Il produttore cinese Xiaomi ha da poco svelato il nuovo Xiaomi 14 Ultra, uno smartphone Android che punta a conquistare il titolo di top camera-phone e fare la voce grossa nel segmento flagship del mercato smartphone.

Per raggiungere questi obiettivi, il team di progettazione ha cercato di ottimizzare a tutto tondo il predecessore Xiaomi 13 Ultra, limando qualcosa qua e là sul fronte del design (che mantiene comunque invariati i tratti distintivi), andando a migliorare qualcosa nel comparto fotografico e puntando forte sulla più recente piattaforma hardware di casa Qualcomm. Scopriamo tutti i dettagli.

Xiaomi 14 Ultra è ufficiale: per ora in Cina, a giorni in Italia

Come anticipato in apertura, Xiaomi ha appena annunciato in Cina il nuovissimo Xiaomi 14 Ultra, uno smartphone Android di fascia flagship (che verrà ufficializzato in versione global il prossimo 25 febbraio) che punta a offrire il miglior hardware attualmente disponibile, confezionato all’interno di un design che richiama quello di una fotocamera, un po’ come faceva il predecessore: l’azienda ha però lavorato di fino, cercando di ottimizzare le dimensioni del dispositivo, ora più corto ma leggermente più largo e leggermente più spesso (appena un millimetro), e riducendo di qualche grammo il peso (anche se nella versione con retro in eco-pelle e in quella con telaio in titanio di grado 5, lo stesso degli iPhone 15 Pro, il peso è di poco superiore).

Xiaomi 14 Ultra - Hero design

Partiamo dall’anteriore. Il pannello, sulla carta, è più o meno lo stesso presente sul predecessore: si tratta di un LTPO AMOLED da 6,73 pollici con risoluzione Quad HD+, refresh rate variabile da 1 Hz a 120 Hz e luminosità di picco a 3000 nit, leggermente superiore rispetto ai 2600 nit offerti dal pannello presente sul modello 2023. Il display, chiamato All Around Liquid e decisamente meno curvato verso i bordi laterali (motivo per cui lo smartphone risulta leggermente più largo del predecessore), nasconde un lettore ottico delle impronte digitali ed è interrotto esclusivamente da una singola fotocamera anteriore da 32 megapixel, collocata all’interno di un foro circolare e centrato.

A proposito di fotocamere, il pezzo forte di Xiaomi 14 Ultra vuole essere il comparto fotografico principale, collocato posteriormente all’interno di un grosso oblò circolare: dal punto di vista estetico, la soluzione si avvicina di molto a quella proposta sullo Xiaomi 13 Ultra; l’oblò è ora raccordato dolcemente ad essa, pur continuando a sporgere di qualche millimetro. Parlando di “numeri”, il comparto fotografico mette a disposizione quattro sensori da 50 megapixel, tutti dotati di lenti Leica (partner di Xiaomi ormai da qualche tempo) e mantiene invariata la formula del predecessore, offrendo possibilità di scattare “otticamente” foto a 0,5x (col sensore ultra-grandangolare, equivalente 12 mm), 1x (col sensore principale, equivalente 23 mm), 3,2x (col sensore tele, equivalente 75 mm) e 5x (col teleobiettivo periscopico, equivalente 120 mm).

Offerta

HONOR 200 Pro 12/512GB

Coupon: AHFANS10P + sconto in pagina di 150€ + Sconto premuta, click in pagina (valido anche se non hai un usato)

522€ invece di 799€
-35%

Il sensore principale, stabilizzato otticamente (alla pari dei due teleobiettivi), resta da 1 pollice ma adesso è il LYT-900 di Sony e offre l’apertura variabile continua da f/1.63 a f/4.0 (può lasciare passare il 136% di luce in più rispetto al sensore principale di Xiaomi 13 Ultra) grazie all’obiettivo Leica Summilux. La fotocamera principale può scattare foto in Ultra RAW. Gli altri tre sensori sono tutti Sony IMX858 da 1/2,5 pollici. Entrambi i sensori zoom hanno una distanza minima di messa a fuoco impressionante: secondo Xiaomi si parla di 10 cm (per il tele da 75 mm) e di 30 cm (per il tele da 120 mm). Sul fronte della registrazione, Xiaomi 14 Ultra è in grado di registrare video fino all’8K a 30 fps o 4K a 60 fps o 120 fps (anche se solo dalla fotocamera principale).

Xiaomi 14 Ultra fotocamere

All’interno di Xiaomi 14 Ultra batte lo Snapdragon 8 Gen 3, affiancato da 12 o 16 GB di memoria RAM (tipo LPDDR5X) e da 256 GB, 512 GB o 1 TB di spazio di archiviazione (con memorie UFS 4.0), piattaforma che consente al dispositivo di potere contare su potenza da vendere. Per tenere a bada i bollenti spiriti del SoC, Xiaomi ha inserito all’interno dello smartphone una camera di vapore tre volte più grande rispetto a quella implementata nel modello 2023.

