“Archiviato” il recente Galaxy Unpacked, che ci ha permesso di dare il benvenuto a nuovi pieghevoli, nuovi tablet e nuovi smartwatch, e in attesa di saperne di più sui Galaxy S24, spuntano interessanti indiscrezioni sulle novità Samsung in arrivo il prossimo anno (o forse oltre): i rumor puntano sul rilascio di Galaxy Z Fold e Galaxy Z Flip della linea FE, quindi più economici, ma anche sul lancio di una nuova generazione di cuffie wireless Galaxy Buds e su netti miglioramenti nella potenza di Galaxy Watch7. Procediamo con ordine.

Samsung Galaxy Z Fold6 FE e Galaxy Z Flip6 FE arriveranno davvero?

Nonostante qualche settimana fa Samsung abbia ribadito che al momento non sono nei piani smartphone pieghevoli della serie FE, visti i costi di produzione e la volontà di concentrare gli sforzi altrove, i rumor insistono sul possibile lancio dei presunti Galaxy Z Fold6 FE e/o Galaxy Z Flip6 FE. Si tratterebbe di versioni Fan Edition dei modelli che quasi certamente arriveranno tra luglio e agosto 2024, ossia i successori dei neo arrivati Galaxy Z Fold5 e Galaxy Z Flip5.

Con l’ultima generazione di pieghevoli Samsung ha fatto un ulteriore passo in avanti verso la “definitiva” maturità di questo genere di prodotti, integrando diversi interessanti miglioramenti (come la rinnovata cerniera e lo schermo più grande dello smartphone a conchiglia), e nuovi rumor puntano sul possibile lancio di versioni FE dotate di prezzi di vendita più contenuti. È innegabile che uno dei maggiori “limiti” dei prodotti delle linee Fold e Flip siano i prezzi, che risultano sempre sopra quota 1000 euro (anche abbondantemente per i primi).

Le indiscrezioni puntano su una sempre maggiore importanza della linea FE per il futuro di Samsung, già a partire da Galaxy S23 FE e Galaxy Tab S9 FE, attesi per i prossimi mesi. Difficile sbilanciarci sull’attendibilità di queste indicazioni, ma allo stato attuale ci sembra prematuro che il produttore possa pensare a un pieghevole “Lite” (che tanto “Lite” non sarebbe, comunque) già dal prossimo anno: certo, potrebbero essere limate alcune caratteristiche e funzionalità per far scendere il prezzo, ma i costi di produzione di questo genere di prodotti rimangono piuttosto elevati. In futuro probabilmente caleranno e potremo avere pieghevoli più a buon mercato, ma quando questo avverrà è dura da anticipare.

Le Samsung Galaxy Buds3 potrebbero debuttare con Galaxy S23 FE o Galaxy S24

Durante il recente Unpacked Samsung ha svelato nuovi smartphone, nuovi tablet e nuovi smartwatch, ma nessun nuovo modello di cuffie wireless. Questo perché nuove Galaxy Buds dovrebbero arrivare nei prossimi mesi: alcuni rumor parlano di un possibile lancio con Galaxy S23 FE, ma ci sembra più plausibile un debutto con la serie Samsung Galaxy S24, attesa per il primo trimestre 2024.

Sembra che il produttore sia al lavoro sul modello SM-R400N, che potrebbe corrispondere alle Galaxy Buds3. Samsung usa la nomenclatura R5** per le versioni Pro, dunque è possibile che queste R400 possano corrispondere a modelli intermedi (Galaxy Buds2+, Galaxy Buds FE o Galaxy Buds Live 2). La tempistica di queste prime indicazioni è coerente con un lancio per la fine del 2023 o l’inizio del 2024: continuate a seguirci perché siamo sicuri che nelle prossime settimane inizieranno ad arrivare le prime informazioni a livello di specifiche e funzionalità.

Galaxy Watch7 avrà bisogno di maggiore potenza per competere coi rivali

Galaxy Watch4 e Watch4 Classic sono usciti con il chip Exynos W920 a 5 nm, lo stesso poi mantenuto su Galaxy Watch5 e Galaxy Watch5 Pro. Per quest’anno, con Galaxy Watch6 e Galaxy Watch6 Classic, Samsung ha optato per una versione più spinta dello stesso chip (200 MHz in più, affiancati da 512 MB di RAM aggiuntivi), che ha chiamato Exynos W930. I miglioramenti a livello di prestazioni ci sono stati, ma per la prossima generazione ci aspettiamo un salto in avanti più interessante, anche per contrastare una concorrenza che dovrebbe farsi più agguerrita (a partire proprio da Google Pixel Watch 2).

Lo smartwatch della casa di Mountain View potrebbe adottare un chipset Qualcomm Snapdragon W5 Gen 1 a 4 nm, con CPU quad-core e GPU Adreno 702 da 1 GHz, e ci aspettiamo una “risposta” da parte di Samsung con Galaxy Watch7 e Galaxy Watch7 Classic (o Pro). Per scoprire se effettivamente Pixel Watch 2 possa garantire qualcosa in più a livello di prestazioni dovremo attendere ancora qualche settimana: il lancio è previsto per il mese di ottobre.

Potrebbe interessarti: Recensione Samsung Galaxy Z Fold5: resta uguale ma migliora in tutto