LG Zero è lo smartphone conosciuto in Oriente con il nome LG Class: un dispositivo con scocca in alluminio e che si posiziona, per il suo prezzo, nella fascia media del mercato.
LG Zero è capace sicuramente di attirare l’attenzione ma si tratta di uno smartphone decisamente particolare e, purtroppo, sovraprezzato, com’è chiaro anche solo se si fa un veloce confronto tra prezzo e scheda tecnica.

Ve lo racconto in questa mia recensione rivelandovi pregi e difetti.

Video recensione di LG Zero

Hardware & Connettività

La caratteristiche tecniche di LG Zero non sono di particolare rilievo. Il cuore dello smartphone è composto da un processore Qualcomm Snapdragon 410 da 1.2GHz, da una GPU Adreno 306 e da “soli” 1,5GB di memoria RAM. La memoria interna è da 16GB ma il quantitativo disponibile al primo avvio è di poco più di 10GB; fortunatamente è possibile espanderla attraverso slot MicroSD.

Il quantitativo di memoria RAM tuttavia risulta egualmente esiguo dato che non riesce a supportare pienamente Android Lollipop e l’interfaccia grafica di LG. Nel complesso lo smartphone reagisce bene ma non riesce a gestire in modo adeguato i processi, chiudendo troppo presto le applicazioni in memoria.

Il display misura 5 pollici, una buona dimensione a metà tra praticità e buona visibilità dei contenuti; la tecnologia del pannello è LCD IPS, tuttavia non è di elevata qualità. L’altoparlante invece è sul retro, sulla destra di un rialzamento della cover posteriore che ospita la fotocamera da 13 megapixel con apertura focale f/2.2, il flash LED ed i pulsanti fisici del volume e di accensione e spegnimento. La fotocamera frontale è invece da 8 megapixel.

Lato connettività, LG Zero supporta tutte le reti fino ad LTE di categoria 4 (100Mbps), il Wifi 802.11 b/g/n ed il Bluetooth 4.1. È dotato di modulo GPS ma mancano l’NFC e la ricarica wireless.

In ultimo la batteria che è da 2050mAh, un po’ sottodimensionata.

lg_zero_1

Ergonomia, Design & Materiali

LG Zero è sicuramente uno smartphone particolare. La scocca è quasi completamente in alluminio fatto salvo per il fronte in vetro leggermente curvato ai lati (2.5D). Sul retro campeggia un rialzamento decisamente vistoso e squadrato, un po’ in conflitto con le line morbide dei lati destro e sinistro della cover ma in armonia con le linee rigide del lato superiore ed inferiore.

LG Zero è un misto di linee rette e curve decisamente particolare che può piacere come non piacere.

Dal punto di vista dell’ergonomia lo smartphone si impugna bene, non è eccessivamente grande come dimensioni (142 x 71.8 x 7.9 mm) e nemmeno troppo pesante (154 grammi), ma l’alluminio è decisamente liscio e scivoloso. L’effetto saponetta è assicurato quando abbiamo le mani secche o utilizziamo lo smartphone con dei guanti.

lg_zero_3

Display, Audio & Multimedia

Il display di LG Zero è un’unità da 5 pollici realizzato con tecnologia LCD IPS. Ha una risoluzione pari a 1280×720 pixel, ovvero HD, e un vetro protettivo Gorilla Glass 3 con curvatura ai lati molto piacevole al tatto.
Al di là della sensazione tattile, quella visiva non è delle migliori: la riproduzione dei colori non è troppo fedele, il bianco è leggermente freddo mentre i neri non particolarmente profondi. L’angolo di visuale inoltre è ampio, ma tende a perdere di luminosità e contrasto al diminuire dell’angolo di visione.

Nessun dei difetti è particolarmente grave o accentuato ma sicuramente non ci troviamo di fronte ad uno dei miglior display. Da questo punto si poteva fare di più, ma solo i più attenti ed esigenti noteranno i dettagli.

lg_zero_5

Fotocamera

Il sensore della fotocamera è da 13 megapixel con apertura f/2.2, mentre quella frontale è da 8 megapixel. Due fotocamere decisamente “normali” che non eccellono ma nemmeno si fanno disprezzare.
Le qualità e i difetti sono i soliti: buone macro e buone panoramiche, ma non appena la lumionsità ambientale viene meno il sensore fatica allungando i tempi di scatto e presentando così foto mosse o piene di rumore d’immagine.

Molto più apprezzabili i video dove anche l’audio viene registrato abbastanza bene.

Di seguito un video di prova e alcuni scatti fotografici:

Batteria & Autonomia

La batteria da 2050mAh non è ovviamente abbastanza per un’autonomia degna di nota. L’ottimizzazione complessiva è buona e riesce ad offrire la giornata con un utilizzo blando, non appena però gli viene richiesto uno sforzo maggiore l’autonomia cala decisamente.

Con LG Zero andrete difficilmente oltre le 3 ore di schermo acceso durante la giornata. Un risultato considerato sufficiente solamente perché in linea con la maggior parte degli smartphone in commercio.

lg_zero_4

Software

Android 5.1.1 Lollipop con interfaccia proprietaria LG UI è il bundle software pre-installato su LG Zero. Nel complesso l’esperienza è buona, dato che l’interfaccia della casa coreana non è eccessivamente invasiva ed offre poche (ma comode) funzionalità aggiuntive.

Per citarne alcune, non mancano le Q-Slide Apps, che sono semplici applicazioni che si aprono in pop-up; QMemo+ per prende appunti al volo (accessibile anche con un doppio click sul tasto volume giù); la Radio FM; il doppio tocco per accendere e spegnere il display. Presenti anche le applicazioni di Google e le tipiche applicazioni di LG come Galleria, Musica, Calendario, Fotocamera, ecc.

Per quanto riguarda la fluidità, LG Zero si comporta abbastanza bene. Nella navigazione browser non ha evidenti problemi mentre nell’utilizzo di giochi complessi mancano magari alcuni effetti avanzati, ma la fluidità è buona.

Il problema più evidente è una chiusura precoce delle applicazioni in memoria dato che alla loro riapertura molto spesso viene ricarica da zero e questo provoca logicamente attese non volute.

lg_zero_software

In conclusione

LG Zero, in conclusione, è un prodotto discreto, ma non eccelle sotto alcun punto di vista. Punta tutto sull’alluminio della sua scocca, ma si scontra con un mercato difficile e ricco di avversari agguerriti e che difficilmente gli lasceranno spazio.

Viene commercializzato ufficialmente a 299 euro, ma online lo si può trovare già sui 230 euro. Siamo sicuri però che sia superiore ai blasonati Motorola Moto G 2015, Wiko Fever, Asus Zenfone 2 ed altri? Personalmente dico di no, anche e soprattutto per la memoria RAM da 1,5GB, che non è sufficiente con Android Lollipop ed una interfaccia grafica proprietaria.

Potete trovare online LG Zero a: Nessuna offerta al momento

Pagella

7
Display
7.5
Ergonomia
6.5
Hardware
7.5
Software
6.5
Batteria
7.4
Fotocamera
6.5
Qualità/prezzo
8
Materiali
7.4
Audio
7.5
Esperienza Utente
7.0