WhatsApp Beta ha ricevuto nelle scorse ore un nuovo aggiornamento che ci svela che il team dietro all’applicazione sta lavorando ad una funzione che richiederà obbligatoriamente ad alcuni utenti di inserire il loro anno di nascita. Questa nuova opzione è probabilmente in sviluppo per conformarsi ad alcune recenti normative.

Negli ultimi mesi vari enti governativi hanno cominciato ad emettere nuove normative che obbligano diversi giganti della tecnologia a conformarsi alle loro direttive. Il caso più famoso e che ci tocca da vicino è quello del Digital Markets Act, stabilito dall’Unione Europea e che mira a promuovere la concorrenza e a mitigare il comportamento anticoncorrenziale.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto permuta, click in pagina (anche se non hai uno smartphone usato)

399€ invece di 599€
-33%

In merito a ciò, vi abbiamo già parlato di come WhatsApp sia già al lavoro per implementare la normativa all’interno della sua piattaforma, con l’apertura e il supporto alle chat di terze parti. Questo dimostra come il team di sviluppo sia impegnato a rispettare le nuove normative per adeguarsi ai requisiti di specifici Paesi.

WhatsApp potrebbe chiedervi la data di nascita in futuro: ecco perché

L’ultimo aggiornamento di WhatsApp Beta porta l’applicazione alla versione 2.24.12.25: analizzando il codice dell’APK è emerso come il team di sviluppo stia lavorando ad una nuova funzionalità che chiederà a determinati utenti di inserire la data di nascita. Ancora non è chiaro quale sarà il criterio di selezione degli utenti che dovranno confermare la loro età, ma è sicuro che nei prossimi mesi questa funzione verrà implementata in alcuni Paesi.

Una volta inserita la data di nascita non sarà più possibile modificarla, ma è bene sottolineare che le informazioni raccolte da WhatsApp non saranno visibili ad altri utenti e non andrà in alcun modo a influenzare o modificare le interazioni e le conversazioni all’interno della piattaforma.

Molto probabilmente, in maniera simile al Digital Markets Act dell’Unione Europea, questa funzione è in via di sviluppo per venire incontro alle recenti normative di alcuni Paesi degli Stati Uniti, tra cui il Texas, che richiedono a diversi servizi di verificare l’età dei propri utenti. Quando queste normative entreranno in vigore, l’inserimento della data di nascita sarà obbligatorio per continuare ad utilizzare WhatsApp.

La funzione, come già detto, è attualmente in fase di sviluppo e sarà disponibile in un futuro aggiornamento di WhatsApp Beta, prima di arrivare in versione stabile. Resta da capire però quali saranno i Paesi coinvolti da questo cambiamento.

Come scaricare le ultime versioni di WhatsApp

Per scaricare WhatsApp Beta sul vostro smartphone vi basterà raggiungere il Google Play Store tramite questo link. Una volta cliccato sull’apposito pulsante per aderire al programma, l’applicazione verrà aggiornata all’ultima versione beta disponibile nel giro di pochi minuti. Qualora il programma beta fosse al completo, potete provare in anteprima le nuove funzioni dell’app installando manualmente il relativo file APK, scaricabile da APKMirror a questo indirizzo.

Per restare aggiornati su tutte le novità, seguiteci sul nostro canale ufficiale su WhatsApp.