Continuano i lavori in corso per il rinnovamento dell’app Google Home, attualmente protagonista del programma di anteprima pubblica che il colosso di Mountain View ha recentemente esteso a chiunque voglia prendervi parte.

L’ultima novità introdotta all’interno dell’app, ma solo per coloro che partecipano al programma, è da ricercarsi all’interno della sezione Wi-Fi, completamente riprogettata nella parte che riguarda la lista di dispositivi connessi e le informazioni ad essi collegate.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto permuta, click in pagina (anche se non hai uno smartphone usato)

399€ invece di 599€
-33%

Google Home: l’app riceve una sezione Wi-Fi ridisegnata

Come anticipato in apertura, Google ha ridisegnato la sezione Wi-Fi dell’app Google Home, quella dove vengono riportati tutti i dettagli della rete domestica creata sfruttando uno dei dispositivi Made by Google come Google WiFi, Nest WiFi o Nest WiFi Pro.

Nello specifico, grazie ai colleghi di 9to5Google, possiamo mostrarvi i cambiamenti “prima” e “dopo” della sezione, alla quale si accede, qualora siate in possesso di uno dei dispositivi sopraelencati, tramite un pulsante presente nella parte alta della schermata iniziale dell’app.

Accedendo alla schermata Wi-Fi e toccando il riquadro Dispositivi, l’unico posto in cui ora viene rilevato il conteggio totale dei dispositivi connessi, si apre una pagina completamente nuova: l’elenco dei dispositivi non è più una delle tre schede presenti all’interno della pagina Rete (assieme a Internet Speed, ovvero la velocità della connessione, e Points) ma è una pagina a sé stante.

Toccando il menu a tendina in alto a sinistra, poi, è possibile ordinare i dispositivi: per impostazione predefinita, questi sono ordinati per Tempo reale, mentre è possibile scegliere altre opzioni come 1 giorno, 7 giorni, 30 giorni (si riferiscono al traffico consumato). La novità in tal senso è rappresentata dall’opzione Potenza del segnale che viene aggiornata ogni 5 secondi e mostra, sotto al dispositivo, un’icona del WiFi con tre “step” di potenza: connessione debole o sconosciuta (1/3), connessione ok (2/3), ottima connessione (3/3).

Potete apprezzare le differenze tra la versione pre-aggiornamento (prima immagine della galleria sottostante) e la versione post-aggiornamento della sezione Wi-Fi nell’app Google Home (seconda, terza e quarta immagine della galleria sottostante).

Cambia anche il design, più in linea con il Material You

Oltre al cambiamento funzionale e di concetto, anche il modo in cui viene proposto l’elenco dei dispositivi connessi è decisamente rinnovato: ogni dispositivo, ora, è contenuto all’interno di una scheda; rispetto al passato, tuttavia, si perde il comodo pulsante pausa che consentiva di mettere in pausa (appunto) uno dei dispositivi connessi.

Per raggiungere le impostazioni collegate ad ogni dispositivo, ora, basta selezionarlo: a quel punto sarà possibile rinominare il dispositivo, metterlo in pausa o dare ad esso una priorità sulla connessione per un lasso di tempo specifico tra un’ora, quattro ore, otto ore o la nuova opzione da due ore; quando si imposta il timer per la priorità, verrà mostrato un conto alla rovescia.

Nella scheda del singolo dispositivo, inoltre, sono presenti svariate informazioni come i dettagli del dispositivo stesso, la velocità di connessione e vi è perfino la possibilità di eseguire un test (velocità del dispositivo o velocità generale).

I grafici sull’utilizzo del dispositivo, poi, stati spostati all’interno di una nuova pagina che, però, mantiene tutte le funzionalità della vecchia versione: in sostanza, Google sta dando priorità alle informazioni sul dispositivo rispetto al grafico dell’andamento della connessione.

Come aggiornare l’app Google Home e iscriversi al programma di anteprima

Man mano che passano le settimane, l’app Google Home riceve sempre più dettagli in stile Material You, filosofia di design introdotta dal colosso di Mountain View con il lancio di Android 12 e che ormai sta pervadendo la quasi totalità delle app realizzate dalla stessa Google.

L’app Google Home, intanto, è giunta alla versione 2.63.1.12, già disponibile, su smartphone e tablet Android, attraverso il Google Play Store: per scaricarla o verificare la presenza di aggiornamenti, sarà sufficiente effettuare un tap sul badge sottostante.

Per accedere al programma di “Anteprima pubblica” di Google Home, non è necessario scaricare una particolare versione dell’app o accedere ad un programma beta dal Google Play Store: basterà, infatti, richiedere un invito all’interno dell’app (Impostazioni > Anteprima pubblica) e attendere che venga accolto (l’utente verrà avvisato tramite una notifica). Trovate maggiori dettagli al riguardo in un nostro precedente articolo. Per completezza di informazione, vi segnaliamo che il programma di anteprima pubblica e le novità ad esso collegate dell’app sono presenti anche nella controparte per iOS, il sistema operativo degli iPhone di Apple.

Offerta

Google Pixel 8 Pro, 256GB

778€ invece di 1159€
-33%

Potrebbero interessarti anche: Google Home si aggiorna e aggiunge nuove funzioni per il controllo delle TV e Una vulnerabilità di Google Home ha messo a rischio le vostre conversazioni