che doveva uscire con il Mix2).
        Per il resto l’unico vero handicap è il mancato supporto all’api CAMERA2, cosa per altro comune a tantissimi smartphone anche costosi il triplo. Per il software il suo di base è ok: e quel poco scarso si sostituisce alla grande con le app del play store.

Top