La piattaforma più recente di Qualcomm consente allo smartphone di potere offrire specifiche di altissimo livello per quanto concerne la connettività: oltre all’ormai consueto (specie sugli smartphone flagship) supporto alle reti 5G (su due Nano-SIM), troviamo infatti il Wi-Fi 7 (802.11 be), il Bluetooth 5.4, l’NFC, il GPS dual-band, un blaster a infrarossi e una porta USB-C 3.2 per il trasferimento dati (anche OTG), l’uscita video e ovviamente la ricarica. La versione Titanium Special Edition offre anche la comunicazione satellitare bidirezionale.

Xiaomi 14 Ultra - Vapor chamber

La batteria integrata è di tipologia al Silicio-carbone e offre una capacità di 5300 mAh, leggermente superiore ai 5000 mAh presenti sul predecessore, ed è protetta dai chip G1 e P2 per evitare sovratensioni. Per quanto concerne la ricarica, Xiaomi 14 Ultra supporta la ricarica rapida cablata a 90 W (stando ai dati dichiarati, una ricarica completa si effettua in 35 minuti), la ricarica wireless rapida a 80 W (una ricarica completa in 49 minuti) e la ricarica wireless inversa a 10 W.

Lo Xiaomi 14 Ultra arriva sul mercato cinese con a bordo HyperOS, la nuova interfaccia di Xiaomi basata su Android 14. Non sembrano tuttavia esserci novità rispetto a quelle già annunciate in precedenza e che sono in distribuzione per i più recenti smartphone del produttore cinese anche in Italia a partire dalla fine dello scorso anno.

Scheda tecnica completa e immagini

Di seguito riportiamo le specifiche chiave del nuovo Xiaomi 14 Ultra.

  • Dimensioni: 161,4 x 75,3 x 9,2 mm
  • Peso: 224,4 (colorazioni nera e bianca), 229,5 grammi (colorazione blu), 229,6 grammi (versione in titanio)
  • Display: LTPO AMOLED da 6,73″ QHD+ con refresh rate variabile da 1 Hz a 120 Hz e luminosità di picco a 3000 nit
  • SoC: Qualcomm Snapdragon 8 Gen 3 (4 nm) con CPU octa-core e GPU Adreno 750
  • Memorie: 12 o 16 GB di RAM (LPDDR5X) e 256/512 GB o 1 TB di spazio di archiviazione (UFS 4.0)
  • Fotocamera posteriore: quadrupla con Lenti Leica, 50 MP (principale con OIS) + 50 MP (ultra-wide) + 50 MP (tele con OIS, zoom ottico 3,2x) + 50 MP (teleobiettivo periscopico con OIS, zoom ottico 5x), sensore ToF 3D
  • Fotocamera anteriore: 32 MP
  • Reti mobili e Connettività: 5G in Dual SIM, Wi-Fi 7, Bluetooth 5.4, GPS (dual-band), NFC, blaster IR, USB Type-C 3.2 (con uscita video)
  • Lettore delle impronte digitali: ottico (sotto al display)
  • Batteria: 5300 mAh, supporta la ricarica rapida (cablata a 90 W, wireless a 80 W)
  • Sistema operativo: HyperOS basata su Android 14

Per conoscere tutte le specifiche tecniche dello Xiaomi 14 Ultra, vi rimandiamo alla sua scheda tecnica completa.

Disponibilità e prezzi (Cina) di Xiaomi 14 Ultra

Il nuovo Xiaomi 14 Ultra è disponibile in Cina da oggi (22 febbraio 2024) nelle quattro colorazioni BlackWhite (con retro in vetro) Blue (con retro in eco-pelle) e Titanium Gray (titanio di grado 5) e in tre differenti configurazioni di memoria, proposte ai seguenti prezzi di listino:

  • Configurazione 12+256 GB al prezzo di 6499 yuan (circa 835 euro al cambio attuale)
  • Configurazione 16+512 GB al prezzo di 6999 yuan (circa 900 euro)
  • Configurazione 16 GB + 1 TB al prezzo di 7799 yuan (circa 1002 euro)
  • Versione Titanium Special Edition (16 GB + 1 TB) al prezzo di 8799 yuan (circa 1131 euro)

Aggiungiamo che in Cina è anche possibile acquistare l’accessorio fotografico dedicato (cover posteriore protettiva bianca e impugnatura con tasto aggiuntivo e batteria da 1500 mAh integrata) che rende lo smartphone ancora più simile a una fotocamera: questo è proposto al prezzo di 699 yuan (circa 90 euro). Sempre sul fronte degli accessori ufficiali, il produttore cinese ha annunciato un caricabatterie wireless da 80 W che viene proposto al prezzo di 499 yuan (circa 64 euro).

Xiaomi 14 Ultra accessorio fotografico

Come anticipato, nei prossimi giorni lo smartphone verrà annunciato in Europa e dovrebbe presto essere disponibile anche in Italia: per orientarci sul fronte dei prezzi, prendiamo come riferimento il predecessore Xiaomi 13 Ultra che (di listino) viene ancora proposto a 1499,90 euro nella sola configurazione 12+512 GB.

Potrebbero interessarti anche: Recensione Xiaomi 13 Ultra: questa fotocamera fa anche da telefono e Miglior smartphone per fotocamera: quali comprare, classifica di questo mese