Il colosso cinese TCL ha sfruttato la vetrina del Mobile World Congress 2023 per rinnovare la propria gamma di dispositivi mobile, presentando in Europa gli smartphone Android della serie 40, un paio di nuovi tablet Android e delle cuffie true wireless con cancellazione attiva del rumore.

Si tratta di un gran numero di dispositivi dal costo contenuto, pensati per rendere qualità e tecnologia più accessibili agli utenti, pallino fisso nei piani dell’azienda.

TCL rinnova la propria gamma di dispositivi mobili al MWC 2023

Come anticipato in apertura, TCL ha presentato in Europa diversi nuovi prodotti tra cui smartphone, tablet e dispositivi indossabili.

Portando in Europa gli smartphone della serie 40, il produttore cinese vuole rendere accessibile a tutti la connessione 5G e democratizzare la tecnologia 4G. I nuovi tablet , invece, dimostrano l’impegno del brand verso l’eccellenza nella produzione dei display, con un occhio di riguardo verso la salute degli occhi.

Il lancio europeo dei nuovi prodotti è stato commentato da Aaron Zhang, CEO di TCL Communication:

“I nostri clienti sono al centro di tutto ciò che facciamo. In ottica di miglioramento delle nostre tecnologie, e in seguito alla raccolta dei feedback da parte degli utenti, abbiamo introdotto importanti aggiornamenti delle prestazioni e dei display con TCL NXTURBO e TCL NXTPAPER 2.0; questi aggiornamenti fanno sì che dispositivi come TCL NXTPAPER 11 e i nuovi smartphone della Serie TCL 40 siano performanti al massimo, sostenendo il nostro obiettivo di democratizzare la tecnologia. Inoltre, le solide partnership con gli operatori che portiamo avanti da anni, ci aiutano a realizzare la nostra missione di fornire il 5G a tutti”.

I nuovi smartphone della serie 40

Partiamo con la rassegna delle novità proprio dagli smartphone della serie 40, già annunciati sul mercato cinese e ora portati in Europa da TCL.

La serie 40 può contare su ben sei smartphone che coprono praticamente tutta la fascia bassa del panorama Android, parendo dai dispositivi entry-level che vogliono democratizzare la tecnologia 4G fino ad arrivare al modello di punta della gamma, che vuole rendere il 5G accessibile a tutti.

TCL 403

Partiamo dal modello d’ingresso della gamma, TCL 403, uno smartphone economico realizzato in plastica con un design senza fronzoli, quasi anacronistico.

All’anteriore campeggia un ampio display TFT IPS da 6 pollici con risoluzione 480 x 960 pixel in 18:9, senza notch o fori, circondato da cornici importanti soprattutto nella zona superiore (dove troviamo la capsula auricolare e una fotocamera da 5 megapixel) e nella zona inferiore.

Lo smartphone, che arriva con a bordo Android 12 (Go Edition), è spinto dal SoC MediaTek MT6761 (con CPU quad-core e GPU PowerVR IMG GE8300), offre 2 GB di memoria RAM e 32 GB di spazio di archiviazione, supporta la connettività 4G, il Wi-Fi 5 e il Bluetooth 5.0, e ha una singola fotocamera posteriore da 8 megapixel con autofocus.

Completa il pacchetto una batteria da 3000 mAh che si ricarica a 5 W attraverso una porta Micro USB. È presente anche il jack audio da 3,5 mm.

TCL 403

TCL 405

Saliamo di livello con il TCL 405, ancora una volta uno smartphone economico  che arriva con a bordo Android 12 (Go Edition) ma che presenta un design e specifiche tecniche di tutt’altro livello.

Dal punto di vista estetico, è più in linea con gli smartphone moderni di fascia bassa: all’anteriore presenta un ampio display da 6,6 pollici con risoluzione HD+ (in 20:9) interrotto da un notch a goccia, nella parte superiore, che ospita una singola fotocamera da 5 megapixel.

Al posteriore, troviamo invece un comparto fotografico doppio, composto da un sensore principale da 13 megapixel con PDAF e da un sensore per la profondità di campo da 2 megapixel.

Per quanto concerne le prestazioni, il TCL 405 può contare sul SoC Helio G25 di MediaTek (CPU octa-core e GPU PowerVR IMG GE8320), affiancato da 2 GB di RAM e 32 GB di spazio di archiviazione. Dal punto di vista della connettività, troviamo il supporto alle reti 4G (anche VoLTE), al Wi-Fi 5 e al Bluetooth 5.1.

Completano il pacchetto due speaker, il jack audio da 3,5 mm e una batteria da 5000 mAh che si ricarica a 10 W attraverso la porta USB Type-C presente sul bordo inferiore.

TCL 405

TCL 406

Praticamente identico al 405 (esteticamente cambia solo la trama della scocca posteriore), il TCL 406 si discosta da esso principalmente per tre aspetti: ha 1 GB di RAM in più (3 GB in totale), è sviluppato attorno al più potente (seppur di poco) SoC MediaTek Helio P22 e arriva con a bordo Android 13.

