Aumentare la copertura cellulare negli interni: i ripetitori Stelladoradus

Aumentare la copertura cellulare negli interni: i ripetitori Stelladoradus
{ "img": {"small":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/05\/Schermata-del-2016-05-03-174858.png","medium":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/05\/Schermata-del-2016-05-03-174858-460x165.png","large":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/05\/Schermata-del-2016-05-03-174858-635x228.png","full":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/05\/Schermata-del-2016-05-03-174858.png","retina":"https:\/\/img.tuttoandroid.net\/wp-content\/uploads\/2016\/05\/Schermata-del-2016-05-03-174858.png"}, "title": "Aumentare la copertura cellulare negli interni: i ripetitori Stelladoradus" }

Il problema della copertura della rete cellulare all’interno degli edifici è molto diffuso: capita spesso, infatti, che il segnale sia scarso o assente a causa della struttura dell’edificio o dei materiali con cui è stato costruito. Una delle possibili soluzioni a questa situazione è l’installazione di un ripetitore di segnale, che amplifica il segnale presente all’esterno dell’edificio e rende possibile l’utilizzo del cellulare anche in luoghi dove normalmente non c’è campo.

Uno dei produttori di amplificatori di segnale cellulare è Stelladoradus, azienda irlandese specializzata in soluzioni di questo tipo e attiva anche sul mercato italiano. Il suo cavallo di battaglia sono proprio i ripetitori cellulari da interni, di cui propone varie declinazioni a seconda dell’area da coprire – dalla singola stanza a un intero edificio.

A cosa serve quindi un ripetitore e come funziona? Le possibili applicazioni sono numerose e spaziano dalla semplice amplificazione del segnale in stanze o edifici al cui interno non c’è campo fino alla copertura anche di seminterrati e piani interrati dove il segnale non può arrivare. In tutti i casi il segnale deve già essere presente all’esterno dell’edificio, quindi il ripetitore non serve per portare il segnale in zone non coperte naturalmente – ad esempio, non può portare il 4G in zone che non vengono coperte dagli operatori telefonici – ma solo per portare all’interno degli edifici la copertura presente al di fuori.

Ripetitore segnale cellulare Stelladoradus

Il funzionamento è semplice: si colloca all’esterno (sul tetto, ad esempio) un’antenna ricevente, che viene collegata tramite cavo ad una centralina e a una o più antenne emettitrici da posizionare all’interno dell’edificio per fornire effettivamente copertura cellulare. La somiglianza con i ripetitori WiFi è molto stretta e implica anche che non sia necessaria una connessione ad Internet diretta della centralina né che sia necessario richiedere autorizzazioni agli operatori o preoccuparsi per la sicurezza.

Stelladoradus offre tre tipologie di prodotti: StellaRoom, per ripetitori da utilizzare in una singola stanza (non forniscono connettività LTE, ma solo 2G e 3G); StellaHome, per l’utilizzo in un appartamento o in un ufficio (forniscono sia connettività 2G e 3G che 4G, compatibile con tutti gli operatori); StellaOffice, ideato per coprire un intero edificio (con le stesse caratteristiche di StellaHome). Potete trovare maggiori informazioni sui prezzi e le caratteristiche dei prodotti Stelladoradus sul loro sito stelladoradus.it.

Informazione pubblicitaria