Sembra che WhatsApp stia lavorando per introdurre una funzionalità che farà contenti moltissimi utenti, assidui utilizzatori della piattaforma, e che consentirà alla popolare app di messaggistica di compiere un ulteriore salto in avanti, recuperando terreno su Telegram nell’ambito della flessibilità.

La funzionalità di cui parliamo è la possibilità di modificare i messaggi di testo inviati, qualcosa di richiesto a gran voce e da tempo da molti che lamentavano una mancanza del genere all’interno di una piattaforma che, negli ultimi tempi, si è arricchita di un enorme numero di funzionalità.

WhatsApp lavora per introdurre una gradita funzionalità

Il team di WhatsApp ha da poco annunciato l’arrivo per tutti di quattro nuove funzionalità per migliorare l’esperienza utente ma i lavori in corso per aggiungere ulteriori nuove funzionalità alla piattaforma proseguono senza sosta.

Come suggerito dal portale specializzato WaBetaInfo, la popolare app di messaggistica consentirà presto agli utenti di modificare i messaggi inviati, una funzionalità non inedita che (come anticipato) è già presente nell’app concorrente per eccellenza, ovvero Telegram.

Nello specifico, la versione di WhatsApp della funzionalità, consentirà agli utenti di modificare un messaggio inviato entro 15 minuti dal suo invio, al fine di correggere eventuali errori o includere informazioni aggiuntive rispetto al messaggio originale.

I lavori in corso, per ora, si apprezzano dalla beta per iOS

Grazie al portale WaBetaInfo possiamo mostrarvi uno screenshot che mostra cosa succede quando un utente esegue una versione dell’app non compatibile con la funzionalità.

WhatsApp Beta per iOS modifica messaggi inviati

Il messaggio visualizzato recita che “Hai ricevuto un messaggio modificato. Puoi vederlo se esegui l’ultima versione di WhatsApp”, invitando l’utente ad aggiornare l’app.

In ogni caso, allo stato attuale, pare che la funzionalità consenta di intervenire per modificare (entro 15 minuti) i soli messaggi di testo e non le didascalie dei contenuti multimediali; è molto probabile che, in futuro, la funzionalità venga estesa per consentire di modificare anche queste didascalie.

La funzionalità è in via di sviluppo

Allo stato attuale, la funzionalità è in fase attiva di sviluppo ma si è mostrata unicamente nelle versioni in anteprima di WhatsApp per iOS (tracce dei lavori in corso si trovano nella beta 22.23.0.73 dello scorso novembre e nella beta 23.4.0.72 delle ultime ore). Siamo comunque certi che, a giorni, questa verrà avvistata anche nelle versioni di WhatsApp Beta per Android.

Al pari di ogni funzionalità in via di sviluppo, passeranno sicuramente alcune settimane prima che questa venga poi rilasciata, prima ai beta tester e poi sul canale stabile.

Questa funzionalità, al pari della sua controparte presente su Telegram, andrà sicuramente a migliorare l’esperienza di messaggistica di milioni di utenti a livello globale e non mancheremo di aggiornarvi nel momento in cui ci saranno novità al riguardo.

Come aggiornare WhatsApp e testare le ultime novità in anteprima

Per non perdervi le ultime novità introdotte sulla versione stabile di WhatsApp per gli smartphone basati sul sistema operativo Android di Google, vi basterà verificare l’eventuale presenza di aggiornamenti tramite il Google Play Store: per farlo, è possibile seguire la classica procedura di verifica della presenza di aggiornamenti o, in alternativa, cliccare sul badge sottostante per aggiornare o scaricare l’app.

Qualora siate desiderosi di testare in anteprima le novità che verranno presto introdotte sul canale stabile, potete invece scaricare l’ultima versione disponibile di WhatsApp Beta: per farlo, è necessario iscriversi al Programma Beta dell’app (è possibile trovare la pagina dedicata al programma seguendo questo link) attraverso il Google Play Store.

Qualora il Programma Beta fosse momentaneamente al completo, sarebbe comunque possibile testare in anteprima le ultime versioni di WhatsApp Beta, procedendo con l’installazione manuale dei relativi file APK, scaricabili dal portale APK Mirror (la cui pagina dedicata è raggiungibile seguendo questo link).

Potrebbe interessarti anche: Le nostre guide di WhatsApp e WhatsApp eliminerà gli account di chi sta utilizzando app non ufficiali