TCL 406

TCL 408

Anche TCL 408 riprende e migliora il 405 ma per aspetti diversi rispetto al 406. Pur mantenendo lo stesso SoC Helio G25, guadagna a tutto tondo sul comparto memorie, offrendo 4 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione.

I miglioramenti maggiori, però, si realizzano sul comparto fotografico: al posteriore, il sensore principale diventa da ben 50 megapixel e resta il sensore accessorio da 2 megapixel ad affiancarlo; all’anteriore, la fotocamera passa a 8 megapixel.

Inoltre, a differenza dei tre modelli sopracitati che permettono lo sblocco tramite riconoscimento del viso in due dimensioni (poco sicuro), lui offre un lettore delle impronte digitali montato lateralmente.

TCL 408

 

TCL 40R 5G

Arriviamo all’unico dispositivo del lotto dotato del supporto alle reti 5G, ovvero il TCL 40R 5G; nonostante sia dotato di questa caratteristica che lo rende più appetibile in ottica futura rispetto agli altri smartphone della gamma, altro non è che una versione pompata del 408, almeno per quanto concerne l’estetica che è praticamente invariata.

Il display resta da 6,6 pollici con risoluzione HD+ ma guadagna la tecnologia NXTVISION e ospita la stessa fotocamera da 8 megapixel all’interno del notch a goccia. Il comparto fotografico posteriore diventa triplo: restano i due sensori del 408 (50+2 megapixel) ai quali si aggiunge un terzo sensore, sempre da 2 megapixel, per le macro.

Il vero balzo in avanti è garantito dalla presenza del SoC MediaTek Dimensity 700, di tutt’altra pasta rispetto a quelli presenti sui fratelli: al SoC si affiancano 4 GB di RAM e 64 GB di spazio di archiviazione.

La batteria resta da 5000 mAh ma supporta la ricarica rapida a 15 W tramite la porta USB Type-C. Chiude il pacchetto il sistema operativo: troviamo la TCL UI 4.0 basata su Android 12 (presto arriverà Android 13).

TCL 40R 5G

TCL 40 SE

L’ultimo smartphone della rassegna di novità è il TCL 40 SE, dispositivo che si discosta, se non altro per quanto riguarda estetica e dimensioni da tutti gli altri della gamma: lui infatti ha un display IPS LCD da 6,75 pollici con frequenza di aggiornamento a 90 Hz.

Si tratta del modello più carrozzato dell’intero lotto, visto che arriva in ben due configurazioni di memoria: la prima propone 4 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione; la seconda propone 6 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione. In entrambi i casi c’è la tecnologia Ram Expansion che prende in prestito, rispettivamente, 2 o 3 GB dalla memoria flash di archiviazione per aggiungerli al quantitativo di RAM.

Il TCL 40 SE è spinto dal SoC MediaTek Helio G37, arriva con a bordo la TCL UI 5.0 basata su Android 13 e, pur non avendo il supporto alle reti 5G, offre un comparto connettività abbastanza completo.

Lo smartphone può contare su due speaker, sul jack audio da 3,5 mm e su una batteria da 5010 mAh che supporta la ricarica rapida a 18 W tramite la porta USB Type-C. Per quanto concerne il comparto fotografico, mantiene lo stesso del TCL 40R 5G.

TCL 40 SE

Presto arriverà la tecnologia TCL NXTURBO

I due smartphone più prestanti tra le novità portate in Europa dal produttore cinese, ovvero TCL 40 SE e 40R 5G, potranno beneficiare a partire da marzo 2023 (tramite un aggiornamento software distribuito via OTA) della nuova tecnologia NXTURBO di TCL.

Si tratta di un software di miglioramento del display che sfrutta algoritmi di elaborazione grafica ottimizzati, migliorando le prestazioni della GPU del 30% e riducendo così il consumo energetico complessivo fino al 17% (secondo quanto dichiarato).

I due smartphone saranno così in grado di gestire gli streaming senza ritardi con un impatto minimo sulla durata della batteria.

I due nuovi tablet del produttore cinese

TCL sfrutta l’onda del successo della tecnologia NXTPAPER e introduce la seconda versione di questa tecnologia, che rende i display ancora più luminosi e suggestivi (+150% rispetto alla precedente, fino a 500 nit), adattandosi alla luce ambientale tramite un sensore automatico.

Nonostante questo incremento di luminosità, la tecnologia supera ancora i livelli di riduzione della luce blu certificati da TÜV grazie al filtraggio a livello hardware, mettendo al primo posto la salute degli occhi senza ingiallire lo schermo.

TCL NXTPAPER 11

A sfruttare questa tecnologia è il nuovo TCL NXTPAPER 11, tablet dotato di un display da 11 pollici con risoluzione 2K potenziato ulteriormente dalla AI Visual Boost che rende i colori più audaci e realistici.

Questo tablet Android vuole anche mettersi a disposizione per spingere al massimo la produttività di chi lo usa. A tal proposito, offre chicche come la T-pen (opzionale) per le sessioni di scrittura, una fotocamera anteriore ultra-grandangolare (100°) da 8 megapixel all’anteriore per le videochiamate di gruppo, una fotocamera più classica da 8 megapixel al posteriore per la scansione dei documenti e una generosa batteria da 8000 mAh con supporto alla ricarica rapida a 18 W.

Completano il pacchetto il SoC MediaTek Helio P60T, affiancato da 4 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione, e il sistema operativo Android 13 personalizzato con l’interfaccia proprietaria (poco invasiva) del produttore cinese.

TCL NXTPAPER 11

TCL Tab 11

Oltre al nuovo tablet dotato della tecnologia NXTPAPER 2.0, il produttore cinese ha presentato anche il nuovo TCL Tab 11, un tablet più “convenzionale” ma comunque dotato di un display da 11 pollici con risoluzione 2K; in questo caso, il display sfrutta la tecnologia NXTVISION e offre quattro altoparlanti.

Il tablet è decisamente sottile (6,9 mm) e leggero (462 grammi) per ciò che offre: questo perché è studiato per la massima portabilità, nonostante l’ampio display che può far comodo, e a tal proposito è disponibile anche in variante LTE, oltre a quella con la sola connessione Wi-Fi.

Al netto della tecnologia che alimenta il display, il resto delle specifiche tecniche è invariato rispetto al modello di cui vi abbiamo parlato poco sopra.

Le cuffie con cancellazione del rumore TCL MOVEAUDIO Neo

Le TCL MOVEAUDIO Neo sono cuffie in-ear con tecnologia di cancellazione del rumore (fino a 25 dB), pensate per rendere al meglio se sfruttate in accoppiata con gli smartphone e i tablet del brand cinese.

Oltre alla cancellazione attiva del rumore, le cuffie offrono la cancellazione del rumore ambientale (Dual Mic ENC), resa possibile dalla presenza di un totale di quattro microfoni (due per cuffia) e dalla presenza dell’intelligenza artificiale che filtra automaticamente il rumore esterno, in modo che sopravviva solo la voce dell’utente.

In generale, le TCL MOVEAUDIO Neo offrono driver dinamici personalizzati da 10 mm (medi ricchi, bassi profondi e alti “croccanti”), per dare il meglio durante le chiamate, l’ascolto dei podcast e della musica e la fruizione di film e contenuti video.

Tra le altre specifiche rientrano Bluetooth 5.3, la certificazione IP54 (impermeabilità), una batteria da 45 mAh per cuffia che si aggiungono ai 760 mAh del case di ricarica e la compatibilità con dispositivi Android e iOS.

Disponibilità e prezzi di tutte le novità a marchio TCL

Di seguito riportiamo i prezzi di vendita e le colorazioni in cui vengono proposti tutti gli smartphone della serie 40 che TCL ha presentato al Mobile World Congress 2023.

  • TCL 40R 5G è proposto al prezzo di 239,90 euro nelle due colorazioni Stardust Purple e Starlight Black e nella sola configurazione di memorie 4+128 GB.
  • TCL 40 SE è proposto nelle due colorazioni Dark Gray e Twilight Purple e in due configurazioni di memorie:
    • Configurazione 4+128 GB al prezzo di 179,90 euro
    • Configurazione 6+256 GB al prezzo di 219,90 euro
  • TCL 408 è proposto al prezzo di 149,90 euro nelle due colorazioni Gravity Grey e Midnight Blue e nella sola configurazione di memorie 4+64 GB.
  • TCL 406 è proposto al prezzo di 129,90 euro nelle due colorazioni Lavender Purple e Dark Gray e nella sola configurazione di memorie 3+32 GB.
  • TCL 405 è proposto al prezzo di 119,90 euro nelle due colorazioni Lavender Purple e Dark Gray e nella sola configurazione di memorie 2+32 GB.
  • TCL 403 è proposto al prezzo di 89,90 euro nelle due colorazioni Mauve Mist e Prime Black e nella sola configurazione di memorie 2+32 GB.

Tutti questi smartphone sono disponibili in Italia da subito. Passando ai tablet, NXTPAPER 11 e TAB 11, e alle cuffie con cancellazione del rumore MOVEAUDIO Neo, TCL ha comunicato che saranno disponibili nella prima metà del 2023 senza dare prezzi specifici per il mercato italiano.

Giusto per dare un’indicazione, di seguito riportiamo i prezzi per l’Europa di questi dispositivi (che saranno probabilmente leggermente rivisti verso l’alto quando arriveranno in Italia):

  • Il tablet TCL NXTPAPER 11 parte da 249,00 euro.
  • Il tablet TCL TAB 11 parte da 199,00 euro.
  • Le cuffie TCL MOVEAUDIO Neo partono da 49,99 euro.

Non perderti: Migliori smartphone Android: la classifica di questo mese e I migliori tablet Android: ecco la classifica di questo mese